gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come si può predire il carattere del bambino?

/pictures/20151030/come-si-puo-predire-il-carattere-del-bambino-3145141007[1664]x[693]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Esistono dei metodi per capire sin dai primi mesi di vita come sarà il futuro del bambino? Ecco cosa dice la scienza

Come sarà il futuro del bambino

Come sarà il futuro del vostro bambino? Adesso è ancora piccolino e sembra essere un dolce e paffuto neonato, ma chissà se quando crescerà sarà ancora dolce e timido, oppure un po’ pazzerello, se assomiglierà al papà oppure al fratello maggiore. Esiste un modo per prevedere la personalità del bambino?

Molti studi si sono posti questa domanda e hanno cercato di rispondere analizzando la questione da diversi punti di vista, prendendo in considerazione, ad esempio, il mese di nascita, l’ordine di nascita, il carattere dei primi giorni di vita.

gpt native-middle-foglia-bambino

La psicologa americana Linda Dunlap spiega che il temperamento è una cosa con cui si nasce e spesso resta costante per tutta la vita. Ciò vuol dire che se nelle prime settimane di vita il bambino vi sembra irrequieto e agitato è probabile che questa indole rimarrà anche nel corso degli anni.

In effetti lo confermerebbe anche una ricerca condotta dall’Università dell’Iowa: i bambini che a 3-4 settimane sono particolarmente esigenti hanno maggiori probabilità di diventare bambini più ansiosi. Ma un’altra ricerca condotta ad Harvard ha anche suggerito che la personalità della maggior parte dei bambini può cambiare nel corso del tempo. Si tratta dell’80% dei bambini. La maggioranza, insomma.
Questo perché il cervello matura e si sviluppa e il bambino impara a controllare meglio le sue emozioni.
Quindi niente paura. Se il vostro bambino di poche settimane piange tutto il tempo non è detto che lo farà ancora per anni.

E’ quindi indubbio che il temperamento è influenzato da componenti ereditarie, ma è anche estremamente plasmabile dall’ambiente esterno e dal comportamento dei genitori.
Spesso sono proprio loro a compiere errori, anche in buona fede, che non fanno che radicare un carattere agitato o irrequieto.

Per questo è importante evitare sin da subito di dare al bambino delle etichette. Stabilire immediatamente che il bambino è timido, oppure è irrequieto significa trasmettergli questa convinzione.

Esistono, ad ogni modo, dei fattori che possono influenzare la personalità del bambino.

Quanto il Dna dei genitori influenza i figli

L’ordine di nascita

Numerosi studi hanno affrontato la questione. Proprio recentemente una ricerca ha concluso che i primogeniti sembrano essere più sicuri di sé, avrebbero un quoziente intellettivo più alto e maggiori probabilità di avere successo nella vita. Questo perché il primogenito riceve maggiori attenzioni da parte dei genitori e più tempo a lui dedicato. Ma nascere per ultimo o nel mezzo tra due fratelli non è necessariamente negativo. Il fratello di mezzo può diventare maestro del negoziato e del compromesso, l’ultimo arrivato invece deve competere per ricevere attenzioni e quindi tende ad essere brillante ed estroverso e anche molto simpatico e spiritoso.

E i figli unici? Dimentichiamo il pregiudizio secondo cui il figlio unico cresce viziato e solitario. In genere sono più maturi ed affidabili, trascorrono una enorme quantità di tempo insieme agli adulti e anche se non hanno compagni di gioco quotidiano non sembrano essere destinati ad avere problemi nelle abilità sociali.

Il consiglio per tutti i genitori? Fare il possibile per trascorrere del tempo da soli con i figli più piccoli come è stato fatto con i primogeniti all’epoca. Evitare di fare sempre confronti tra i fratelli.

Intelligenza

E’ possibile valutare l’intelligenza del bambino sin dai primi mesi di vita? Gli esperti rispondono di sì. Sin dai primi giorni il bambino riesce ad assorbire le informazioni e a ricordarle e questo sta alla base dell’intelligenza. Non è possibile, ovviamente, stabilire se il bambino diventerà uno scienziato, ma è certamente possibile capire se lo sviluppo cognitivo procede normalmente verificando che il bambino metta a frutto ciò che apprende giorno dopo giorno.

Come possono i genitori capire se l’intelligenza del bambino si sta sviluppando normalmente? Gli esperti suggeriscono di dare al piccolo un compito, ad esempio cercare di afferrare un oggetto, e osservare in che modo si concentra per riuscirci. I bambini che riescono a concentrarsi su una cosa per un certo tempo senza annoiarsi hanno il tipo di tenacia che li aiuterà ad eccellere nella vita.

Aiutare il bambino a sviluppare la sua intelligenza è uno dei compiti del genitore. In che modo? Leggendo libri ad alta voce sin da piccoli, parlando con lui, giocando con lui, indicandogli i nomi degli oggetti e stimolarlo a ricordare, creare un ambiente di gioco stimolante.

E infine ecco alcuni falsi miti che è meglio sfatare subito:

  • se il vostro bambino ama il ciuccio non vuol dire che tarderà a parlare
  • se il bambino ha la testa grande non vuol dire che anche il suo cervello e la sua intelligenza lo siano. L’intelligenza si basa sul numero e la qualità di interconnessioni tra neuroni  e non sulle dimensioni della testa
  • se tenete sempre in braccio il vostro bambino non vuol dire che diventerà un adulto viziato e incontentabile. Anzi, soddisfare i bisogni emotivi e di affetto aiuta il bambino a diventare una persona sicura di sé
  • se il bambino non ama i piselli o gli spinaci non vuol dire che diventerà un tipo schizzinoso. I bambini cambiano gusti giorno dopo giorno, riproponete ogni alimento in dosi diverse
  • se il bambino ha mosso i primi passi molto presto non vuol dire che sia destinato a diventare uno sportivo, deve comunque sviluppare il desiderio di voler fare sport
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0