gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Baby Boss, il film in uscita al cinema il 20 aprile

Baby Boss, il film di animazione per tutta la famiglia esce al cinema il 20 aprile 2017. Vi presentiamo una clip in esclusiva

Baby Boss, il film

Cosa accade quando in famiglia arriva un nuovo bebè? Dimenticate pannolini, capricci e pappine: nel film Baby Boss ne succedono di tutti i colori e la gelosia nei confronti dell'arrivo di un bambino assume contorni divertenti e stravaganti. 

Baby Boss (The Boss Baby) è il nuovo film di animazione Dreamworks distribuito da 20th Century Fox Italia. E' stato diretto dal regista di Madagascar Tom McGrath e dallo Studio che ha realizzato Shrek e Kung Fu Panda.

Ispirato al best seller di Marla Frazee, Baby Boss è una divertente spy comedy per grandi e piccoli ed offre intrattenimento a tutta la famiglia, con battute adatte ai bambini ed elementi che risultano umoristici anche per gli adulti.

Nella versione americana i doppiatori sono Alec Baldwin (doppiatore del protagonista del film), la nota attrice di commedie Lisa Kudrow (doppiatrice della madre) e Steve Buscemi (interprete del cattivissimo Francis E. Francis).

La voce narrante del film (Tim) in lingua originale è l’attore Tobey Maguire, che spiega

Tim è un bambino felice di sette anni, con due genitori amorevoli, ma all’inizio è figlio unico ma quando viene a sapere che avrà un fratellino, non è così contento di dover condividere l’amore e il tempo dei suoi genitori. Cerca di accettare questo cambiamento, e scatena la sua fantasia rispetto a Baby Boss.

Il film è un capolavoro di animazione: Carlos Puertolas, il capo dell’animazione del film, si è posto sin dall'inizio l'obiettivo di creare uno stile d’animazione retrò in 2D per un film popolato da personaggi indimenticabili.

I Puffi, dal 6 aprile al cinema

Insieme alla sua squadra, Puertolas è riuscito ad ottenere personaggi dall’aspetto accattivante in ogni angolazione.

Nel caso di Baby Boss, ad esempio, sentiamo la voce di Alec Baldwin ma il personaggio ha l’aspetto di un bimbo dolcissimo. Il pubblico lo troverà irresistibile, con le sue guance soffici e tenere. Lo stesso vale per Tim. Deve essere un bambino amabile di sette anni. Ma ciò che appare carino a un adulto può sembrare noioso a un giovane spettatore. Tim non doveva essere lagnoso, ma avere un atteggiamento quasi spavaldo, per  piacere anche a un pubblico più giovane

Baby Boss, uscita in Italia

Baby Boss verrà presentato in anteprima in tutta Italia solo il 17 aprile (negli Stati Uniti è stato presentato in occasione di un'esclusiva premiere alla quale Alec Baldwin, doppiatore del Baby Boss, ha partecipato con tutta la sua famiglia, compreso suo figlio di pochi mesi) e poi arriverà in tutti i cinema dal 20 aprile 2017.

Baby Boss, sinossi

Mentre il libro della Frazee ruota esclusivamente intorno al bebè e ai suoi genitori, McGrath ha voluto introdurre un altro personaggio nel film, il fratello maggiore di nome Tim, per avere una storia raccontata dal punto di vista di un bambino che sta per avere un fratellino, con tutta la rivalità che questo comporta. Il copioneè statos critto dal noto scrittore Michael McCullers (Mr. Peabody e Sherman, Baby Mama, Austin Powers).

Tim, un bambino di 7 anni, racconta dal suo punto di vista cosa succede all’interno di una famiglia quando arriva un fratellino. In questo caso, però, la situazione è spiazzante: il  nuovo bebè arriva a casa in taxi,  indossa giacca e cravatta e ha in mano una ventiquattrore! La rivalità tra fratelli esplode fin da subito e verrà superata solo nel momento in cui Tim scopre che Baby Boss altri non è che una spia in missione segreta, e che solo lui potrà aiutarlo. I due piccoli soci saranno catapultati in una stravagante avventura  e, per riuscire a sventare un complotto ignobile, saranno coinvolti in una battaglia epica fra cuccioli e bambini.

Baby Boss, il regista

Il regista Tom McGrath racconta di essere rimasto molto colpito dal libro di Marla Frazee, un libretto di circa 30 pagine.

Mi ha fatto pensare alla mia infanzia e alle dinamiche della mia famiglia, scatenando subito la mia fantasia, immaginando quanto sarebbe stato bello trasformarlo in un lungometraggio

spiega McGrath, che è il più piccolo di due fratelli e quindi è stato un po' il Baby Boss della famiglia, quello che scombina equilibri e pace e si impossessa di tutta la casa:

Mio fratello ed io giocavamo molto, da piccoli, ma litigavamo come tutti i fratelli. Tuttavia i fratelli, da grandi, a volte diventano amici intimi. Questo film per me è stato un omaggio affettuoso a mio fratello. È ispirato alle tante cose che abbiamo fatto crescendo insieme. È ambientato in una piccola città e mescola insieme gli anni ‘60, ’70 e 80. Penso che molti genitori proveranno nostalgia vedendo questo film, perché è ricco di dettagli che ricorderanno loro l’infanzia

Baby Boss, info

Baby Boss, clip esclusiva

In anteprima PianetaMamma vi presenta una clip in esclusiva di Baby Boss dal titolo "Dobbiamo parlare"

 
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0