gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Finlandia: lo Stato regala tutto il necessario per il bebè

In Finlandia da 75 anni ogni donna incinta riceve uno speciale pacco, con una scatola che può anche essere usata come culletta

Ad ogni bambino nato in Finlandia, lo Stato regala uno speciale kit di benvenuto contenente un gran numero di cose utili, come vestitini, lenzuola, giocattoli e soprattutto una scatola che molti usano come culletta per i primi mesi.

Il pacchetto maternità è stato introdotto nel 1930 e molti studiosi sono convinti che proprio la scatola trasformata in lettino abbia contribuito a ridurre la percentuale di casi di morte in culla (LEGGI).


LEGGI ANCHE: La nanna ideale, i problemini dei primi mesi


Body, sacco a pelo, abbigliamento, prodotti per la pulizia  e l'igiene del neonato, pannolini, biancheria da letto e un piccolo materasso: tutte le donne incinte ricevono questo kit di maternità e la cosa più sorprendente di tutte è che ogni neonato, di qualsiasi estrazione sociale, trascorre le prime settimane di vita all'interno di questa scatola di cartone con  materasso, trasformata in lettino.

Un successo globale, visto che lo Stato ti permette di scegliere se ricevere la scatola o una sovvenzione in denaro , pari a 140 euro, e il 95% delle mamme chiede il pacco.


LEGGI ANCHE: Le cattive abitudini che rovinano il sonno dei bambini



Ma come nasce la scatola della maternità?
All'inizio, nel 1938, il kit di maternità era riservato solo alle famiglie  a basso reddito, ma dal 1949 in poi il regalo è stato esteso a tutte le donne incinte.

Non solo, la scatola può essere consegnata a tutte le donne già al quarto mese di gravidanza, il che, spiegano gli esperti, ha contribuito fortemente ad orientare le donne in gravidanza verso medici e infermieri, in un contesto sociale devastato come quello finlandese negli anni Trenta, dove la povertà era dilagante e la mortalità infantile era altissima.

neonato-dorme-in-scatola

A distanza di 75 anni la scatola maternità è parte integrante di un rito finlandese di passaggio verso la maternità che unisce diverse generazioni di donne. Anche perchè è abitudine familiare conservare il contenuto delle scatole in modo da poterle poi comparare con quelle ricevute dalle figlie o dalle nipoti nelle generazioni successive.

E infatti, ad esempio, la scatola degli anni Trenta conteneva tessuto e non vestiti perchè le mamme erano solite confezionare i vestitini con le loro mani.
Oppure durante la Seconda Guerra Mondiale c'era gran bisogno di flanella e tela per il Ministero della Difesa, quindi una parte di questo materiale fu sostituito con lenzuola di carta e fasce di stoffa.

gpt native-middle-foglia-bambino


E i pannolini usa  e getta hanno fatto capolino nel 1969, sostituendo quelli in stoffa. E biberon e ciuccio sono stati pian piano eliminati per promuovere l'allattamento al seno.

Infine, la scatola ha certamente avuto un impatto importante nella riduzione dell'incidenza dei casi di morte in culla (LEGGI). Fino ad allora era considerato normale far dormire il bambino in mezzo ai genitori nel lettone, ma quando le famiglie si videro arrivare una scatola con materasso capirono che il bambino poteva anche dormire separatamente.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0