Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Come diventare Genitori Più

Genitori più e le sette regole: un aiuto per la salute dei bambini. Genitori più è una campagna a cura del Ministero della Salute per la promozione della salute fisica e psicologica dei bambini

genitori-piuG

enitori più è una campagna a cura del Ministero della Salute per la promozione della salute fisica e psicologica dei bambini. Un’iniziativa importante che vede il patrocinio di on il patrocinio di: ACP (Associazione Culturale Pediatri), ASNAS (Associazione Nazionale Assistenti Sanitari); FNCO (Federazione Nazionale dei Collegi delle Ostetriche), IPASVI (Federazione Nazioanle Collegi Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari, Vigilatrici d'Infanzia), SIGO (Società Italiana di ginecologia e Ostetricia), SIN (Società Italiana di Neonatologia), SIP (Società Italiana di Pediatria), SITI (Società Italiana di Igiene).
Una vera e propria guida pensata affinché i genitori possano essere più informati sulle notizie e sulla novità relative alla salute dei più piccoli. Genitori più ha anche pensato a sette semplici ma fondamentali ed efficaci azioni  per proteggere i bambini.

1) Assumere l’acido folico
All’interno di Pianeta Mamma si è più volte sottolineato quanto sia importante. Genitori più ricorda come l’assunzione di acido folico aiuti a ridurre il rischio di avere un bambino affetto da anencefalia e spina bifida o altre malformazioni congenite. Viene sottolineata anche l’importanza del medico di fiducia a cui ci si può rivolgere per avere maggiori informazioni relative alla giusta quantità di acido folico da assumere anche nei mesi che precedono la gravidanza

2) Non fumare
Prematurità del feto, il raddoppio del rischio di basso peso alla nascita, raddoppio del rischio di mortalità perinatale, aumento del rischio della sindrome della morte in culla: queste sono le principali conseguenze che una mamma fumatrice può arrecare al bambino. Motivi più che ottimi per smettere di fumare. Stando inoltre ad alcuni dati contenuti all’interno del Sito del Ministero della Salute, le donne fumatrici avrebbero maggiori difficoltà a restare incinte e vanno incontro alla menopausa più precocemente delle donne non fumatrici

3) Allattare al seno
Tema dibattuto ampiamente e su quale probabilmente si parlerà ancora visto che nascono spesso nuove ricerche. Allattare al seno è sicuramente un’esperienza gratificante sia per la mamma che per il bambino che permette di creare un legame particolare. Il latte materno è importante anche nella prevenzione dalle patologie alimentari. Nel sito viene anche, giustamente, citato il latte in polvere: un valido aiuto che bisogna però conoscere bene nel caso in cui non dovessero esserci le condizioni per allattare al seno

4) Metterlo a dormire a pancia in su
La corretta posizione impedisce le terribili morte in culla (Sids). Voglio a questo proposito rendervi partecipi dei risultati a cui è giunto il Children’s National Medical Center dopo avere esaminato 24 tra le più diffuse riviste per donne di età compresa tra i 24 e i 40 anni. Non ci crederete ma più di un terzo delle foto pubblicate ritraggono i bambini in posizioni sbagliate: immagini fuorvianti che possono essere replicate in maniera inconsapevole dalle mamme e causare terribili conseguenze, prima fra tutte la Sids.

5) Proteggerlo con il seggiolino in auto
Non ci stancheremo mai di ripetere che i bambini in macchina, anche se si tratta di tragitti brevi, devono viaggiare sempre con adeguati dispositivi di sicurezza omologati.

6) Fare tutte le vaccinazioni
Tema molto attuale: solamente qualche giorno fa vi abbiamo informato di come molte mamme italiane non conoscano o comunque sia facciano poco uso dei vaccini. Genitori più ricorda come vaccinare il proprio bambino non protegga solamente lui ma anche quei bambini che, per particolari problemi immunitari, non possono essere vaccinati. Nel sito potete trovare anche numerose interviste a medici che parlano delle varie vaccinazioni come quella contro la difterite, il tetano e la rosolia

7) Leggergli un libro
Leggendo ad alta voce un libro stimolerete la fantasia del bambino. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato che i bambini che hanno potuto godere di questa esperienza hanno più facilità di approccio alla parola scritta. Ricordatevi comunque che deve essere un momento piacevole e non deve essere visto come un “qualcosa da dovere fare per forza”

Per maggiori informazioni: http://www.genitoripiu.it/index.html

Martina Braganti