gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

No alle tazze con beccuccio dopo i 2 anni

/pictures/20151027/no-alle-tazze-con-beccuccio-dopo-i-2-anni-1399879228[1666]x[694]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

I pediatri americani mettono in guardia dai rischi legati all'uso di tazze con beccuccio dopo i due anni

Tazze con beccuccio

Le tazze con il beccuccio vengono largamente usate dalle mamme per abituare lentamente il bambino a passare dal biberon al bicchiere. In genere in queste tazze viene messa l’acqua, in modo che il piccolo possa bere in modo indipendente grazie ai piccoli manici che sono posti sui lati della tazza.

Ma sembra che l’utilizzo di queste tazze con beccuccio non sia indicato per i bambini. La raccomandazione arriva dall’American Academy of Pediatrics che sconsiglia di far bere dalle tazze con beccuccio i bambini con più di due anni.

gpt native-middle-foglia-bambino

Perché i bambini dovrebbero abbandonare le tazze con beccuccio tra i 12 e i 24 mesi?

I motivi indicati dai pediatri statunitensi sono numerosi. Vediamoli.

  • il bambino deve imparare a mangiare in modo sano, avere sempre a disposizione una tazza regolarmente riempita con succhi di frutta o latte può far sì che rifiuti il pasto preparato dalla mamma e ostacola un'alimentazione sana per i bambini
  • eliminando le tazze con il beccuccio si riduce il rischio di riportare ferite e lesioni che non sono poi così infrequenti. Uno studio pubblicato su Pediatrics riferiva che in un periodo di 19 anni più di 45mila bambini con meno di 3 anni negli Stati Uniti sono stati portati al pronto soccorso con lesioni alla bocca e alle labbra causate dall’uso di tazze col beccuccio, del ciuccio e bottigline di plastica (praticamente 2300 bambini ogni anno vengono curati per questo tipo di problema).
Come abituare tuo figlio al cibo
  • i dentisti spiegano che usare le tazze con beccuccio oltre i 12 mesi può essere rischioso: il bambino potrebbe scivolare mentre ha la tazza in mano e procurarsi una ferita ai denti o al palato. Inoltre succhiare troppo a lungo può comportare alterazioni alla bocca, al palato e ai denti e anche influire negativamente sulla capacità di parlare e sullo sviluppo del linguaggio
  • infine, i rischi sono connessi anche a ciò che si mette dentro queste tazze. Quasi mai semplice acqua, ma molto più spesso camomille, tisane, succhi di frutta e altre bevande zuccherate che possono favorire lo sviluppo della carie e danneggiare i denti, oltre che predisporre i bambini al sovrappeso creando cattive abitudini alimentari che saranno molto difficili da togliere nel corso degli anni.

Gli esperti quindi consigliano di mettere nelle tazze con beccuccio solo dell’acqua, con l’unico scopo di abituare il bambino tra i 12 e i 24 mesi a bere non più dal biberon ma dalla tazza, per poi passare in tempi brevissimi all’uso delle tazze tradizionali.
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0