gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Torna l'ora solare: qualche disagio per i bambini

/pictures/20141020/torna-l-ora-solare-qualche-disagio-per-i-bambini-353734637[507]x[212]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre torna l'ora solare. I bambini possono soffrire di piccoli disturbi, ecco come aiutarli

Cambio ora solare bambini

Il passaggio all'ora solare può provocare qualche piccolo disagio, soprattutto nei bambini in età scolare. Come spiega Oliviero Bruni, direttore dell’unità di neuropsichiatria infantile dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma, "gli eventuali problemi di sonno legati al cambio dell’ora riguardano essenzialmente i bambini in età scolare, che hanno giornate con ritmi ben definiti, mentre non toccano l’equilibrio dei neonati, che hanno delle loro abitudini molto diverse".

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre dovremo spostare le lancette dell'orologio un'ora indietro. La mattina di domenica potremo dormire un'ora in più, ma soprattutto per i bambini e per chi già convive con insonnia e disturbi del sonno, potrebbe essere più difficile abituarsi al cambio di orario.

Come risolvere i problemi di sonno nei bambini

Al mattino il sole sarà già sorto, ma al pomeriggio farà buio prima con inevitabili conseguenze sull'umore. Non c'è dubbio che la luce solare regali energia e voglia di muoversi, ma proprio per questo gli esperti consigliano di far stare i bambini all'aria aperta il più possibile, godendo appieno della luce naturale. Occhio all'alimentazione, che deve essere ricca di vitamine, magnesio e potassio, capaci di dare una carica energetica. Un bicchiere di latte caldo prima di dormire può favorire il riposo notturno.

gpt native-middle-foglia-bambino

Come abituare i bambini al cambio d'ora?

In realtà se dovessero soffrire di qualche disagio si tratta comunque di disturbi passeggeri che spariranno nel giro di qualche giorno. Il consiglio è quello di cominciare sin da oggi a posticipare un po' l'ora del pasto e della messa a letto, così non si sveglieranno all'alba. Basta iniziare a ritardare il momento della cena e della nanna di un quarto d'ora al giorno.

In ogni caso l'ideale è mantenere il più possibile inalterate le abitudini, perchè i bambini sono molto abitudinari negli orari dei pasti e del sonno e hanno minori capacità di adattamento.

Infine occhio all'ambiente in cui si dorme: deve essere correttamente aerato, e con una temperatura che si aggira intorno ai 22 gradi.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0