gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il libro della giungla. La nostra recensione in anteprima

/pictures/20160412/il-libro-della-giungla-la-nostra-recensione-in-anteprima-3782704352[1985]x[828]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

La Redazione di Pianeta Mamma ha visto il film "Il libro della giungla" in anteprima. Ecco 5 ottimi motivi per correre al cinema dal 14 Aprile

Il libro della giungla, la recensione

Quale bambino non sogna di essere il piccolo Mowgli che insieme ai suoi amici animali salta tra le liane e vive mille avventure nella giungla selvaggia? La Redazione di Pianeta Mamma ha visto il film in anteprima. Ecco 5 ottimi motivi per correre al cinema dal 14 Aprile

La trama

Walt Disney riporta sul grande schermo uno dei classici di animazione più amati di sempre: Il libro della giungla. Diretto da Jon Favreau (Chef – La Ricetta Perfetta, Iron Man, Elf – Un Elfo di Nome Buddy), basato sui racconti senza tempo di Rudyard Kipling e ispirato al cartone del 1967, il film racconta le avventure del cucciolo d’uomo Mowgli (l’esordiente Neel Sethi, unico attore vero), cresciuto da una famiglia di lupi. Costretto a lasciare la giungla e la sua unica casa quando la temibile tigre Shere Khan, segnata dalle cicatrici dell’uomo, giura di eliminarlo per evitare che diventi una minaccia, Mowgli s’imbarca in un viaggio avventuroso e pieno di insidie insieme ai suoi più cari amici, la severa pantera Bagheera e lo spensierato orso Baloo. Lungo il cammino, Mowgli incontra creature selvagge non sempre amichevoli, tra cui il pitone Kaa, che incanta il cucciolo d’uomo con il suo sguardo ipnotico e la sua voce suadente, e King Louie, il sovrano adulatore che tenta di costringere Mowgli a rivelargli il segreto dello sfuggente e distruttivo fiore rosso: il fuoco. 

Il Libro della Giungla | Trailer italiano

5 motivi per vedere Il libro della giungla

1. Un grande classico in versione live action 

Il libro della giungla torna più coinvolgente che mai grazie alla rivisitazione in chiave live action ed un spettacolare 3D che ti immerge completamente nell’avventura del cucciolo d’uomo più famoso di sempre. La storia è molto fedele al cartone degli anni ’60 quindi i genitori non saranno assolutamente delusi da questa nuova versione ed i bambini si divertiranno tantissimo ad essere proiettati dentro la giungla tra animali selvaggi e piante lussureggianti. Un riadattamento perfettamente riuscito che entusiasmerà gli amanti dei classici Disney e il piccolo giovane pubblico.

gpt native-middle-foglia-bambino

2. Un cast di voci eccezionali

Sia nella versione non doppiata sia in quella italiana questo film vanta un cast di prim’ordine. Voci bellissime ed azzeccate che rendono i personaggi ancora più credibili nonostante si tratti di animali che nella realtà non potrebbero parlare. Neel Sethi (Mowgli) è l’unico attore in carne ed ossa, ma tutti gli abitanti della giungla sono invece interpretati vocalmente da grandi attori. Il cast internazionale è composto da Ben Kingsley (la pantera Bagheera), Bill Murray (l’orso Baloo), Christopher Walken (il re delle scimmie King Louie), Scarlett Johansson (il serpente Kaa), Lupita Nyongo (la lupa Raksha), Giancarlo Esposito (il lupo Akela) e Idris Elba (la tigre Shere Khan). La controparte italiana non è da meno. In ordine: Toni Servillo, Neri Marcorè, Giancarlo Magalli, Giovanna Mezzogiorno, Violante Placido e Alessandro Rossi (doppiatore di tantissimi personaggi).

3. Paesaggi e animali digitali alla National Geografic

Il libro della giungla regala agli spettatori una performance live action con incredibili ambientazioni digitali e straordinari animali frutto di un’animazione fotorealistica. In alcuni momenti è davvero difficile pensare che sia tutto frutto del computer tanto l’esperienza della visione è immersiva e realistica. Sembra di essere catapultati dentro un documentario di National Geografic tra alberi giganti, rupi scoscese e branchi di animali selvatici. Il divertimento è assicurato.

4. Un importante messaggio ambientalista

La storia di Mowgli, i paesaggi e gli animali che popolano il suo mondo ci raccontano non solo un’avventura di un piccolo uomo che viene allevato dai lupi, ma soprattutto lanciano un necessario messaggio ambientalista per la salvaguardia della natura, delle sue leggi e dei delicati equilibri che regolano la vita tra gli animali e l’uomo. Un modo per insegnare ai bambini e per ricordare a noi adulti quanto sia importante il rispetto per il nostro pianeta e per le creature TUTTE che lo popolano.

5. Il doveroso omaggio alla colonna sonora originale

Ci saremmo rimasti molto male se non avessimo sentito Mowgli canticchiare sulla pancia dell’Orso Baloo il famoso motivetto “Lo stretto indispensabile” o se King Louie non avesse provato a convincere il cucciolo d’uomo a creare per lui il fuoco sulle note di “Io voglio esser come te”. Un colonna sonora fedele al cartone originario ma riadattato in chiave ancor più moderna e divertente. Impossibile rimanere fermi sulla poltrona senza muovere piedi e spalle al ritmo di queste spassose canzoni jazz.

Tutte le info sul film

  • Il libro della giungla è diretto da John Favreau e distribuito da The Walt Disney Company.
  • Al cinema dal 14 Aprile.
  • Durata: 105 min.
  • Il libro della Giungla sui social:

Facebook

Twitter

Instagram

Hashtag: #IlLibroDellaGiungla #Lostrettoindispensabile

Proiezione del film presso il Policlinico Universitario A.Gemelli

Il film verrà proiettato in anteprima il 13 aprile alle ore 11h30 presso la prima sala MediCinema in Italia, all'interno del Policlinico Universitario A. Gemelli (piano 8°). La Fondazione Policlinico Universitario A.Gemelli e Medicinema Italia Onlus, grazie al  sostegno di diversi partner, tra cui The Walt Disney Company Italia, hanno  realizzato la prima sala cinematografica in Italia in un grande ospedale, finalizzata alla cinematerapia per alleviare il dolore dei piccoli pazienti.
 
La Sala è progettata per ospitare anche letti e carrozzine per chi non è autosufficiente. Sarà uno spazio dedicato alla visioni dei film, ma anche ad eventi culturali e spettacoli personalizzati e selezionati per la tipologia di utenti. Una bellissima e importante iniziativa per sostenere psicologicamente chi soffre
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0