gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'orso Yoghi in 3d al cinema e in un gioco online

L’orso ladro di merende più amato del mondo arriva sul grande schermo in 3D con una nuova avventura, “Yoghi”. L’orso Yoghi, dal 14 gennaio al cinema

L’orso ladro di merende più amato del mondo arriva sul grande schermo in 3D con una nuova avventura, “Yoghi”, che unisce azione dal vivo e animazione computerizzata.
Nella versione originale, Dan Aykroyd presta la sua voce a Yoghi, il famigerato combina guai di Jellystone Park, e Justin Timberlake a Bubu, amico fidato e complice di Yoghi in tutti i suoi tentativi di separare i visitatori del parco dai loro cestini da picnic.

Yogi ha sempre fatto affidamento sulla furbizia e sulla rapidità di fuga per sfuggire ai campeggiatori furiosi e imbrogliare il suo avversario storico, il Ranger Smith, ma ora lui e Bubu devono affrontare una situazione nuova e preoccupante, che non si sarebbero mai aspettati… Jellystone Park sta per essere venduto!
Per nascondere la pessima amministrazione dei fondi cittadini e finanziare la sua campagna elettorale, il sindaco Brown ha deciso di vendere il parco ai commercianti di legname. Le famiglie non potranno più godersi le bellezze naturali che

loc_yoghiJellystone ha sempre offerto - e, cosa ancora più terribile, Yoghi, Bubu e tutti i loro amici verranno cacciati dalla loro terra natia, dall’unica casa che abbiano mai avuto. Di fronte a questa sfida quasi impossibile, Yoghi deve dimostrare di essere veramente “più intelligente della media degli orsi” e con Bubu e il Ranger Smith trovare un modo per salvare il parco dalla chiusura definitiva.

“La gente sorride quando pensa a Yoghi”, dice Donald De Line che, con Karen Rosenfelt, ha prodotto “Yoghi ”, la più grande avventura cinematografica sull’amato orso. “E’ un personaggio senza tempo. Posso sentire la sua voce nel momento stesso in cui penso a lui”.
“Il cartone animato originale era stato scritto per far divertire grandi e bambini e io sono felice di continuare la tradizione con questo grande film per tutta la famiglia, che i genitori potranno vedere insieme ai figli, trovandoci qualcosa che interessa anche loro”, aggiunge Brevig.

“Yoghi” aggiorna il cartone classico, rispettando quegli elementi che lo rendono senza tempo - le caratteristiche dei personaggi, l’umorismo irriverente e l’eterno conflitto di Yoghi con l’autorità - inserendo però un tono e un intreccio contemporaneo.

Girato interamente in 3D con una fotografia di ultima generazione, che Brevig definisce “il massimo dei sistemi”, “Yoghi” mescola tutti questi elementi in un modo che, secondo il regista, “il pubblico non ha mai visto prima. Questo livello di tecnologia non esisteva un anno fa. La definizione, la precisione dei dettagli ottenuta con le nuove macchine 3D è eccellente. Abbiamo portato questo sistema di ripresa in luoghi in cui non era mai arrivato: in cima agli alberi e nelle rapide di un fiume. L’abbiamo appeso a una gru di 60 metri sulla foresta per avere il punto di vista di Yoghi quando si lancia con il suo aliante per rubare un cesto da picnic”.

GIOCA CON I TUOI BAMBINI AL GIOCO DELLA CATAPULTA DI YOGHI

yoghi-catapulta

YOGHI E BUBU
Yoggi e Bubu sono apparsi per la prima volta in televisione nel 1958, all’interno del programma di Hanna-Barbera “Braccobaldo Show”, la prima serie di cartoni animati a vincere un Emmy Award per il miglior programma per bambini. La popolarità della coppia ha portato nel 1961 a uno spin-off, seguito da un fumetto e, nel 1964, al debutto sul grande schermo. Negli anni seguenti, lo spensierato scroccone e il suo fedele amico sono apparsi in numerose serie, special, film e raccolte DVD.

L’ORSO YOGHI – Dal 14 gennaio al cinema

Tutto le info nel sito ufficiale

FACEBOOK FANPAGE: diventa fan
 


TRAILER ITALIANO


gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0