gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Shopping per il baby: le regole d'oro

Nel libro I love shopping per il baby, la protagonista Becky si lascia travolgere dall'acquisto compulsivo di vestiti, mobili e oggetti per il nascituro. Ma è necessario ricordare che le spese saranno tante, è quindi indispensabile capire cosa è davvero essenziale

Nel libro I love shopping per il baby, la protagonista Becky si lascia travolgere dall'acquisto compulsivo di vestiti, mobili e oggetti per il nascituro. Anche nella vita reale è fin troppo facile cadere nel vortice delle spese d'impulso alla vista di minuscoli body, irresistibili scarpine (LEGGI), lenzuoli deliziosamente ricamati e via dicendo. Ma è necessario darsi una calmata e ricordare che le spese saranno tante e talvolta ingenti; è quindi indispensabile canalizzare la voglia di comprare verso ciò che è davvero essenziale.



LEGGI ANCHE: Corredino neonato: cosa serve davvero



Il primo passo è consultarsi con amici e parenti che hanno avuto figli da poco e chiedere se hanno qualcosa da prestarvi per il bebè in arrivo; la maggior parte degli oggetti saranno seminuovi e basterà lavarli e disinfettarli accuratamente per poterli riutilizzare. Carrozzine, sterilizzatori, fasciatoi, vaschette e persino scarpe e vestiti: tutto quello che arriva è bene accetto. Se qualcosa non vi piace o è in cattivo stato potete sempre rifiutare con la scusa che vi è già stato regalato; più cose riuscirete a recuperare più soldini potrete destinare ad altri oggetti per il bambino - o per le considerevoli spese costituite da visite (LEGGI), esami e quant'altro



LEGGI ANCHE: I regali giusti per una neomamma



Oltre che di oggetti, fate scorta anche di pareri di amiche che sono diventate mamme prima di voi; scoprirete ben presto che molte cose vengono ritenute imprescindibili da alcune e assolutamente inutili da altre. C'è chi ha sempre sterilizzato usando solo l'acqua bollente e chi invece non può fare a meno dello sterilizzatore a freddo; chi ha utilizzato quotidianamente il tiralatte (LEGGI) e chi non ne vuole nemmeno sentir parlare; e via dicendo. Per quanto riguarda gli oggetti "controversi" il miglior consiglio è aspettare; quando vi troverete nella situazione capirete cosa è meglio per voi e quali sono le reali esigenze vostre e del piccolo. Nel frattempo, c'è molto altro da acquistare



LEGGI ANCHE: Trio? Carrozzina? Guida all'acquisto intelligente




Il seggiolino per la macchina, la carrozzina e la culla
corredate di materassi, cuscini e set di lenzuola, e via dicendo, sono tutti oggetti necessari e costosi se non avete potuto "ereditarli" da vostri conoscenti. Non è detto che tra di loro ci sia qualcuno disposto a farvi un regalo così impegnativo e magari per voi in questo momento si tratta di una spesa difficilmente sostenibile. In questo caso vi vengono in aiuto le liste bebè (LEGGI) o lista nascita: utilissime per evitare regali doppi o sgraditi, servono anche per gli oggetti costosi che possono essere divisi in "quote" tra diversi partecipanti. Funzionano come le più conosciute liste di nozze



LEGGI ANCHE: Parto: la valigia da portare in ospedale




Durante lo shopping per il piccolo in arrivo è bene poi fare attenzione ai vestitini. E' difficilissimo resistere di fronte a minuscoli completini che spesso costano poche decine di euro, ma bisogna tenere a mente che non sapete con esattezza quale sarà la taglia del vostro bambino appena nato. Anche l'ecografia morfologica (LEGGI) vi informa sulle misure del bambino in questo momento, e come sarà al parto se la crescita procedesse secondo gli standard, ma ciò non toglie che il piccolo potrebbe aumentare di più o di meno rispetto alle statistiche. Non per niente gli ospedali, per i cambi, consigliano prudentemente di optare per una taglia 2 che si aggira tra 1 e 3 mesi. E' meglio quindi limitare gli acquisti di vestiario al minimo indispensabile (i cambi dell'ospedale e poco altro), e rimandare altre compere a quando il piccolo sarà già nato e "misurabile". Acquistare capi molto più grandi (ad esempio taglia 6 mesi) pone comunque il problema della stagionalità, ma, se non altro, potrete eventualmente cambiarli; conservate quindi gli scontrini e le etichette ed evitate di lavarli prima della nascita

Laura Losito

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0