gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il bambino ha gli incubi: come aiutarlo?

Come aiutare il bambino se ha incubi frequenti? Ecco qualche consiglio da parte dell'esperto

COME AIUTARE BAMBINO CON INCUBI - Gli incubi perseguitano vostro figlio?
Si sveglia frequentemente nel cuore della notte con pianti, disperazione e grida? Ecco i consigli dello psicologo Harry Ifergan per aiutarvi a superare insieme questo momento.

Gli incubi sono piuttosto comuni nei bambini tra 1 e 8 anni e si verificano a tarda notte durante la fase REM del sonno. Improvvisamente il il bambino si sveglia e può ricordare perfettamente le immagini angoscianti che lo hanno terrorizzato e ha paura che se si riaddormenta quelle stesse immagini torneranno a tormentarlo. 

SCOPRI ANCHE: Il bimbo che prova a resistere al sonno, video

Il bambino fino a 4 anni è incapace di distingue i sogni dalla realtà e quindi può richiedere a gran voce la vostra presenza durante la fase di addormentamento e ha bisogno di rassicurazioni. Anche se può essere faticoso, è necessario aiutarlo in questa fase. Per il bene del suo sviluppo psicologico.

Ma perché il bambino ha gli incubi?
L'incubo, proprio come il sogno, permette al bambino di elaborare frustrazioni, desideri, paure. Durante la giornata il suo lavoro è faticoso, deve obbedire alle regole della famiglia e della società, deve adattarsi al gruppo e vive un gran numero di conflitti

Tutti questi conflitti vengono poi elaborati inconsciamente durante la notte, attraverso gli incubi, che sono una vera e propria manifestazione della lotta interiore che vive dentro di sè: tra la paura di crescere e il desiderio di farlo. 

LEGGI ANCHE: Dorme, finalmente! Come risolvere i problemi di sonno dei bambini

Non si tratta di un capriccio e nemmeno di una regressione: il bambino è semplicemente sopraffatto dal grande senso di impotenza che spesso lo assale quando desidera qualcosa e si sente frustrato. E si rende conto di non avere potere su ogni cosa.

L'incubo diventa una valvola di sfogo molto utile che consente al bambino di esternare la sua angoscia e questo lo aiuterà a domare il mondo esterno e quello degli adulti.

bambino-come-combattere-incubi


Ma come possiamo aiutarlo?

Fino ai 3 anni il bambino si aspetta, e chiede a gran voce, una presenza rassicurante. E' importante confortarlo, dirgli che anche voi avete vissuto le sue stesse paure. Magari offrirgli un bicchiere d'acqua, farlo dormire per un po' con una lucina accesa, farlo dormire con suo fratello oppure "spruzzare un po' di polvere magica" che allontana i suoi mostri. 


L'importante è non sottovalutare o svilire le sue paure, che sono reali, e nemmeno consentirgli di dormire con voi, perchè servirebbe solo a rafforzare la sua paura e finirà col prendere la cattiva abitudine di non riuscire ad addormentarsi senza la vostra presenza. 

A quattro anni è perfettamente in grado di distinguere la realtà dal sogno e che non esistono davvero fantasmi o mostri sotto il letto. 

Per tranquillizzarlo portatelo in braccio per la casa, dategli un senso di protezione e sicurezza, dimostrategli che tutte le porte sono chiuse e non ci sono pericoli. Non sgridatelo e non arrabbiatevi. 

E la mattina dopo invitatelo a parlare con voi dei suoi mostri e magari a disegnarli, per poi bruciare il foglio che raffigura questi cattivoni!

Prima di dormire fate in modo di dirigere i suoi pensieri verso cose e momenti felici.


BAMBINI CHE DORMONO (FOTO)

gpt native-middle-foglia-bambino
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0