gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Siena for Kids: lo stupore della cultura a misura di bambine e bambini

/pictures/20160204/siena-for-kids-lo-stupore-della-cultura-a-misura-di-bambine-e-bambini-388181760[938]x[391]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Abbiamo avuto la possibilità di visitare Siena con Siena For Kids, un tour organizzato appositamente per le bambine e i bambini dai 4 anni in su. Matteo, 8 anni, e sua mamma Mariaelena ci raccontano la loro esperienza

Siena for kids

Abbiamo avuto la possibilità di visitare Siena con un tour organizzato appositamente per le bambine e i bambini dai 4 anni in su e, nonostante avessi visitato Siena moltissime volte, mai mi sarei aspettata di trovare luoghi e angoli affascinanti, ricchi di storia e cultura, al di fuori di quelli tradizionali. Matteo, mio figlio di 8 anni, non ha fatto altro che riprendere con la sua telecamera ogni cosa. E io lascerei parlare lui, per raccontare a tutti voi l'entusiasmo di questo viaggio che ha saputo coniugare divertimento, cultura, cibo e arte.

Matteo raccontaci: qual è stato il momento che più ti è piaciuto?

Senza ombra di dubbio la visita al museo civico di Siena quando sono arrivati Duccio di Buoninsegna e Simone Martini e si sono messi a discutere in dialetto sui dipinti. A me sono piaciuti soprattutto il buon governo e il cattivo governo, il primo perché ti fa capire che quando c'è un buon governo le persone vivono felici, il secondo mi ha colpito perché c'era la giustizia incatenata che non poteva liberarsi. E un paese senza giustizia come fa ad esistere?

I migliori musei per bambini in Italia

Quali sono i luoghi che abbiamo visitato?

Quando siamo arrivati ci hanno accolto in un B&B bellissimo che si chiama Palazzo Bulgarini ed è proprio accanto alla piazza principale di Siena, la nostra stanza era grandissima con il soffitto affrescato, mi avevano fatto trovare tavoli, colori, giochi in camera così non mi sono annoiato mai. Poi siamo andati a pranzo al ristorante Gallo Nero ed ho mangiato lo spezzatino con le patate più buono di quello che fa mia nonna! Poi abbiamo passeggiato in centro a Siena e l'assessore al turismo di Siena Sonia Pallai ha risposto a tutte le mie domande sulla città. Abbiamo visitato il museo d'arte per bambini di Siena e scoperto #sienafrancigenakids insieme ad una guida turistica vestita da Balia che ci ha raccontato la storia dei pellegrini che attraversavano la via Francigena. Poi siamo stati in giro per il centro di Siena con lei che, in ogni vicolo, piazza, angolino, ci raccontava un milione di storie. A cena abbiamo avuto l'onore di cucinare da soli per tutti i genitori! Certo, con l'aiuto di una cuoca d'eccellenza, la signora Lella che ha creato la prima scuola di cucina di Siena che ci ha guidati nella preparazione di alcune ricette della cucina toscana e senese durante il cooking show presso la Scuola di cucina di Lella e l’International Chef Academy of Tuscany.

Il giorno successivo, dopo una colazione abbondante nel B&B, abbiamo partecipato alla caccia al tesoro naturalistica organizzata all'interno dell'orto botanico di Siena in cui abbiamo potuto classificare le diverse specie di piante e abbiamo ricevuto in dono la matita Sprout che si pianta una volta consumata e contiene dei semi che cresceranno in vaso al suo interno. Dopo questa entusiasmante avventura siamo andati a mangiare all'Orto de' Pecci, un ristorante che prepara i pasti con prodotti coltivati nell'orto e che sono curati da una cooperativa di sostegno alle persone in difficoltà. In questa occasione ho intervistato l'assessore Sonia Pallai e le ho chiesto per quale motivo nasce #sienaforkids. Lei è stata molto gentile e mi ha risposto che per la città di Siena le bambine e i bambini sono molto importanti e che vogliono favorire la diffusione della cultura e delle tradizioni affinché non vadano perdute. Subito dopo abbiamo visitato il Museo Civico di Siena per “Teatro al Museo” ed è stato lì, che come detto all'inizio, ho conosciuto Simone Martini e Duccio di Buoninsegna che erano i pittori che hanno realizzato la maggior parte delle opere che abbiamo visto.

In quell'occasione ho intervistato il sindaco di Siena e gli ho chiesto come fa a garantire la sicurezza della città. Lui si è messo seduto davanti alla telecamera e ha risposto che la città è divisa in contrade e che all'interno di ogni contrada sono i cittadini stessi che si spendono per il benessere, per promuovere la legalità e mantenere la sicurezza. Abbiamo poi avuto l'onore di visitare in anteprima la Sala dei Costumi del Palio nel Palazzo Pubblico dove alcune guide ci hanno raccontato la storia e le tradizioni del famoso Palio di Siena che si svolge il 2 Luglio e il 16 Agosto di ogni anno.

Dopo tutte queste emozionanti avventure abbiamo cenato presso il ristorante Papei sulla piazza del mercato di Siena. Mi è dispiaciuto molto tornare a casa. Sarei voluto rimanere a Siena ancora qualche giorno ma la mia mamma ha promesso che torniamo presto anche con il mio papà così posso fargli rivedere tutto quello che mi è piaciuto tanto.

Matteo Pulcinelli e Mamma Mariaelena La Banca

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0