gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Fare la spesa con i bambini: strategie anti impazzimento

Alle volte non se ne può fare a meno e si tratta di una vera e propria mission impossible. Stiamo parlando di quando si è costretti ad andare a fare la spesa con la prole al seguito

Ogni mamma cerca in qualche modo di evitarlo, chiedendo aiuto ai nonni o approfittando delle ore di “libertà”. Delle volte però non se ne può fare a meno e in questo caso spesso si tratta di una vera e propria mission impossible.

Stiamo parlando della circostanza in cui si è costretti ad andare a fare la spesa con la prole al seguito.
Non è un'impresa facile già con un figlio, figuriamoci quando i bimbi sono due o più! Gli scenari possibili in questo caso sono molteplici e tutti poco rassicuranti: neonati che reclamano la poppata mentre siamo in fila al reparto salumi, bimbi piccoli che sperimentano l'ebrezza delle prime corse intorno agli scaffali, spesso nella zona ad alto rischio di bicchieri, piatti e pentolame in genere, bimbi più grandicelli che strillano perchè vogliono comprare tutto ciò che colpisce il loro interesse, etc... 
10 regole veloci per risparmiare

Insomma, fare la spesa in queste circostanze il più delle volte è un'impresa ad alto rischio che può trasformarsi in un vero incubo. Le mamme, o i papà, a cui è capitato di sperimentare questo tour de force quasi sicuramente si sono trovati a rimpiangere i bei tempi in cui potevano girovagare tra gli scaffali da single o anche in coppia. Nella vita sempre più frenetica che conduciamo al giorno d'oggi anche fare la spesa diventa una corsa contro il tempo; spesso ci si limita a mettere nel carrello esclusivamente i prodotti segnati sulla lista senza prestare troppa attenzione ai prezzi e alle eventuali offerte.

Quando oltre al carrello ci portiamo dietro anche dei bambini occorre il doppio della concentrazione per limitare i danni e tornare a casa sani e salvi.

Ai non addetti ai lavori, o a coloro che hanno ancora la fortuna di fare la spesa in santa pace, questo quadro può sembrare eccessivamente catastrofico oppure rispondente a famiglie con bambini decisamente esuberanti.

In realtà fare la spesa può essere un problema anche se i nostri figli sono dei “tipi tranquilli”. Ad esempio, nostra figlia di due anni, generalmente calma e accondiscendente, potrebbe pretendere di trasportare da sola il famoso carrellino rosso, e questo può andar bene durante il primo quarto d'ora di permanenza nel supermercato ma provocherà non pochi problemi riducendoci all'immobilità quando il carrello sarà pieno.

Oppure può succedere che nostro figlio di cinque anni si offra di aiutarci a riempire il carrello e in questo caso potremmo accorgerci (solo quando, dopo una fila interminabile, è finalmente il nostro turno alla cassa) di aver comprato una confezione di liquido antigelo per il motore dell'automobile... in piena estate.

Insomma, dobbiamo essere pronti ad affrontare qualche piccolo inconveniente, ma con alcuni accorgimenti possiamo sperare di cavarcela. Ad esempio, fare la spesa con un neonato può essere semplicissimo, a patto che si sia equipaggiati con apposito marsupio e si scelga il momento giusto per andare al supermercato.
L'ideale sarebbe uscire subito dopo la poppata, se siamo fortunati il piccolo si addormenterà e potremo fare la spesa con tranquillità.

Uscire con i bambini: come organizzare la pappa?

Se abbiamo due figli cerchiamo di scegliere supermercati o centri commerciali in cui ci siano i carrelli con la macchinina: un bimbo, il più piccolo, possiamo sistemarlo nel seggiolino del carrello, l'altro si divertirà a guidare la macchinina.

Un piccolo trucchetto per evitare di farsi ripetere continuamente e per tutto il tempo necessario a fare la spesa “mamma mi compri quello? mamma mi compri questo?” è quello di dirigerci subito al reparto giocattoli o dolci o figurine (o quello che preferisce nostro figlio) e permettere a nostro figlio di scegliere una sola cosa piccola da comprare oppure un gioco (che non sia troppo facile da distruggere) che lo distrarrà fino al momento in cui, una volta in prossimità della cassa, provvederemo a farlo sparire.

Il rischio che nostro figlio inizi a strillare quando non vedrà più il giocattolo è molto alto, ma in questo caso potremo sempre dare la colpa al ladruncolo del supermercato! Infine fare la spesa con bambini più grandicelli può essere ancora più facile e anche divertente, specie se abbiamo abituato i nostri figli a ricevere una piccola ricompensa se si sono comportati bene magari aiutandoci a fare la spesa

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0