gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Insegnare ai bambini a stare a tavola

Le regole per stare a tavola sono una conquista per la crescita del bambino. Ecco come insegnargli a stare a tavola, mangiare tutto e correttamente

INSEGNARE A STARE A TAVOLA - Stare a tavola e gustare una buona cena è sicuramente un piacere, ma i bambini devono essere preparati per poterlo apprezzare. Alzarsi continuamente, lanciare oggetti, rifiutare parte della pietanza non è solo un comportamento che infrange le buone regole per stare a tavola, ma non permette ai bambini di nutrirsi con la consapevolezza del valore del cibo e dello stare insieme a cena, che in molti casi è l’unico momento in cui la famiglia si riunisce con calma dopo una lunga giornata fuori casa.

LEGGI ANCHE: Come farlo mangiare da solo? Risponde la pedagogista

Insegnare ai bambini a stare a tavola è una vera “missione educativa”, come sostiene Madeleine Deny nel suo libro “L’alimentazione, consigli e astuzie nel quotidiano”. Osservando i comportamenti a tavola dei bambini, si deduce presto che mangiare in modo composto non è un atteggiamento spontaneo, presenta invece dei limiti da superare come l’abitudine a prendere il cibo con le mani, a giocare con ogni oggetto vicino al piatto o rifiutando di stare seduti per tutta la durata di una cena.

Le regole per stare a tavola sono una conquista con la crescita del bambino che si insegnano non solo per ragioni di etichetta, come andare al ristorante con tutta la famiglia, ma per permettere al bambino di imparare quella calma che gli permette di mangiare correttamente, assumendo tutti i cibi che gli vengono proposti per arrivare a rispettare le regole di un'alimentazione equilibrata, come ha bisogno per la sua crescita.

Si insegna ai bambini a stare a tavola con un piano ben organizzato in cui tutti i membri della famiglia collaborano nell’intento. Madeleine Deny ha individuato una strategia per ognuno degli ostacoli che si incontrano in questa fase.


LEGGI ANCHE Mangiare da solo, come e quando

Cosa fare se il bambino non sta seduto a tavola?
Un coinvolgimento maggiore durante il pasto riesce tenerlo seduto e attento: si pongono delle domande sulla sua giornata, come se fosse una persona grande, gli si assegnano piccoli incarichi come passare il pane o avvisare quando suona il timer.

Come insegnare ai bambini a mangiare tutto?

Spesso il loro rifiuto inizia appena vedono il piatto pieno, segno che non è per sazietà che avanzeranno il pasto ma per timore che la loro piccola tortura non abbia mai fine. L’appetito migliora se si presentano piccole quantità di cibo per volta: una tazza di minestra, solo alcuni bocconi di carne e un pomodorino. Sarà il bambino a chiedere altro cibo e imparerà che è in grado di terminare la cena.

LEGGI ANCHE:
Le bugie che i genitori raccontano per far mangiare i figli

Come fare mangiare il minestrone?

La presentazione è l’arte della cucina. Se il bambino non vuole mangiare il minestrone, si può proporlo in una piccola ciotola, con qualche crostino, un pezzetto di formaggio o raccogliendo solo le verdure su un cracker. Pian piano i bambini si abituano al sapore e proveranno ad aumentare le dosi

a cura di Daniela Poggi

BAMBINI AL RISTORANTE (FOTO)

gpt native-middle-foglia-bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0