gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

A Natale fate uscire i bambini anche se fa freddo

I pediatri consigliano di far uscire i bambini durante le feste di Natale, anche se fa freddo, perché rischiano di più di ammalarsi restando dentro casa

Molto spesso si pensa che nelle giornate più fredde è meglio non far uscire i bambini, per evitare raffreddori o influenze. Ma a quanto pare non è così. I bambini rischiano maggiormente di ammalarsi se restano chiusi dentro casa. Per questo i pediatri consigliano, per le vacanze di Natale, di far uscire i bambini il più possibile, anche se fa freddo.


100 ricette di Natale per bambini dolci e salate


Questo il consiglio di Susanna Esposito, Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (Sitip): "con il freddo spesso i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, perché temono per la loro salute. In realtà, se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati. I contatti ravvicinati con altri bambini o, più in generale, con i soggetti malati, sono una delle principali modalità di trasmissione delle malattie infettive".


 Come vestire i bambini con il freddo


Quando si esce è necessario solo qualche accorgimento in più per evitare raffreddori indesiderati: "i bambini piccoli devono essere coperti poco di più degli adulti, perché nei primi anni di vita hanno minori capacità di termoregolazione. Sì a cappello, sciarpa e guanti. Coprire orecchie e gola riduce il rischio di otiti e bronchioliti, molto frequenti in questa stagione".

Come si possono evitare malanni? "Arieggiare almeno una o due volte al giorno gli ambienti chiusi; evitare contatti con soggetti malati (inclusi parenti con sintomi respiratori modesti); non esporre i bambini a fumo passivo; privilegiare, nei bambini con meno di tre anni di età, vacanze in luoghi con clima relativamente mite; coprire adeguatamente i bambini che vanno in vacanza in montagna, e cambiarli subito qualora si bagnassero a contatto con la neve".


bambini-freddo



Restare in luoghi chiusi può essere un rischio e può determinare più facilmente il contagio: "con l’arrivo delle feste, le persone si ritrovano in gruppi, quindi aumenta la circolazione dei principali virus. Particolare attenzione va prestata ai bambini dei primi 12 mesi di vita, perché sono particolarmente a rischio di bronchiolite, malattia che può rendere necessario il ricovero ospedaliero. Nei più grandi, invece, l’esposizione al freddo in presenza di infezioni virali può favorire la comparsa di sovrainfezioni batteriche e il manifestarsi di polmoniti. E’ importante fare visitare il bambino soprattutto se alla febbre prolungata si associano tosse e dolore toracico".
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0