Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Ampliare il vocabolario sin da piccoli

Come favorire lo sviluppo del linguaggio nei bambini e aiutarli ad ampliare il proprio vocabolario sin da piccoli

di Jessica Cancila

Ampliare il vocabolario: Conoscere nuove parole e nuovi concetti

Cercando le parole si trovano i pensieri
Joseph Joubert

Le parole possono aiutare l'autonomia dei bambini, perchè permettono loro di seguire una conversazione o di leggere da soli un libro. Quali sono le migliori stategie per aiutare lo sviluppo del vocabolario (LEGGI) e quindi dei concetti e del pensiero?

LEGGI ANCHE: Linguaggio, il teatro delle parole


Lo sviluppo linguistico è alla base anche dell'apprendimento scolastico: infatti, tutte le materie vengono insegnate attraverso pratiche discorsive. Il ruolo della famiglia in questo percorso è fondamentale .
Un fenomeno da combattere è quello dell'analfabetismo di ritorno, “un fenomeno ormai riconosciuto della nostra società, che concerne giovani e adulti non più in grado di padroneggiare le competenze di base della lingua scritta, il leggere e lo scrivere, malgrado abbiano frequentato per intero la scuola dell’obbligo” (fonte )
Nella scheda che segue trovate le indicazioni pratiche, vi aspetto il prossimo giovedì con un altro approfondimento.

Le non-regole di questa settimana per sviluppare la “Ampliare il vocabolario”:

• A scuola e in famiglia, è possibile organizzare l'approfondimento del lessico in modo da dedicare una settimana ad un ambito specifico: ad esempio, la campagna se abbiamo deciso di fare un gita; il mondo preistorico se stiamo per visitare un museo con i dinosauri; il mare se si avvicinano le vacanze.
• Il primo modo per introdurre nuove parole è quello di sostituire vocaboli di uso comune con altri più specifici o con dei sinonimi: il lessico quotidiano rischia a volte di essere semplice o ripetitivo, mentre ha in sé molte potenzialità.
• Nella quotidianità, si deve anche evitare di fare sempre uso del contesto: ad esempio, si dice spesso 'vieni qui', 'prendi quello', 'metti questo là'. E' molto utile dare ai bambini un modello meno contestualizzato di uso del linguaggio, sostituendo i termini deittici (là, lì. Questo, quello) con i termini specifici ('Metti il quaderno nello zaino'). Per sapere quanto i vostri bambini sanno usare un linguaggio svincolato dal contesto, ascoltateli quando parlano
al telefono oppure quando si rivolgono a persone che sono in un'altra stanza.
• Nuove parole possono essere introdotte descrivendo le azioni in corso: 'Guarda quell'areo!  Sta per decollare.'
• E' importante proporre parole di tutte le classi: nomi, verbi, aggettivi...
• A volte, si possono anche spiegare le nuove parole attraverso una breve definizione. In questo modo, si aiutano i bambini a sviluppare la competenza metalinguistica, cioè l'abilità a riflettere sul linguaggio e non solo ad usarlo. Sempre per questo, è utile dare esempi e fare confronti tra le parole, ad esempio esplicitando la categoria ('la balena non è un pesce è un mammifero').
• E' fondamentale che le parole siano sempre legate all'esperienza: più numerose e intense sono le occasioni in cui si ascolatno e usano le parole e i concetti nuovi, più è facile che questi vengano appresi nella loro complessità: “Un uomo non ha orecchie per ciò a cui l’esperienza non gli ha ancora dato accesso” (Friedric Nietzche).

Per approfondimenti
La balena è un pesce? Significati e relazioni tra le parole
Bebè in ascolto: come favorire lo sviluppo comunicativo e linguistico nei bambini da 0 a 3 anni
Costruire le basi per l’apprendimento scolastico: in famiglia
Promozione linguistica e analfabetismo di ritorno

Contatti
Il nostro gruppo Facebook per restare aggiornati e scambiarci opinioni: Parlare con i bambini
Se volete inviarci racconti, video o fotografie dei vostri giochi con le parole, scrivete a: parlareconibambini@gmail.com

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA NOSTRA LINGUISTA