gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Piange e si dispera: saranno le colichette?

/pictures/20150305/piange-e-si-dispera-saranno-le-colichette-3410214694[504]x[210]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Il bambino piange, è nervoso e non ha voglia di mangiare. Qual è la causa?

Colichette nei neonati

Piange e si dispera: saranno le colichette?
Il bambino piange, è nervoso e non ha voglia di mangiare. Qual è la causa?
Chissà quante volte ci siamo ritrovate davanti ad una situazione del genere con il nostro piccolo fagottino tra le braccia che si dispera e noi, sorprese, senza un rimedio istantaneo per tranquillizzarlo.

Molte volte si attribuisce la causa di queste reazioni del neonato alle cosiddette colichette, aria fastidiosa presente nell’intestino che provoca dolore al pancino del nostro piccolo. In genere, compaiono nelle prime settimane di vita e le cause attribuibili sono molteplici.

Come si manifestano?

Il pianto del piccolo è ingestibile, si muove nervosamente flettendo le gambe verso il pancino, il suo viso è arrossato dalla tensione provocata da questo fastidio e tende ad emettere aria. Spesso rifiuta anche qualsiasi tipo di coccola della mamma o anche il biberon o il seno

Come riconoscere le colichette?

La manifestazione è abbastanza nota ed evidente, a volte la mamma potrebbe confonderle con altri tipi di disturbi più gravi. In genere, le colichette tendono a scomparire tra il 4° e 5° mese di vita

gpt native-middle-foglia-bambino

Qual è la causa?

Il fastidio è molto diffuso tra i pargoletti e la causa non è mai stata definita con certezza. Sono state fatte ipotesi sulle probabili motivazioni che innescano questo fenomeno, come l’allergia al latte vaccino o l’eccessiva produzione di gas da parte dell’intestino.
Sicuramente vanno sfatate alcune dicerie sulle possibili cause delle colichette, come quelle relative all’alimentazione della mamma (non sono alcuni cibi come i legumi a causare il disturbo), o al latte troppo grasso o ancora all’atteggiamento nervoso della madre.

Come si legge sul sito saninforma.it  la prima cosa da fare è quella di cercare di capire se i sintomi succitati possano corrispondere alle colichette: è possibile saperlo rivolgendosi al proprio pediatra di fiducia. Per alleviare il fastidio al piccolo e cercare di calmarlo, la cosa fondamentale è quella di trasmettergli tranquillità, quindi cercare di massaggiare il pancino con movimenti lenti, circolari e ritmati che rilassano il pancino e distendo il piccolo dal nervosismo del pianto.

Cercate di stare in un luogo con poca luce e con pochi rumori che possono distrarre il bambino ed aumentare il suo nervosismo, rilassate il pancino anche con una bevanda calda alle erbe come camomilla, finocchio, melissa – infusi che tendono a distendere la tensione intestinale.

Cosa si può fare se il bambino ha le coliche

Una delle cause delle coliche è anche attribuibile al temperamento del piccolo, magari un tantino nervoso. Mostrargli serenità, rilassarlo emotivamente serve d’aiuto e contribuisce a stringere il rapporto tra mamma  e bambino.

Cantargli una ninnnananna, passeggiare lentamente tenendolo in braccio, sono tutti trucchetti per distenderlo e calmierare il senso di tensione muscolare. Un toccasana è il bagnetto in acqua tiepida prima della nanna: distende i muscoli, dona tepore al corpicino e rilassa il piccolo che tende anche ad addormentarsi più facilmente

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0