Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-bambino
1 5

Fai mangiare bene i tuoi bambini

L’alimentazione del bambino ha un ruolo fondamentale nella sua crescita. Le regole per un'alimentazione equilibrata sono semplici: vediamole insieme

adsense-foglia-300
GUIDA ALIMENTAZIONE CORRETTA BAMBINI - A cura della pedagogista dott.ssa Mariaelena La Banca

L’alimentazione del bambino ha un ruolo fondamentale nella sua crescita.  

Le regole di un'alimentazione equilibrata sono semplici:
- diversificare gli alimenti,
- usare moderatamente vitamine e integratori alimentari,
- definire i pasti da non trascurare,
- evitare i problemi di sovrappeso,
- prevenire le allergie alimentari.

SCOPRI ANCHE: In salute fin da piccoli: l’alimentazione per l’infanzia

E' importante insegnare al bambino la curiosità gustativa e i benefici di pasti equilibrati, insegnandogli quindi a mangiare di tutto. 

La diversità nell'alimentazione permette di fornire i glucidi, i lipidi, le proteine e le vitamine necessarie per una buona crescita.


alimentazione-cibi-dieta-bambini


Frutta verdura, carne e farinacei sono tutti importanti. A volte basta presentarli nel modo adeguato per stimolare la curiosità del bambino e fargli piacere qualcosa.
Per far apprezzare al bambino i benefici della frutta, non proporgliela solo a fine pasto. A merenda il bambino avrà fame e sarà più attirato dal sapore dolce e dal colore della frutta.

LEGGI ANCHE: Disturbi dell'alimentazione nei bambini: parla l'esperta

Spesso ai bambini non piace la frutta. Usa la fantasia e presenta la frutta in modo originale.
Ad esempio sbuccia la mela e tagliala a cubetti, oppure togli i filamenti bianchi dai mandarini e falli a spicchi. Il bambino sarà più tentato…

Si sa, i bambini adorano mangiare con le dita. Non esitare a tagliare a bastoncini le carote o i cetrioli. Non dimenticare che il tatto è uno dei sensi più usati nella conoscenza e nell'accettazione degli alimenti.

La diversità delle forme e dei colori attira il bambino. Crea delle insalate colorate e fai partecipare tuo figlio alla preparazione.  
Anche le verdure cotte, sotto forma di sformati, gratin, zuppe e minestroni, possono essere la soluzione ideale per far apprezzare le verdure al bambino.


Se a tuo figlio non piace la carne hai a tua disposizione altri alimenti ricchi di proteine, come il pesce e le uova.

Prova anche con le polpette o con delle fette di carne sottilissime, come se fosse prosciutto.
In teoria un'alimentazione varia ed equilibrata basta a garantire i bisogni del bambino in acidi grassi essenziali (come gli omega 3) e vitamine.
 
Bisogna integrare l’alimentazione del bambino?

Gli omega 3, necessari al corretto sviluppo del cervello e del sistema nervoso, si trovano innanzitutto nel latte materno e poi in alimenti come il pesce grasso (sgombro, carpa, sardine...), l'olio di noce.  

Le vitamine sono presenti in molti alimenti. L'importante è adattare l'alimentazione in funzione della stagione e dei bisogni del bambino. Ad esempio in inverno si privilegeranno gli agrumi, ricchi di vitamina C.   

Quindi, salvo diversa indicazione del medico, gli integratori alimentari non sono necessari. Non bisogna dimenticare che una compressa da 500 mg di vitamina C equivale a ben 1 kg di arance.

Di mattina spesso i bambini non hanno fame. Ma impareranno ad apprezzare questo pasto se dai loro l'esempio. Fate colazione in famiglia, anche a costo di alzarvi un po' prima. 

Il modo di mangiare negli altri pasti dipenderà essenzialmente da quello che il bambino ha mangiato a colazione.  

Se tuo figlio fa fatica a mangiare appena alzato dagli del succo di frutta, per stimolare l'appetito. E se proprio non ne vuole sapere dagli del pane e del cioccolato che mangerà andando a scuola. L’ideale è comunque fare una bella prima colazione a casa.

La merenda è consigliata a tutti i bambini, anche a quelli in sovrappeso. Infatti lasciando passare troppo tempo tra il pranzo e la cena il bambino, affamato, mangerà in eccesso la sera.

Quindi è meglio dare al bambino una merenda leggera come un frutto o uno yogurt. Non preoccuparti: il bambino non morirà di fame.
Puo' succedere che il suo appetito sia irregolare: un giorno non ha voglia di niente e il giorno dopo si abbuffa.

LEGGI ANCHE: La dieta estiva dei bimbi

Mangia poco?
Non obbligarlo a mangiare ed evita di farlo mangiucchiare pensando che sia un modo per compensare, se ha mangiato poco durante i pasti. Per essere sicura che vada tutto bene, tieni sempre sott’occhio la curva dello sviluppo.

Mangia troppo?
Anche questo è un comportamento che non ha necessariamente delle conseguenze negative. L’importante è controllare bene la curva del peso. Se è normale ti basterà calibrare le razioni e stare attenta che non mangiucchi.   

D’altronde se il bambino ha molto appetito scegli gli zuccheri complessi (pasta, riso, legumi secchi, patate...)  piuttosto che gli alimenti grassi o zuccherati. E naturalmente incoraggia tuo figlio a praticare attività fisica

Le allergie alimentari esistono e spesso colpiscono i bambini predisposti per eredità familiare a questo tipo di problema.  Sfortunatamente non sempre si possono evitare. Il modo migliore per prevenirle rimane comunque l'allattamento materno e lo svezzamento tardivo (dopo i sei mesi), che hanno un effetto protettivo