gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come aumentare l'intelligenza dei bambini

L'intelligenza è una dote innata oppure no? Una studiosa spiega come coltivare il talento, tra errori e sfide che nascondono l'opportunità per migliorarsi

Come crescere bambini intelligenti

In un interessante articolo apparso su Scientific American la psicologa Carol S. Dweck, docente presso la Stanford Univeristy, spiega come possiamo aiutare i bambini a coltivare i propri talenti e la propria intelligenza.

Il discorso parte dal racconto del giovane Jonathan, brillante alla scuola elementare, perplesso di fronte alle difficoltà che i suoi compagni trovavano nel dover fare i compiti, e poi diventato svogliato alle scuole superiori. Arrivato alle scuole superiori il giovane aveva perso qualsiasi interesse nei confronti dello studio, da lui improvvisamente considerato inutile e noioso.

Perché era accaduto? L’esperta spiega che la nostra società ha una particolare predilezione per il talento e molte persone danno per scontato che essere intelligente significhi avere in mano la ricetta per il successo. In realtà studi scientifici dimostrano l’esatto contrario e suggeriscono che un'enfasi eccessiva nei confronti dell’intelletto o del talento rende le persone vulnerabili, timorose delle sfide e poco disposti a colmare alle proprie lacune. Il risultato è che bambini come Jonathan crescono con la convinzione implicita che l’intelligenza sia innata e fissa, che imparare sia meno importante che essere intelligenti e che in fondo le persone di talento non debbano fare nessuno sforzo per raggiungere certi traguardi.

Queste persone considerano le sfide, gli errori e la necessità di fare un qualche sforzo come una minaccia al proprio ego piuttosto che come opportunità per migliorare. E se il compito dovesse rivelarsi più difficile del previsto, perdono rapidamente motivazione e fiducia.

Lodare le capacità innate dei bambini rafforza di fatto questa mentalità impedendo loro di esprimere appieno il loro potenziale. Al contrario avere una mentalità di crescita incoraggia le persone a concentrarsi sul processo piuttosto che sull’intelligenza innata.

Fratelli maggiori più intelligenti degli altri

La professoressa ha svolto numerosi studi, sia su modelli animali che su studenti di varie età, per confermare le sue teorie e spiega che dopo diversi anni è giunta alla conclusione che esistono due tipi di studenti: chi ha una mentalità fissa e chi una padronanza orientata.

  • I primi credono che l’intelligenza sia una caratteristica “fissa” e quindi gli errori crepano la loro fiducia perche vengono attribuiti mancanza di capacità. Queste persone si sentono impotenti ed evitano le sfide perché perdere una sfida significa essere meno intelligente.
  • Chi è dotato di una padronanza orientata invece ritiene che l’intelligenza è malleabile e possa essere sviluppata col duro lavoro e l’educazione. Queste persone danno più importanza al processo di apprendimento e mirano prima di tutto ad imparare, per loro le sfide sono energizzanti e non intimidatorie perché sono un’opportunità per imparare. Gli studenti dotati di una tale mentalità sono destinati ad avere maggiore successo accademico.

Come coltivare una mentalità di crescita nei figli?

La psicologa consiglia di raccontare spesso storie che parlano dei successi derivanti dal duro lavoro e di non sprecare lodi sulla loro intelligenza.

Ad esempio uno studio che ha coinvolto bambini di quinta elementare ha mostrato che lodando l’intelligenza si incoraggia la mentalità fissa. Meglio focalizzare la lode non su un talento innato ma sul risultato brillante ottenuto grazie al duro lavoro. No, quindi, a lodi generiche (“sei un bravo artista”), sì ad una lode accuratamente formulata. L’apprezzamento per il processo usato dal bambino per realizzare qualcosa favorisce la motivazione e la fiducia e aiutano il bambino a concentrarsi sulle azioni che portano al successo.

Giochi per l'intelligenza, giocare con i colori
Ecco un elenco di frasi che possono rafforzare una mentalità di crescita
  • Hai fatto un buon lavoro per questo disegno.
  • Mi piacciono questi dettagli che hai aggiunto ai volti
  • Hai studiato bene per l’esame, hai letto i contenuti più volte, ha ripetuto e ha davvero funzionato
  • Mi piace il modo in cui hai tentato diverse strategie per risolvere quel problema di matematica fino a quando non ci sei riuscito
  • E’ stato un compito duro ma sei rimasto alla scrivania e hai mantenuto la concentrazione.

  • Bello questo progetto di scienze, stai imparando un sacco di cose
  • Hey ragazzo, questo compito è difficile e divertente.
  • Mi spiace, se è troppo facile non è divertente, facciamo qualcosa di più impegnativo
  • Raccontiamoci a turno una cosa per la quale abbiamo lottato e dalla quale abbiamo imparato. Inizio io per prima.
  • Gli errori sono così interessanti: ecco un meraviglioso errore. Vediamo cosa possiamo imparare da esso.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0