gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Sarah Scazzi uccisa dallo zio: la notizia in diretta tv

Sarah Scazzi scoparsa a fine agosto nella provincia di Taranto è stata uccisa dallo zio. La madre ha appreso la notizia in diretta tv mentre si trovava in collegamento a "Chi la visto"

Sarah Scazzi, 15enne di Avetrana (Taranto) era scomparsa a fine agosto mentre si dirigeva a casa della cugina Sabrina per andare insieme al mare. Durante il breve tragitto tra la propria casa e quella degli zii Sarah scompare, il suo cellulare viene spento poco dopo la scomparsa e da quel momento non viene più riacceso.

A fine settembre verrà trovato bruciato e senza carta sim. Le indagini sembrano non portare a piste risolutive: Sarah non aveva un ragazzo, non era una ragazza problematica, ma come tanti teen della sua età voleva scappare dal piccolo paese in cui viveva.

I vari profili su facebook della ragazza fanno pensare inzialmente ad una fuga organizzata con un amico/amore conosciuto online anche se sembra improbabile che una ragazzina scappi via senza portare con sè almeno una borsa con le cose più importanti. La madre chiede agli inquirenti di indagare su chiunque compresi i familiari.

A finsarahscazzie settembre la svolta nelle indagini: lo zio Michele Misseri ritrova in un podere di famiglia il cellulare della ragazza. Ieri, dopo molte ore di interrogatorio la confessione dello zio 53enne e il ritrovamento del cadavere. Sarah è stata uccisa  perchè ha respinto lo zio dopo alcuni tentativi di molestia di cui aveva parlato alla cugina Sabrina, la figlia del reo confesso, che in tutto questo tempo, non ha mai parlato di ciò.
L'uomo l'avrebbe strangolata con una corda mentre lei gli dava le spalle, poi ha abusato di lei dopo che era già morta. Una volta terminato l'atroce gesto, l'ha denudata e gettata nel pozzo (che poi si è riempito d'acqua) dove è stata ritrovata la notte scorsa.
Il cadavere, risalente allo stesso 26 agosto, giorno della scomparsa, è stato ritrovato saponificato (in casi particolari, in cui il corpo si trova in ambienti senza circolazione di aria e a contatto con concentrazioni importanti di minerali, si verifica la trasformazione dei grassi del corpo in sapone).

Una storia atroce con un epilogo ancora più triste e squallido: ieri sera la madre di Sarah è ospite della trasmissione di Rai 3 "Chi l'ha visto" proprio dalla casa degli zii, in diretta tv viene a sapere della ritrovamento del corpo della figlia e del coinvolgimento dei parenti.

Una storia di "ordinaria" violenza familiare: una ricerca del 2010 di Swg in collaborazione col Telefono Rosa ha rilevato che in caso di violenza sulle donne i responsabili 4 volte su 5 sono da cercarsi tra i parenti stretti

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0