gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Casa pericolosa: come evitare gli incidenti domestici dei bambini

Ennesimo caso assurdo riportato dalla cronaca. Una bimba di cinque anni è morta schiacciata dal televisore posto nella sua camera e al quale la piccola voleva cambiare canale. Ecco come queste tragedie potrebbero e devono essere evitate

Ennesimo caso assurdo riportato dalla cronaca di oggi. una bimba di cinque anni è morta schiacciata dal televisore posto nella sua camera e al quale la piccola voleva cambiare canale. Ecco come queste tragedie potrebbero e devono essere evitate.

E' successo in provincia di Pavia, l'ennesima vittima di incidenti domestici è una bambina di cinque anni che da sola, in camera sua, stava armeggiando con un televisore 28 pollici cercando di cambiare canale o regolare il volume. Non è certo il primo caso, poco tempo fa un altro bambino era rimasto vittima di un incidente analogo.
Un'analisi della casistica registrata presso il reparto di Pediatria dell’Aso S.Croce di Cuneo nel periodo compreso tra l'1 luglio 2008 e il 10 marzo 2009 ha permesso di creare un "identikit" degli incidenti domestici più comuni che coinvolgono i bambini.

Sono 142 gli incidenti domestici che hanno visto il coinvolgimento di bambini di una fascia d'età compresa tra gli 0 e i 6 anni. Il numero più elevato di episodi é avvenuto nella fascia d'età che va dai 2 ai 6 anni, con 62 bambini coinvolti. In seconda posizione la fascia tra i 12 ed i 24 mesi, con 33 bambini feriti.

"Gli incidenti risultano correlati essenzialmente a fattori dipendenti dalle caratteristiche strutturali dell’abitazione, quali pavimento (40) e scale (6), nonché dalle caratteristiche connesse agli arredi del bagno (6); ovvero ad un fattore relativo alla presenza in ambiente domestico di materiali pericolosi (11 incidenti sono legati a prodotti chimici). I luoghi dove si verifica il numero maggiore degli incidenti sono la cucina (33), seguita dalla zona soggiorno (25), dalla camera da letto (25), dagli spazi aperti come il giardino (15), dal corridoio (10), dal bagno (9). In misura inferiore sono coinvolti: la camera da pranzo (3), il garage (3), la terrazza (2), il balcone ed il ripostiglio (2)". (Fonte: Targato Cuneo).

DETTO QUESTO, COME AVERE UNA CASA SICURA A PROVA DI BAMBINO?
Il bambino che inizia a gattonare e in seguito a camminare non è mai al sicuro nemmeno nel proprio ambiente domestico.
Anzi è stato dimostrato da studi recenti che è proprio la casa il luogo imputato per la maggior parte degli incidenti nei bambini al di sotto dei quattro anni. Gli incidenti più comuni sono i traumi e gli avvelenamenti.

E’ necessaria molta attenzione, di seguito verranno illustrati delle linee guida da seguire, ma ogni casa e soprattutto ogni persona le deve adattare al proprio ambiente, la sicurezza non è mai troppa e i bambini vanno sempre sorvegliati.

La cucina:
- prestare assoluta attenzione ai fornelli di casa, le pentole vanno posizionate nei fuochi più lontani e con i manici rivolti verso il muro
- non lasciare accendini o fiammiferi a portata di bambino
- le sostanze detergenti andrebbero messe in alto o sottochiave proprio per evitare di essere facilmente raggiungibili. Non utilizzare mai altro contenitore per travasare le sostanze detergenti della casa perché potrebbe trarre in inganno il bambino
- attenzione agli spigoli dei tavolini bassi, agli elettrodomestici quando sono in funzione e alle buste di plastica
- non lasciare lìoblò della lavatrice aperto, il bimbo potrebbe entrarci dentro

Il bagno:
- mai lasciare un bambino solo in bagno, questo è logico ma anche una piccola svista può causare un notevole pericolo. La vasca e di conseguenza l’acqua al suo interno non deve mai essere accessibile a un bambino solo. Attenzione agli scivolamenti sul pavimento bagnato, e soprattutto tenere i medicinali sotto chiave come i detergenti per la pulizia del bagno stesso
 
Il salotto:
- attenzione agli elettrodomestici e agli apparecchi hi-tech come stereo, DVD televisori. I bambini potrebbero giocarci con le dita e incuriositi potrebbero seguire i cavi elettrici della luce. Attenzione quindi ai cavi e le prese elettriche. A quelle inutilizzate adattare dei copri presa (questo vale per ogni ambiente della casa ma di solito è proprio nella sala o nel soggiorno dove i bambini giocano frequentemente che capitano più incidenti)
- se avete una libreria attenzione alla sistemazione degli oggetti sugli scaffali; non lasciare cose in bilico che potrebbero cadere sul bimbo che si trova a giocare sul pavimento sotto di essa
- stesso dicasi per elettrodomestici raggiungibili dai bambini, non vanno mai messi in bilico, il bambino può farseli cadere addosso

La cameretta:
le sponde del  lettino devono essere sufficientemente alte, la distanza tra le sbarre deve essere inferiore agli otto centimetri e il materasso deve coprire tutta la superficie della rete. Non lasciare mai il bambino solo sul fasciatoio anche se cade qualcosa per terra non distrarsi inutilmente raccogliendolo.

La terrazza:
attenzione alle ringhiere delle finestre e soprattutto dei balconi che devono essere alte. Nel caso non lo fossero abbastanza attrezzarsi con reti, paraventi e quant'altro al fine di rendere la protezione più adeguata. Non mettere vasi accanto alle ringhiere perché il bambino montando sopra di essi potrebbe sporgersi troppo nel vuoto. Lo stesso vale per le sedie o i mobili da giardino

All’aperto:
attenzione se i bambini giocano vicino all’acqua, nelle piscine per bambini potrebbero addirittura annegare; attenzione se in giardino è presente un pozzo, oppure siete al lago o al mare. Nel giardino di casa osservate che il bambino non si metta in bocca foglie, manciate di terriccio o oggetti trovati per terra, attenzione infine alle sostanze chimiche usate per il giardinaggio che potrebbero finire accidentalmente in mano al bambino o peggio ancora, nella sua bocca.

Le scale: 
in quelle interne vanno sistemate due cancellini uno in cima e uno in fondo ad esse. Le altre scale devono sempre essere scese e salite accompagnando il bambino

Infine prestare attenzione ai giochi del bambino, soprattutto quelli regalati che non avete comperato voi. Attenzione alle parti dei giochi che potrebbero staccarsi o potrebbero essere inalate. Controllare  che il marchio di origine europea (CE) sia sempre presente.
Evitare assolutamente di far dormire i bambini con catenelle, nastri o altro che potrebbe soffocarli. Non far giocare da soli i bambini con i palloncini di lattice che scoppiando potrebbero lasciare delle parti facilmente inalabili.

Siamo state tutte delle bambine e leggendo quanto sopra forse a qualcuna di noi è tornato alla mente uno scampato pericolo o un brutto ricordo. Anche se la casa non sarà mai sicura al cento per cento, la mamma deve esserlo delle proprie capacità di seguire con estrema attenzione la propria piccola peste alla scoperta del mondo

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0