gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Bimbinbici per la Festa della mamma

Circolare in bici è diventato difficilissimo: il traffico dei mezzi motorizzati, convulso e sempre meno rispettoso di regole, allontana i bambini dalle strade e dalle piazze. Anche per questo domenica 10 maggio, nel giorno della festa della mamma, torna Bimbinbici

fam10^ Edizione Nazionale di Bimbimbici
Giornata nazionale per la mobilità sostenibile in più di 200 città italiane
Domenica 10 maggio 2009

Domenica 10 maggio è la giornata nazionale di Educazione alla bicicletta per la sicurezza stradale in oltre 200 città italiane, ma è anche la Festa della Mamma
Siamo quasi giunti alla giornata-eventonella quale le strade saranno invase da tanti bambini in bicicletta e, per questa giornata, saranno loro a far da padroni dei centri urbani.

Quest’anno il testimonial sarà Giovanni Muciaccia, il noto conduttore del programma Disney “Art Attack”, che presenzierà alla manifestazione Bimbimbici a Roma.

Ricordiamo che, con il versamento di 1 euro, i bambini potranno aderire al Club Bimbimbici, che li terrà informati su iniziative specifiche sui temi della bicicletta, della solidarietà, dei concorsi creativi, sostenendo al contempo il progetto di solidarietà Città della Speranza.
Città della Speranza è una fondazione che finanzia la costruzione di strutture ospedaliere e la ricerca nel campo delle patologie pediatriche con una particolare attenzione a quelle emato-oncologiche.

In molte città si è svolto o si svolgerà anche il concorso di disegno “Vivi sano e vai in bici”: gli elaborati realizzati dai bambini verranno esposti nelle piazze e i migliori disegni parteciperanno poi alla selezione nazionale. I vincitori verranno premiati, per la categoria disegni individuali, con delle favolose vacanze offerte dall’ente Dolomiti Brenta Bike, mentre per i disegni di classe sono in palio degli ingressi gratuiti al Parco Giardino Sigurtà. Inoltre, grazie ad Abus, i primi classificati riceveranno dei caschetti e dei lucchetti da bici.

Chi volesse conoscere il programma locale della giornata, con informazioni dettagliate su orari e punti di ritrovo, può consultarlo, se messo a disposizione dall’organizzatore, nella sezione “Partecipare”, alla pagina “Elenco Programmi Locali”.
Ricordiamo che Bimbimbici 2009 gode del patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio, dell’ANCI, del CONI, della Libertas, della FCI (Federazione Ciclistica Italiana), dell’associazione Città Slow, di Medici per l’Ambiente, Camina, ArciRagazzi, UPI (Unione delle Province Italiane), Euromobility, Fimp (Federazione Italiana Medici Pediatri).

Cos’è Bimbimbici
Una pedalata cittadina riservata ai bambini fino agli 11 anni (cioè dalle scuole materne alle elementari), che si tiene ogni anno, a maggio.
Una pedalata gioiosa, un’occasione di festa per tutti quegli utenti deboli delle strade e delle piazze che, come i bambini, vivono quotidianamente la città come luogo riservato ad utenti forti (in primo luogo gli automobilisti) per i quali la fisionomia della città assume strutture e configurazioni funzionali ad un certo tipo di sviluppo; nella città si costruiscono parcheggi ma non spazi verdi, nella città si costruiscono strade dove potersi muovere a velocità sempre più alte e non zone 30.

La bicicletta, oltre ad essere un’allegra occasione di gioco per i bambini, rappresenta un importante momento di crescita autonoma e di formazione civica, nonché una possibilità per un percorso educativo rispettoso dell’ambiente e dei diritti di tutti. La Fiab ha deciso di promuovere Bimbimbici®, per riaffermare il tema della sicurezza dei più piccoli negli spostamenti quotidiani e, in particolare, in quelli casa-scuola. Solo se le strade sono sicure per tutti, i bambini possono spostarsi in modo autonomo in città.

La strada e i bambini in bicicletta
Di chi è oggi la strada? Non c’è dubbio: dei "più forti": dei camions, dei furgoni, delle auto che sfrecciano a velocità folli, che lasciano dietro di sé una scia di fumo tossico e producono un frastuono assordante e un altissimo numero di incidenti. E poi le auto, anche quando sono ferme, occupano i bordi delle strade, le piazze, i marciapiedi, togliendo alle persone spazi sempre più grandi. Così i pedoni sono costretti a camminare su marciapiedi ristretti; i ciclisti obbligati a fare la gimcana tra un’auto e l’altra, i bambini, i più indifesi, a vivere in questa città degli adulti che a malapena si accorgono di loro. Tutti "utenti deboli" della strada che subiscono i danni dell’inquinamento e corrono i rischi più grossi per la loro incolumità e salute.

Circolare in bici è diventato difficilissimo: il traffico dei mezzi motorizzati, convulso e sempre meno rispettoso di regole, allontana i bambini dalle strade e dalle piazze. Restano i "fazzoletti" delle aree verdi, spesso così piccole ed affollate che andare in bici diventa difficoltoso e poco divertente.

Eppure… per un bambino la bicicletta significa trascorrere il tempo all’aria aperta, scoprire quel che c’è attorno; acquisire sicurezza nei propri mezzi, riconquistare la strada con tutte le sue possibilità di socializzazione; significa divertirsi a patto di farlo in libertà e senza doversi continuamente guardare dalle auto.
Impossibile?
No. In Paesi come l'Austria, la Germania o la Svizzera tutto ciò avviene. Là ci sono corsie e piste ciclabili protette, spazi verdi ben tenuti, zone residenziali in cui le auto circolano a bassa velocità, percorsi casa-scuola accuratamente studiati. La Fiab crede che tutto ciò si possa realizzare anche in Italia.

Perché partecipare a Bimbimbici!
• Per sostenere un’iniziativa sociale e ambientale che non riguarda solo i bambini ma un modo diverso di concepire le nostre città e la mobilità urbana;

• Per condividere insieme un’esperienza unica, divertente, diversa da qualsiasi altra, che coinvolge bambini di tutta Italia, attraverso una serie di iniziative, giochi, concorsi, che si susseguono nel corso dell’intero anno;

• Per educare i nostri figli, fin da piccoli, a una mobilità alternativa, sostenibile, in cui è la bici a farla da padrone. Perché la bici non è solo un mezzo di trasporto, ma un modo per osservare la natura che ci circonda: rispettandola.

Per una città più sicura e più vivibile!!

INFO e CONTATTI
www.bimbimbici.it - www.fiab-onlus.it
FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta

Bimbinbici 2008
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0