gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Latte 'alla spina': costa meno ed è buonissimo!

Sempre più diffusi in tutta Italia i distributori di latte crudo: intero e genuino, saporito, cremoso, vivo, con tante vitamine. Ottimo per l'alimentazione dei bambini, ecco la mappa dei distributori sparsi per l'Italia

muccaSempre più diffusi in tutta Italia i distributori di latte crudo: intero e genuino, saporito, cremoso, vivo, con tante vitamine. Ottimo per l'alimentazione dei bambini (dal momento che il pediatra dà l'ok per il passaggio dal latte materno o formulato a quello vaccino), ma buono anche per gli adulti, ecco la mappa dei distributori sparsi per l'Italia.

Noi di Pianetamamma abbiamo conosciuto questa bellissima iniziativa grazie a Milk Maps. Milk Maps è un sito internet creato da Phase Web Agency per amore dell'ambiente e dell'informazione.

Grazie a questo sito, in un anno di servizio oltre 99.000 cittadini italiani hanno iniziato a consumare latte a chilometri zero (0 km), risparmiando all'ambiente emissioni di CO2 e centinaia di migliaia di contenitori di rifiuto (bottiglie di plastica e tetra-pak). Il tutto, bevendo un alimento fresco, locale, genuino

Che cos'è il latte crudo
Si definisce "latte crudo" il latte allo stato naturale, così com'è prodotto dalla mucca, prima ancora che essa venga pastorizzato e impacchettato. È latte che non ha subito trattamenti termici: crudo, intero e genuino, saporito, cremoso, vivo, con tante vitamine.

Cosa portare al distributore di latte crudo: portare con se una bottiglia di vetro. La bottiglia di vetro è lavabile (anche in lavastoviglie) e si può utilizzare moltissime volte, permettendovi di risparmiare e di non buttare via nulla facendo del bene, oltre che alle vostre tasche, anche all'ambiente. È consigliabile portare con se anche una borsa termica, per preservare la bassa temperatura del latte fino a casa vostra.

Come lavare la bottiglia di vetro: in lavastoviglie, oppure con acqua calda ed un goccio di aceto bianco per sgrassarla. Risciacquare con poca acqua, ma più volte.

Quanti giorni si conserva il latte crudo? 2 giorni crudo, 4 o 5 giorni se bollito (va bollito poco dopo l'acquisto).
Posso comprarne meno di un litro? Certamente, in base a quante monete inserisci nel distributore. Se 1 litro di latte costa 1 euro, con 50 centesimi puoi averne mezzo litro, o addirittura 20 cc inserendo 20 centesimi
Con che frequenza viene riempito il distributore di latte crudo? Quotidiana. Ogni giorno la "cartuccia" del latte rimasto viene sostituita con una piena
Che fine fa il latte rimasto nel distributore al momento della sostituzione? Viene utilizzato per fare ricotta e altri formaggi.

Perché comprare il latte crudo dai distributori?
- Conserva tutte le proprietà naturali
- È cremoso e dal gusto intenso
- Costa meno del latte che trovi nei supermercati

Vantaggi ambientali
- Meno camion sulle strade! Il latte crudo non viene trasportato per chilometri e chilometri, viene da vicino a te
- Meno rifiuti! Il latte crudo non è impacchettato (puoi andarlo a prendere con la tua bottiglia in vetro, lavabile e riutilizzabile)
- Nessuno spreco! Il latte non erogato dai distributori dopo 24 ore viene utilizzato per fare la ricotta e altri formaggi 

CLICCA QUI PER VEDERE LA MAPPA DEI DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI LATTE CRUDO IN ITALIA

L'iniziativa ti è piaciuta, ti ha incuriosito o stimolato a conoscere di più il processo di vendita diretta del latte crudo? Vuoi metterti in commercio o contribuire a diffondere questo messaggio di ecologia e sana alimentazione? Ecco cosa puoi fare

Per installare un distributore di latte crudo bisogna trovare:
- un allevatore che fornisca il latte crudo
- un produttore di macchine del latte crudo
- la normativa sanitaria e comunale che regolamenta la vendita di questo alimento; la trovi, rispettivamente, all'AUSL competente e all'URP del comune di competenza.

Chi può aprire un distributore di latte crudo? Di solito sono gli allevatori che producono il latte ad installare un distributore per vendere il loro latte direttamente al consumatore, saltando così la filiera che ne fa salire il prezzo e peggiorarne la qualità.

Se non sei un allevatore, ecco cosa puoi fare:
- informare un allevatore locale che esiste la possibilità di vendere il latte al dettaglio tramite queste macchine, incassando 1 euro per ogni litro di latte venduto
- fare pressione sulle amministrazioni politiche locali, affinché agevolino l'installazione di un distributore di latte (magari organizzando una raccolta firme a titolo di petizione)
- entrare nel business insieme ad un allevatore, proponendogli una collaborazione. Ad esempio: l'investitore acquista il distributore e divide con l'allevatore i ricavi della vendita del latte crudo al dettaglio.
Per contattare un allevatore della sua zona potrebbe rivolgersi direttamente all'associazione degli allevatori della sua provincia o, se non presente, della sua regione.

Elenco Associazioni Provinciali Allevatori (APA)
Elenco Associazioni Regionali Allevatori (ARA)

Tutte le informazioni sul sito Milk maps

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0