gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

In Texas nasce il primo parco acquatico per bambini disabili

/pictures/2017/06/22/in-texas-nasce-il-primo-parco-acquatico-per-bambini-disabili-3698957038[2038]x[849]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

In Texas nasce il primo parco acquatico progettato per le persone disabili. Si chiama Morgan's Inspiration Island e l'accesso è gratuito per bambini con "esigenze speciali"

Parco acquatico per disabili in Texas

In estate i parchi acquatici per bambini sono un must per i weekend delle famiglie. Soprattutto nei fine settimana sono sempre affollatissimi di adulti e bambini ansiosi di divertirsi e rinfrescarsi nelle giornate calde e afose.

Ma purtroppo non sono per tutti: generalmente infatti sono quasi totalmente inaccessibili a chi ha delle disabilità. Per questo sta facendo furore su internet la notizia che in Texas ha aperto il primo parco acquatico al mondo appositamente progettato per le persone disabili. Si chiama Morgan's Inspiration Island e il suo fondatore, Gordon Hartman, ha lavorato con medici, genitori, insegnanti, e terapisti al fine di “offrire un'ottima esperienza per gli ospiti in un ambiente completo, sicuro, confortevole e non troppo affollato”. E pare esserci riuscito: su internet le foto di bambini disabili in preda alla gioia mentre si godono le varie attrazioni del parco sono una meraviglia per gli occhi.

Estate con i bambini

I bambini con “esigenze speciali” possono entrare al parco in maniera gratuita. Si possono noleggiare gratuitamente carrozzine speciali chiamate PneuChair, leggerissime e prive di batterie, oltre che altri 2 tipi di sedie a rotelle tradizionali. Inoltre, i bambini vengono dotati di braccialetti rintracciabili che permettono i genitori di individuare subito i propri figli. Inoltre, per il personale c’è la possibilità di cambiare con rapidità la temperatura dell’acqua secondo le esigenze dei piccoli ospiti. E l’acqua viene continuamente filtrata prima di essere rimessa in circolo, per la sicurezza di chi ha problemi con le difese immunitarie.

Non è un parco speciale. È un parco di inclusione. Dà agli individui con esigenze fisiche o cognitive particolari la possibilità di divertirsi e giocare senza ostacoli. - dichiara Gordon Hartman.

Infatti, ogni area del parco è accessibile ai bambini e agli adulti disabili. La situazione attuale prevede che i parchi acquatici siano tenuti ad avere piscine accessibili anche ai disabili, ma nella maggior parte dei casi la questione finisce lì.

Situazione in Italia

In Italia, il riferimento è il progetto "Parchi per tutti: fruibilità per un'utenza ampliata”, promosso dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione per la Conservazione della Natura, per quanto riguarda i parchi naturali. Mentre per quanto riguarda i parchi divertimenti, moltissime informazioni si trovano sul blog parchipertutti.blogspot.com e sulla relativa pagina Facebook https://www.facebook.com/ParcoInclusivoPerTutti/.

Sono state le stesse fondatrici del blog a denunciare, soltanto un mese fa in un’intervista a a Ofcs Report, che tuttora sono solo 400 i parchi o giardini con almeno un gioco fruibile anche ai bambini disabili, mentre solo 40 possono definirsi realmente inclusivi. Inoltre, non esiste un censimento “ufficiale” dei parchi accessibili, e spesso anche quelli che lo sono in modo parziale sono dedicati unicamente ai bambini in carrozzina, escludendo quindi coloro che presentano disabilità di altro genere (fonte: rimininotizie.net). Sul sito http://parchipertutti.blogspot.ch è comunque presente un elenco dei parchi che hanno anche giochi accessibili, con relative descrizioni. Si tratta, generalmente, di normali campo giochi, ma non abbiamo notizia di un parco acquatico realmente inclusivo.

Morgan's Inspiration Island

Invece, nel caso di Morgan's Inspiration Island, si parla di oltre 25 ettari che comprendono attrazioni di ogni genere. Si possono fare giri in barca attraverso una giungla ricostruita, divertirsi sotto cascate di pioggia, suonare strumenti musicali acquatici e molto altro ancora. Il tutto all’insegna di un’esperienza non troppo stressante; inoltre, ci sono zone private dove si può godere della massima tranquillità, lontano dalla folla.

Oltre al lavoro svolto con medici e specialisti, ha avuto anche luogo prima dell’apertura una sorta di test: il parco è stato aperto a piccoli gruppi di persone con disabilità che hanno poi dato i loro feedback sulle attrazioni, proponendo eventuali cambiamenti. Morgan's Inspiration Island si trova accanto a un famoso parco acquatico “gemello”, il Morgan's Wonderland, aperto nel marzo 2010 e anch’esso completamente accessibile. "Quando il Morgan's Wonderland è stato aperto nel 2010, non sapevamo cosa aspettarci" ha detto Hartman. "Ma la popolarità del parco è cresciuta incredibilmente e ci ha incoraggiati ad aggiungere la Morgan's Inspiration Island”. È stato infatti proprio il Morgan's Wonderland il primo tentativo del suo fondatore, che lavorò ispirato dalla figlia, Morgan appunto, una ragazza dalle esigenze speciali. Una piccola area all’interno del Morgan’s Wonderland, detta Water Works, fece venire ad Hartman l’idea di creare un parco non solo accessibile, ma pensato per i disabili. Un terzo dei dipendenti del parco ha esigenze particolari. E il numero massimo degli ospiti è sempre limitato alla metà di quello che potrebbe effettivamente contenere il parco.

“Non si tratta di vendere biglietti, si tratta di offrire un servizio", ha dichiarato Hartman. Troppa folla non consentirebbe ai bambini di godere effettivamente la giornata. La sua speranza è che adattamenti di questo genere pian piano avvengano in tutti i parchi, perché in molti casi, secondo il suo parere si tratta di piccole modifiche. I due parchi fanno parte di una lunga lista di progetti messi in atto dalla Gordon Hartman Family Foundation e dedicati a bambini e ragazzi con disabilità. Ad esempio, un club di sport para olimpici e una scuola per bambini con esigenze particolari, la The Academy at Morgan's Wonderland, che vuole essere “un ambiente di apprendimento unico per aiutare gli allievi a raggiungere il massimo potenziale individuale”. I parchi di Hartmann e le altre strutture sono no profit, ma lui si dichiara immensamente soddisfatto della sua vita. “Non mi sveglio ogni mattina già stanco di dover lavorare, ma con la voglia di iniziare.”

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0