gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Di cosa i nostri bambini hanno davvero bisogno (e di cosa no)?

/pictures/20160726/di-cosa-i-nostri-bambini-hanno-davvero-bisogno-e-di-cosa-no-2396023697[4927]x[2052]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Di cosa non hanno bisogno i bambini? Noi mamme vorremmo che non mancasse mai nulla ai nostri figli, ma spesso sovrastimiamo le loro reali necessità

Di cosa non hanno bisogno i bambini

Poche altre cose ci tengono sveglie di notte quanto i bisogni dei nostri bambini. In questo periodo dell’anno, il grande evergreen è che avrebbero bisogno di un mese e perché no, anche due, al mare, con mamma e papà, invece che di essere parcheggiati in un campo estivo o simili. Peccato che abbiano più bisogno di un tetto sopra la testa e qualcosa da mangiare.

Questo esempio solo per dire che a volte noi mamme, nel tenero e comprensibile desiderio di fare loro avere TUTTO (quello che noi non abbiamo avuto e molto altro ancora) tendiamo a sovrastimare i loro reali bisogni. Ad esempio, i nostri bambini non hanno bisogno di centinaia di giocattoli, o del gadget all’ultimo grido. Non hanno bisogno di abiti firmati e di completino coordinati per l’asilo. Non hanno bisogno nemmeno di un mese al mare. Certo, fa bene alla loro salute e come esperienza, ma non ne hanno davvero bisogno.

Di cosa hanno davvero bisogno i bambini?

Invece può darsi che abbiano bisogno di qualcosa che stiamo trascurando perché va meno di moda, o perché nessuno ci critica e ci attacca per queste mancanze.

  • Investire sui bambini è investire sul matrimonio

Non hanno bisogno, ANZI, di avere sempre e ogni giorno la completa priorità sul vostro rapporto, diventando di fatto i vostri idoli incontrastati. E ancor meno gioverà loro vedere i genitori divisi o lontani sebbene ancora insieme.

  • Il tempo libero con la famiglia

La famigerata vacanza al mare vale quanto le domeniche passate allo zoo, o alla fattoria, o al museo. Tempo in cui si sta tutti insieme veramente, possibilmente senza cellulari e esplorando, osservando, sperimentando uniti in entusiasmo e curiosità.

  • Parliamo di vestiti e giocattoli

Hanno bisogno sì di vestiti, ma che siano autorizzati a sporcare, salvo forse di un paio per le occasioni speciali, se proprio ci tengono. Hanno bisogno di capi comodi e appropriati: gli scarponcini della giusta misura se si va in montagna, la giacca da pioggia per evitare di bagnarsi, il grembiule per aiutare in cucina. E sì, hanno bisogno anche anche di giocattoli che non facciano tutto da soli, ma che stimolino la loro creatività; non devono mai restare senza pastelli o fogli per colorare, vecchi scatoloni e bottiglie di plastica da trasformare in barchette e case di bambole, un barattolo del caffè dove conservare i loro tesori come pietre, foglie e conchiglie. E mai senza libri.

  • Hanno bisogno… di cibo

La mamma non è una cameriera che cucina ogni giorno e scrupolosamente il loro piatto preferito, ma colei che li spinge ad assaggiare cose nuove, che ogni tanto compra la pizza da asporto chè si è fatto tardi e che prepara la crostata più dura del mondo, ma che per loro sarà sempre la più buona, perché ha il sapore dei pomeriggi di pioggia.

  • Il sonno

Il sonno dei bambini va protetto: hanno bisogno di dormire tanto, in un ambiente tranquillo e sereno, di andare a letto presto e seguire orari appropriati alla loro età. Ma a volte hanno anche bisogno di fare uno strappo alla regola e restare alzati fino a tardi per un’occasione speciale: si dormirà di più la mattina dopo.

  • Incoraggiarli più che correggerli

I no aiutano a crescere, ma i sì dovrebbero superare i no. Da mamme non ci rendiamo conto appieno della potenza di un’affermazione come “sono orgogliosa di te”, ma forse, pensando da figlie, sì. Mai lasciare loro il dubbio che non li amiamo abbastanza.

  • I confini infine, i bambini hanno bisogno di confini

Non si tocca la presa elettrica. Non ci si sporge dalla finestra. Non si attraversa senza guardare. Devono sapere che siamo più che disposte a lasciarli sperimentare, ma un NO è un NO. Il confine tra genitore e figlio è di vitale importanza, e si costruisce anche attraverso confini saggi e invalicabili: nella vita non si può fare tutto. Quindi mamme, non crucciatevi se il figlio della vicina va al mare due mesi o il cuginetto ha sempre giocattoli all’ultimo grido o se non avete potuto iscriverlo al corso di nuoto per mancanza di budget: in fondo, l’unica competizione è quella con la persona che state guardando allo specchio.

Il barometro per capire se i vostri bambini sono felici e appagati nei loro bisogni non è il confronto con amici e parenti: essere genitori è… una tempesta! Ma nel loro sorriso spesso si trovano tutte le risposte.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0