gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Svezzamento e prime pappe

Lo svezzamento, ovvero il momento in cui si educa il bambino a bere dal biberon e in seguito a prendere le prime pappe, segna un passaggio fondamentale della vita

SVEZZAMENTO BAMBINI PRIME PAPPE - Per quanto amorevole e meravigliosa sia, ad un certo punto sia noi che il nostro bambino avremo bisogno di abbandonare la pratica dell'allattamento al seno!

SCOPRI ANCHE: Svezzamento dei bambini, la tabella degli alimenti


Lo svezzamento, ovvero il momento in cui si educa il bambino a bere dal biberon e in seguito a prendere le prime pappe, segna un passaggio fondamentale della vita. 
 
Simbolicamente rappresenta il completamento di quella rottura avviata con il taglio del cordone ombelicale
 
Il bambino si emancipa totalmente dalla madre, diventando indipendente sulla nutrizione, fondamento primo della sua sopravvivenza. Per le mamme che hanno latte si consiglia di procedere allo svezzamento solo dopo i sei mesi. Il primo accorgimento da tenere presente è la gradualità con cui si dovranno svolgere tutte le operazioni. 
 
 
Inizieremo con l'intervallare il biberon al seno, aumentando di giorno in giorno le poppate artificiali. Il bambino non si accorgerà della sostituzione delle poppate al seno e comincerà a percepire come naturale la tettarella. Pian piano nostro figlio sarà completamente svezzato.

Se al contrario dovesse manifestare maggiori difficoltà ad abituarsi, si può provare a modificare il contesto in cui avviene l'allattamento. Cambiare le luci o l'ambiente, può aiutare il bebe ad accettare un comportamento nuovo. 
 
svezzamento-prime-pappe-bambini
 
Alcuni bimbi hanno una sorta di autosvezzamento, rifiutano il seno materno mostrando preferenza per il biberon, in questo caso consultate il pediatra e agite di conseguenza. La diminuzione delle poppate al seno riduce gli stimoli alla ghiandola mammaria, tuttavia capita che la produzione di latte non termini. 
 
In questo caso è consigliabile valutare con il proprio medico a quale rimedio ricorrere per interrompere la formazione di latte.

LEGGI ANCHE: Svezzamento vegetariano: i consigli delle mamme

Prime Pappe.

Con le prime pappe invece il bambino avvierà un percorso di scoperta, si troverà a contatto con oggetti nuovi e sapori mai assaggiati. Le sue facce, i suoi gesti regalano alle mamme attimi di grande divertimento, e qualche macchia su tutine e pavimento. 
 
Generalmente le prime pappe possono essere somministrate quando il bebè riesce a stare seduto da solo così che possiate sistemarlo sul seggiolone in ogni caso un consulto con il pediatra sarà d'obbligo prima di iniziare a somministrarle. 
 
Per addolcire il più possibile la familiarizzazione del bebè con la pappa, è opportuno selezionare per lui strumenti appropriati come ciotoline e cucchiai di plastica infrangibile.

SCOPRI ANCHE: Svezzamento, cosa fare se il bambino non vuole mangiare

Il primo approccio del bambino sarà quello di toccare e sperimentare gli oggetti, così come farà per gli alimenti. Gradualmente il bambino capirà e comunicherà anche a noi le sue preferenze, manifesterà gusti e svilupperà modi di fare. Non stupitevi se lo vedrete spalmarsi la pappa in faccia o mettersi la ciotola in testa! 
 
Per lui questo è un momento del tutto nuovo, è in contatto con forme mai viste e deve capire cosa farne. 
 
 
Mostrargli come si mangia e sottolineare quando fa una cosa giusta lo aiuterà ad imparare, per quanto riguarda l'inevitabile caos che il pasto genererà, potete adottare piccoli accorgimenti.
 

Spogliate il bambino del tutto se è estate, o lasciatelo con il body, stendete un tappetino sotto al seggiolone e riempite i piatti con piccole quantità di cibo. Lasciate che il bambino si sporchi e sperimenti ma assicuratevi che mangi abbastanza. Gradualmente acquisirà sempre maggiore autonomia e ridurrà i danni. Divertitevi con lui e accertatevi sempre che alimenti e utensili siano i più adatti. 
 
Se il bambino si rifiuta di mangiare , cercate di stimolarlo associando il momento del pasto ad un gioco che farete insieme, incoraggiatelo ma prima assicuratevi che i motivi del rifiuto non siano altri. Crescendo asssaggerà sempre più pietanze fino a diventare un commensale alla vostra altezza.

Cercate di rendere sempre sereno il momento del pasto così che abbia sempre piacere a mangiare, un giusto rapporto con il cibo si impara da piccoli.

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0