gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

“Apriamo quella porta!”: la campagna sociale per i minori

Al via la campagna solidale con testimonial Simona Ventura a sostegno delle attività di accoglienza e cura dei minori, vittime di maltrattamenti in famiglia

CAMPAGNA SOCIALE MINORI APRIAMO QUELLA PORTA - Per la prima volta in Italia, tre organizzazioni non profit si mettono insieme per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delicato dell’accoglienza dei minori allontanati dalle famiglie a causa di maltrattamento e altri gravi traumi.

Sono l’Associazione CAF Onlus, L’Impronta Onlus e la Cooperativa Sociale il Segno, riunite per l’occasione in una Associazione Temporanea di Scopo, i promotori della campagna sociale “Apriamo quella porta!” che avrà come testimonial unico la nota presentatrice televisiva Simona Ventura. La nota presentatrice italiana infatti è già da tempo impegnata, attraverso la sua Fondazione, nel sostegno di queste tre realtà di accoglienza minorile sul territorio.

Comunicazione non violenta con i bambini: i consigli

L’iniziativa, che partirà il 29 settembre con una raccolta fondi realizzata tramite SMS solidale, sosterrà le attività di accoglienza e cura dei minori all’interno delle strutture che le tre Organizzazioni promotrici hanno sul territorio italiano.

Dal 29 settembre al 12 ottobre si potranno donare quindi 2 euro per ogni sms inviato al 45503 da cellulare privato Tim, Vodafone, Wind, 3, Postemobile, COOPVoce, Noverca. Per ogni chiamata effettuata allo stesso numero 45503 tramite un telefono di rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb si potranno donare 2 o 5 euro, da rete fissa Teletu e TWT si potranno donare 2 euro.

apriamo-quella-porta-campagna-solidale-minori-vittime-maltrattamenti

I fondi raccolti grazie alla numerazione solidale saranno destinati a:

ASSOCIAZIONE CAF – copertura dei costi relativi alle terapie psicologiche e al supporto psicopedagogico, fondamento del modello di cura dei bambini dai 3 ai 12 anni accolti nelle tre Comunità Residenziali dell’Associazione.

All’interno di queste strutture, infatti, i minori che hanno subito ferite relazionali profonde, seguono un percorso educativo e rieducativo personalizzato sulla base dei problemi individuali con il supporto di un’equipe multidisciplinare formata da educatori, pedagogisti, psicologi, psicoterapeuti e neuropsichiatri infantili, che offrono anche un aiuto alle famiglie d’origine e alle famiglie affidatarie.

In Italia centomila bambini vittime di maltrattamenti

Cooperativa Sociale IL SEGNO – copertura delle spese di assunzione di un nuovo educatore professionale necessario a mantenere i requisiti di legge per il numero di minori accolti. Negli ultimi anni, infatti, l’aumento delle richieste di accoglienza ha spinto la Cooperativa ad ampliare la sua capacità ricettiva con l’apertura di due nuove strutture.

Sostegno dei costi di supervisione necessari per l'aggiornamento continuo del personale qualificato fondamentale per l’accoglienza di minori con profili diagnostici sempre più gravi e complessi.

L’IMPRONTA Onlus – ampliamento della capacità ricettiva della Comunità Residenziale Casa Scricciolo che accoglie bambini e adolescenti fra i 4 e i 14 anni provenienti da contesti familiari gravemente problematici.

L’Associazione Impronta intende parallelamente ampliare il numero di minori accolti nella Comunità Diurna per Minori, nata come risposta di accoglienza innovativa in quelle situazioni in cui ci sia ancora margine per lavorare in sinergia con la famiglia del minore.

La violenza sulle donne e quella indiretta sui bambini

Luisa Pavia, Amministratore Delegato dell’Associazione CAF  e Rappresentante dell’ATS promotrice della campagna “Apriamo quella porta!” dichiara - “Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione straordinaria fra più Enti impegnati da anni sul territorio per uno stesso scopo: offrire a minori deprivati dell’affetto o delle cure minime necessarie a crescere in maniera sana ed equilibrata, un luogo protetto in cui depositare i macigni che hanno nel loro cuore, per poter tornare ad essere bambini senza doversi preoccupare degli adulti.

Siamo inoltre onorati che Simona Ventura abbia deciso di sostenere in prima persona questa campagna di grande rilevanza sociale, prestando la propria immagine e la propria popolarità a favore di un tema che le sta particolarmente a cuore”.

gpt native-middle-foglia-bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0