gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Quando iniziare lo sci in età pediatrica

/pictures/20160104/quando-iniziare-lo-sci-in-eta-pediatrica-1826652851[4275]x[1786]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Quando far iniziare lo sci ai bambini ? La pediatra ci consiglia come far avvicinare i più piccoli ad uno degli sport invernali più divertenti

Quando far iniziare lo sci ai bambini

È tempo di neve, tempo di slitte e sci. Anche chi non è un grande amante e appassionato della montagna non può resistere di fronte alla frenesia, alla gioia e all’entusiasmo che i bambini dimostrano di fronte alla neve e al loro desiderio di provare a scivolare sulla neve, con sci, slitte, snowboard, di imparare a sciare, o più semplicemente tirarsi palle di neve o creare fantastici pupazzi di neve.

Gli sport invernali sono discipline sportive che possono essere praticate all’aperto, con la neve, e anche se fa freddo non c’è motivo per cui i bambini non possano essere lasciati liberi di muoversi e di giocare. Lo sci è senza dubbio lo sport invernale per eccellenza, ma anche lo snowboard attrae i bambini che adorano guardare i surfisti delle montagne che fanno acrobazie e salti e che scivolano sulla neve in modo impeccabile. Iniziare a salire su una tavola da snowboard molto piccoli può essere poco indicato se non inutile perché si tratta di uno sport che richiede una grande capacità di equilibrio. Meglio aspettare che il bambino compia almeno cinque/sei anni e meglio se ha già una certa preparazione atletica, cioè se fa regolarmente un altro sport.

Sulla neve con i bambini piccoli: cosa fare

Per approcciarsi allo sci il modo migliore è prepararsi con la ginnastica presciistica e ricordarsi che una corretta alimentazione è fondamentale. Inoltre è consigliabile far seguire ai bambini un corso di sci e che vivano il momento dell’apprendimento con divertimento e spensieratezza. La figura del maestro, in questo caso, svolge un ruolo fondamentale per impedire che il bambino prenda troppo freddo, si stanchi troppo, e rinunci dopo solo una giornata di lezione.

Quando iniziare lo sci in età pediatrica

I primi approcci con la neve possono avvenire anche prima dei tre anni lasciando rotolare il bambino nella neve, facendolo passeggiare, favorendo la corsa in slittino e anche a calzare il primo paio di sci per prendere confidenza con questi attrezzi. Il corso di sci vero e proprio viene consigliato a partire dai 4 anni quando il bambino comincia ad acquisire consapevolezza del proprio corpo ed è in grado di seguire la lezione e le indicazioni del maestro, il quale deve capire e conoscere le caratteristiche di ciascun allievo se vogliamo che lo sci sia un gioco, un vero divertimento. Una indagine ha rilevato che i bimbi amano stare in mezzo alla folla, fare la fila alle seggiovie e funivie e conoscere e stringere nuove amicizie alla scuola di sci. E in seguito a questo rilevamento appare più logico iscriverli ad un corso di sci di discesa piuttosto che orientarli sullo sci di fondo, che rischia di rivelarsi troppo noioso.

I bambini soffrono il freddo più degli adulti anche se sono ben coperti, pertanto bisogna rispettare le esigenze e i tempi dei più piccoli, per alcuni un paio d’ore sugli sci è più che sufficiente, poi lasciamoli riscaldare con una corroborante cioccolata calda e magari possiamo organizzare una gita per visitare qualche attrazione turistica della zona. Tutti possono sciare, questo sport è ottimo per combattere l’obesità infantile, perché permette di bruciare 350 calorie/ ora circa e inoltre il freddo e l’attività fisica fanno aumentare il metabolismo. Ma una giornata intera sugli sci aumenta anche la fame e bisogna comunque assicurarsi che il bambino mangi in modo sano ed equilibrato, senza eccessi.

Come far fronte alle temperature rigide, come vestire i bambini sulla neve, regole e consigli

  • Per i neonati:

body in cotone caldo o lana, la maglia della salute, a maniche lunghe, maglioncino e tuta total body che copre mani, piedi, testa. Scarpe adatte a riparare dal freddo i piedi.

  • Per i bambini:

calzamaglia di lana o di seta, maglia in pile, maglione di lana e giaccone imbottito e impermeabile con pantalone oppure una tuta intera (preferibile perché impedisce il passaggio di neve e freddo). Importante è che il vestiario non sia eccessivamente pesante altrimenti i movimenti sono impacciati e faticosi. Un occhio di riguardo ai guanti che devono essere imbottiti e impermeabili.

  • Oltre agli scarponi ricordatevi dei dopo sci da far calzare al bambino quando non scia.
  • Coprire gli occhi con occhiali da sole o mascherine
  • Non ci sono controindicazioni per i bambini allergici, che anzi possono godere ad alta quota di una ridottissima o nulla concentrazione di allergeni nell'aria, mentre per gli asmatici sarà utile seguire qualche accorgimento per evitare l'asma da sforzo e per quelli con problemi renali i suggerimenti che il pediatra del bimbo saprà dare.
  • Proteggere la pelle con una crema ad alto fattore protettivo, ricordando di rinnovare l’applicazione ogni 2 ore.
  • La legge obbliga tutti i bambini con meno di 14 anni a indossare il casco.
  • Se il bambino è la prima volta che scia non imbarcatevi in una spesa onerosa che non troverà seguito, quindi noleggiate scarponi e attrezzatura da sci.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0