gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Bambino con le scarpe rosa, si accende il dibattito

La notizia del bambino andato a scuola con le scarpe rosa scatena il dibattito: ci sono ancora troppi pregiudizi sui giochi dei bambini e la loro futura identità sessuale?

La notizia della mamma inglese che ha permesso al figlio di andare a scuola con un paio di ballerine rosa (LEGGI) ha scatenato un acceso dibattito sulla nostra pagina Facebook. Questa mamma era stata duramente criticata da amici e parenti per il fatto di aver permesso al figlio di indossare qualcosa da femmina. Ed accusata che, se da grande il figlio diventerà gay, sarà solo colpa sua. Come se un paio di scarpette rosa possano veramente determinare l'identità sessuale di questo bambino.



LEGGI ANCHE: Parlare con i bambini delle differenze di genere



Il piccolo le aveva scelte perché erano zebrate (e a lui piacciono molto le zebre). Non importava il colore. La mamma ha provato a spiegargli che nella nostra società il rosa è associato alle bambine, ma alla fine ha deciso di accontentarlo. Ha veramente fatto una cosa così sbagliata? E quanti sono ancora oggi i pregiudizi che esistono su quello che deve essere solo per bambine e quello che invece deve essere solo per bambini?

Viviamo ancora in un mondo che considera in maniera sbagliata se un bambino gioca con le bambole o se vuole fare danza? E perché queste semplici attività, che magari fanno semplicemente divertire il bambino e sono considerate dal bambino stesso senza malizia, vengono invece analizzate dagli adulti con un significato sessuale?







Gran parte del dibattito è incentrato su quella che sarà l'identità sessuale di questo bambino da grande. Ma veramente un paio di scarpette rosa, indossate ingenuamente a 5 anni, potranno determinare se questo bambino da grande sarà eterosessuale o omosessuale?

Vi riportiamo alcuni commenti lasciati sulla nostra pagina Facebook per continuare insieme il dibattito. Tra chi avrebbe preferito non mandarlo a scuola o dargli uno schiaffo e fargli passare la voglia di mettersi quelle scarpe e chi invece difende la mamma perché ha fatto bene a lasciare il figlio libero di esprimersi, ecco cosa pensano le nostre mamme sul social network.



LEGGI ANCHE: Maschi che vogliono vestirsi da femmina: come comportarsi?



"L'abito non fa il monaco... sono solo pregiudizi retrogadi e sciocchi".
"Questa mamma è da apprezzare perché ha lasciato libertà di espressione al bambino, magari lui voleva provare per curiosità non è detto che si vestirà così sempre...".
"Io preferisco un figlio libero e felice piuttosto che un figlio depresso perché costretto a reprimere i suoi impulsi".
"Mio figlio non esce di casa vestito come un pagliaccio. I bambini vanno educati, altrimenti pensano che il pagliaccio sia tu".

"Nel nostro mondo che se già ti chiami con un nome diverso ti prendono in giro fino alla maturità pensa un bimbo con delle ballerine da bimba... e non penso che tutte le mamme vogliono far sentire i propri figli ridicoli in mezzo alla gente".
"Non vi lamentate se poi diventano gay".
"Non bisogna assecondarli in certe cose???? Ma che cosa ha fatto questa madre di così sconcertante??? A già, ha dato una lezione di vita al figlio, senza violenza e cn libera scelta di pensiero e opinione... e ovviamente in un mondo dove l'ignoranza regna sovrana, è atroce".

"Ma chi dice che il rosa è delle femmine e il blu dei maschi? E chi dice che le ballerine sono delle femmine e la cravatta dei maschi? Allora se è così donne mettete di nuovo le gonne e non mettete più i pantaloni... io sto insegnando al mio piccolo a pensare con la sua testa e spero di farcela... per me questa mamma è stata brava".
"I genitori hanno l'obbligo di educare e non di assecondare, hanno l'obbligo di spiegare e di trasmettere usi e costumi con fermezza per non generare equivoci, mai essere permissivi, bisogna essere autorevoli e bisogna far passare questo comportamento e farlo accettare; solo così non si rischia di allevare bambini deboli, insicuri".



LEGGI ANCHE: Il mondo è ancora rosa per le bambine e blu per i maschietti?



"I bambini devono essere liberi di esprimersi e di assecondare i loro impulsi, avranno tempo poi nella vita per fare le loro distinzioni e scelte, ma almeno ci arriveranno senza pregiudizi, poveri bambini che vengono plagiati da genitori che credono di poter gestire la vita dei figli come meglio credono, i figli non sono una nostra proprietà, noi dobbiamo seguirli e offrirgli tutto il necessario per crearsi una loro vita e una loro felicità, di qualsiasi cosa si tratti!! Metti pure che sia gay, non c'è nulla di male, è per colpa di gente come voi che ancora vengono discriminati, come potete pensare che vostro figlio possa essere felice se i primi a giudicarlo sono proprio i genitori?".
"Non capisco perché già dall'asilo bisogna ficcare in testa ai bambini le restrizioni mentali che hanno i grandi! Si dovrebbe imparare tanto da quei bimbi che non lo hanno preso in giro, che non giudicano per un paio di scarpette invece di star qui a sputar sentenza con la certezza di avere sempre verità in mano".

"Mamme non siate ipocrite, nessuna di voi sarebbe contenta di una cosa del genere. E soprattutto non giudicate chi ha il coraggio di dire ciò che pensa, e ciò che pensa il 90% delle persone. Siete sempre quelle che si sono stupite quando hanno saputo che Ricky Martin e Tiziano Ferro sono gay. Non penso che la vostra reazione cambierebbe se al posto loro ci fosse vostro figlio. Che poi una donna lo accetta per amore del proprio figlio, è un discorso a parte. Ma non ditemi che siete felici di una condizione in cui si potrebbe trovare vostro figlio, sapendo di vivere in una società di persone ottuse e ignoranti e dove a trovarsi a sentirsi a disagio sarà proprio lui".

"E allora da domani mandate i vostri figli maschi con i fiocchi in testa e le ballerine, poi se tornano a casa piangendo fatevi una bella risata, daltronde va accontentato no? Il problema è che essendo nel 2012 o dici evviva che bello avere un figlio gay o sei razzista. Ormai siamo in un mondo dove una maestra non può neanche sgridare un bambino che si ritrova le denunce di tutte le mamme come voi. Poi vi ritrovate figli di ogni genere. L'educazione è una cosa, ma stargli dietro e cercare di indirizzarlo verso una direzione giusta è tutto un altro. Appoggio in pieno la mamma che dice che a 5 anni non sono in grado di decidere cosa è giusto e cosa è sbagliato. Mi piacerebbe sapere anche il pensiero del padre di questo bambino nella foto, non solo della mamma. E qui potete tutti immaginare perchè non è stato pubblicato".

"C'è un sacco di ignoranza in giro. Quando diciamo che un omosessuale è deviato mentalmente, quando diciamo che è sbagliato che un bambino si metta le scarpe rosa, siamo noi a creare intolleranza, e quindi non stupiamoci quando i bambini da adulti diventano violenti e non accettano la diversità. Onestamente paragonare scarpe rosa ad un fucile mi sembra l'apoteosi dell'ignoranza".
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0