gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Grotto, pronti ad impazzire di tenerezza per una stalagmite?

/pictures/20160418/grotto-pronti-ad-impazzire-di-tenerezza-per-una-stalagmite-3622793772[1973]x[823]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

La recensione del film Grotto dal 21 aprile nei cinema | Abbiamo visto in anteprima con tutti i giovani attori il film che ha trionfato al Giffoni 2015, ambientato nella magica location delle Grotte di Frasassi. Ve lo consigliamo, ecco perché!

Grotto, la recensione

Sabato scorso io e mio figlio di otto anni, lo abbiamo passato con un nuovo, tenerissimo amico. Un po' freddo, un po' scontroso, non proprio adatto a lunghe conversazioni e molto suscettibile sulla questione 'contatto umano', un tipo molto particolare davvero: non sappiamo nemmeno come si chiami realmente ma noi, come i protagonisti del film che porta il suo nome, d'ora in avanti lo conosceremo solo come Grotto.
Grotto: un nome strano, ma che rimarrà nei nostri ricordi come un altro nome ancora più strano, quello che non era nemmeno un nome ma una sigla, E.T. l'extraterrestre, personaggio cinematografico ormai iconico che è impossibile non paragonare con questo suo 'collega'

Insieme ai giovanissimi 5 protagonisti del film (Samuele Biscossi è Carlo, Iris Caporuscio è Chiara, Gabriele Fiore è Aldo, Christian Roberto è Luca, Leonardo Similaro è Michele), già molto cresciuti rispetto a quasi un anno fa quando li abbiamo visti al Giffoni, abbiamo assistito alla prima del film, proprio dove tutto è cominciato, nei pressi di Genga, il comune marchigiano che ospita quella meraviglia naturale che sono le grotte di Frasassi, un paradiso di stalattiti e stalagmiti che in centinaia di migliaia di anni, goccia d'acqua dopo goccia d'acqua, hanno dato vita a formazioni così incredibili da far sembrare il visitatore, come ospite di un regno incantato.

Cinque ragazzini, per una prova di coraggio finita male, si ritrovano catapultati nelle viscere della terra, in stanze di roccia misteriose dove non pare esserci possibilità di uscita, e pian piano conosceremo le loro storie, vedremo nascere qualcosa in più di un'amicizia, e scopriremo che chi è all'apparenza il più forte in realtà nasconde solo il dolore più grande. Ma come uscire da un posto tanto bello quanto infido? Senza cibo i 5 sanno che potranno sopravvivere ben poco, in più ci si mettono anche gli imprevisti.. ma ecco che ad un certo punto una stalagmite bianca, liscia e freddissima prende vita, sbatte gli azzurrissimi occhioni e parla... no beh.. parlare è un termine esagerato, diciamo che comunica (e il suo modo di comunicare scommettiamo conquisterà tutti i bambini in sala e neanche i grandi riusciranno a trattenere le risate). Grotto non vuole essere toccato e sapete perchè? Perchè se tocchiamo stalattiti e stalagmiti con le nostre mani vi lasceremo sopra un seppur sottile deposito di grasso che a noi sembra nulla, ma che le annerirà e ucciderà inesorabilmente.

Una storia di avventura, diversità, scoperta, ma soprattutto bellissima amicizia che ci riporta alla mente i titoli più amati della nostra infanzia e adolescenza, da E.T. che abbiamo già citato a Stand by me, passando per gli indimenticabili Goonies.
Un film che piacerà ai bambini, ai fratelli maggiori, ai nonni e ai genitori e che, ci scommettiamo, vi farà subito pensare di organizzare una gita alle Grotte di Frasassi, perchè Grotto vive lì, e aspetta solo qualche bambino che gli faccia compagnia.

Micol Pallucca: intervista su Grotto

"GROTTO è una simpatica stalagmite che incontra i protagonisti del film. Come i 5 protagonisti hanno paura di lui, così anche lui ha paura di loro, perché per lui noi umani siamo "gli strani". Lui stesso porta due messaggi: il primo è l'accettare lo sconosciuto, perché noi stessi siamo diversi per chi è altro da noi. Ed il secondo è che non si può tenere nessuno legato a noi con la forza. Infatti, dopo un momento in cui GROTTO si comporta in modo egoista, perché non vuole che i bambini trovino l'uscita, perché con loro si diverte, ha trovato dei compagni di gioco, alla fine si lascerà convincere e si sacrificherà, ma non dico di più altrimenti svelo il finale del film!" 
Abbiamo intervistato la regista del film, donna, italianissima, alla sua prima esperienza di regia con un fantasy nostrano che le ha valso la vittoria al prestigioso Giffoni Film Festival 2015 aggiudicandosi il premio nella sezione Lungometraggi +6, e questa è una delle risposte che ci hai dato, il resto potete leggerlo qui.

Grotto: guarda il trailer

Informazioni su Grotto

Data di uscita: 21 aprile 2016
Durata: 93 minuti

...E qui i primi cinque minuti del film

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0