gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Creatività dei bambini: lasciamoli sperimentare

/pictures/20150506/creativita-dei-bambini-lasciamoli-sperimentare-680795425[2562]x[1066]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come fare a far apprezzare la pittura e il disegno anche ai bambini di due anni, riuscendo a stimolare la loro creatività negli anni a venire

Creatività nel bambino

Da amante dell’arte mi sono chiesta spesso come fare a far apprezzare la pittura e il disegno anche a mia figlia di due anni, riuscendo a stimolare la sua creatività negli anni a venire.

Il primo passo fondamentale per un genitore è capire che il proprio bimbo, seppur dotato di talento, non disegnerà come un adulto, in maniera “perfetta” fin da subito, perché ogni processo creativo necessita di un adeguato sviluppo.

In commercio ci sono tantissimi materiali adatti sia alla manipolazione che alla resa pittorica, senza andare a spendere molto comprando kit professionali per iniziare basterà munirsi di una risma di carta, qualche matita dalle gradazioni diverse, della plastilina e dei gessetti colorati. 

gpt native-middle-foglia-bambino


Anche ad un bimbo piccolo può essere interessante proporre la “copia dal vero”, mettetelo davanti ad una finestra, oppure create sul suo tavolino una piccola composizione di frutta: mela, banana, arancia… insomma, quello che avete. Inizialmente il bimbo farà tutt’altro, probabilmente al posto del paesaggio circostante disegnerà una bella barchetta o un campo con le mucche, però non sgridatelo, lasciatelo sperimentare.

Quando finalmente si deciderà a copiare compirà nella sua mente un processo di elaborazione, perciò vi troverete con case dai tetti blu, nuvole verdi e alberi fluorescenti. Questo processo interpretativo spesso viene visto negativamente sia dai genitori che dagli insegnanti che vorrebbero veder rispettate le regole standard di rappresentazione pittorica: case dai tetti rossi ed inclinati con piccoli camini fumanti, erba verdissima e cielo azzurro anche a gennaio, montagne appuntite sullo sfondo come se tutti avessero le Alpi a modello.

Non c’è nulla di più sbagliato di questo, il creare degli stereotipi nei bambini non fa altro che andare ad annullare la loro fantasia. Se noi adulti ci mettessimo ad osservare bene la natura ci accorgeremmo che effettivamente il cielo non è solo azzurro, ma anche rosa, nero; le case possono sì avere le tegole rosse, ma possono essere dipinte di giallo, verde; anche l’erba nasconde nelle sue foglie mille sfumature diverse che vanno dal verde prato al giallo siccità; le stesse ombre hanno colore, non si deve solo usare il nero per crearle, ma anche il viola, il marrone ecc…

Come proteggere la creatività dei bambini

Se i vostri figli amano utilizzare le matite colorate insegnate loro a colorare senza calcare, non è la matita “di marca” a dare una bella resa grafica, ma il tutto sta nella pressione che si applica con la mano. Nei bambini più grandicelli e facile far vedere loro che imprimendo maggior forza al gessetto questi lascerà un segno molto marcato da utilizzare magari nei contorni, mentre se si limita la pressione otterremo delle velature di colore molto delicate, con delle sfumature graduali, avendo quindi la possibilità di fare più strati uno sull’altro anche con colori diversi.

Il gessetto colorato è il mezzo più facile e comodo per iniziare, perché non macchia, è cancellabile e permette di ricreare su carta le diverse tonalità degli oggetti che ci apprestiamo a copiare. Invitate quindi i vostri figli ad osservare e voi con loro, perché non c’è mezzo migliore per imparare se non affinare prima lo sguardo e solo in un secondo momento allenare la mano

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0