gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gardaland dice addio ai suoi delfini

Il celebre parco divertimenti italiano decide di chiudere il delfinario. Una scelta in favore degli animali

Gardaland fa una scelta animalista e decide di chiudere il celebre delfinario e dire addio agli show acquatici (LEGGI).
E' oltre vent'anni che nel più celebre parco giochi italiano i bambini possono assistere agli spettacoli dei delfini, ma quest'anno tutto cambia e il delfinario verrà chiuso.

I motivi di questa scelta li spiega Danilo Santi, direttore del parco, che ricorda che lo show è stato visto da milioni di spettatori, "al punto che nel 1997 abbiamo deciso di realizzare il Palablù, con millecinquecento posti a sedere he i delfini andranno via e con loro un pezzo di storia di Gardaland".


GUARDA LE FOTO: I parchi acquatici in Italia e nel mondo


Ma oggi le cose sono cambiate: i bambini e i visitatori preferiscono giostre e attrazioni sempre più adrenaliniche e meno lo show dei delfini, e le pressioni degli animalisti si sono fatte sempre più insistenti.
Per questo la direzione del parco ha deciso di mandare in pensione i quattro delfini ospitati nel delfinario, Robin, Teide, Betty e Nau, che lo scorso 6 gennaio hanno fatto il loro ultimo spettacolo e che probabilmente troveranno una nuova casa presso l'acquario di Genova (LEGGI), e hanno dato il via ai lavori di smantellamento del Palablu.



All'orgine della decisione di chiudere il delfinario di Gardaland ci sono anche ragioni di carattere etico.
Il parco è di proprietà di Merlin Entertainments, un'azienda britannica che gestisce numerosi parchi divertimento in tutto il mondo e che ha un'ottima reputazione per i Sealife: 27 strutture, una delle quali proprio vicino Gardaland (LEGGI), dove gli animali marini vengono cresciuti in un ambiente protetto ma del tutto simile a quello originale. Strutture che si fanno vanto delle loro politiche di sostenibilità ambientale e promuovono campagne di salvaguardia dell'ambiente marino.


LEGGI ANCHE: Parchi divertimento per bambini e non solo


Tenere in piedi il Gardaland Sealife e il Palablu sarebbe stato, quindi, una scelta estremamente incoerente data la diversa  natura delle due strutture. E, spiega Santi, sulla scelta di chiudere il Palablu "ha pesato il fatto che Merlin ha nel suo Dna una politica di profondo rispetto degli animali. La scelta di dire addio al delfinario ne è quindi una diretta conseguenza".

Gli animalisti plaudono, qualche nano fa la Lega antivivisezione aveva definito il Palablu una prigione in acqua.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0