Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Come crescere un bambino vegetariano

Avete deciso di adottare un'alimentazione vegetariana? Ecco cosa sapere sull'alimentazione vegetariana per i bambini

E' possibile crescere un bambino vegetariano? I nutrizionisti non sono contrari purchè ci si assicuri che il bambino assuma tutti i nutrienti di cui ha bisogno per crescere in modo sano.
La ricerca indica che la dieta vegetariana (LEGGI) è associata a un minor rischio di malattie cardiovascolari, livelli più bassi di colesterolo, meno rischio di diabete e pressione sanguigna nella norma. E sempre più spesso sono proprio i bambini che chiedono di rinunciare alla carne, nella maggior parte dei casi per una forma di rispetto nei confronti degli animali.
Ma quali sono i passi da seguire per avviare un'alimentazione vegetariana sana (LEGGI)?

1. Parlarne con il bambino. Se un adulto può scegliere consapevolmente di rinunciare alla carne, non è giusto costringere il bambino ad abbracciare questa decisione. E' importante, prima di partire, parlarne con lui e assicurarsi che sia veramente convinto
2. Consultare un professionista. Non sempre si sa quali sono le sostanze davvero fondamentali per la crescita del bambino. Un nutrizionista sarà in grado di dire quali sono i bisogni nutrizionali del bambino (LEGGI) e aiutare a prevenire carenze di ferro o di altri nutrienti.
3. Coinvolgere il bambino nella pianificazione dei pasti. Andare insieme a lui a fare la spesa, scgeliere ricette vegetariane insieme e, magari, cucinare insieme. Si può anche decidere di organizzare due pasti vegetariani alla settimana per tutta la famiglia.


LEGGI ANCHE: Gravidanza, la dieta vegetariana è pericolosa?


4. Assicurarsi che il bambino assuma la giusta quantità di ferro. I bambini hanno bisogno di almeno 7mg di ferro al giorno, gli adolescenti almeno di 11 mg e le ragazze di 15 mg (a causa del ciclo mestruale). Non c'è dubbio che il ferro della carne venga assorbito più efficacemente rispetto a quello contenuto nei vegetali, per assumere la giusta quantità il bambino potrebbe mangiare cibi fortificati e non farsi mai mancare cibi ricchi di ferro (legumi, frutta secca, verdure a foglia verde) e cibi ad alto contenuto di vitamina C che favorisce l'assorbimento del ferro.
5. Non dimenticare la vitamina B. In certi casi una dieta vegetariana non fornisce la giusta quantità di vitamina B, che si trova soprattutto nelle uova e nei latticini (LEGGI). Se si segue una dieta vegana, che esclude qualsiasi tipo di alimento di origine animale, è probabile che il medico prescriva un integratore
6. Riorganizzare i menu. Non è necessario sconvolgere le abitudini a tavola di tutta la famiglia, ma aggiungere una ricetta vegetariana, preparare un primo piatto uguale per tutti, oppure sostituire qualche volta le proteine della carne con quelle contenute in tofu e legumi


LEGGI ANCHE: Svezzamento vegetariano, i consigli delle mamme


7. Comunicalo in famiglia. E' importante informare i parenti e gli amici più stretti della decisione del bambino, in modo che nessuno si offenderà se lui rifiuterà un piatto e potranno organizzarsi quando lo avranno ospite a tavola
8. Attenzione allo sviluppo. Se il bambino comincia a perdere peso o adottare un comportamento sempre più radicale è bene interrogarsi se non stia sviluppando un disordine alimentare e consultare il pediatra.