gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il cibo spazzatura da evitare con i bambini

/pictures/20150331/il-cibo-spazzatura-da-evitare-con-i-bambini-1599043645[3077]x[1281]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Quali sono gli alimenti da evitare nella dieta del bambino? La pediatra elenca i cibi spazzatura, dannosi per la salute dei più piccoli

Cibi da non dare ai bambini

Il cibo spazzatura, meglio noto come junk food, indica un tipo di cibo malsano a causa del suo bassissimo valore nutrizionale e la ricchezza di grassi o zuccheri, esempio patatine fritte, hamburger, soft drink, hot dog, che conducono facilmente a obesità, diabete, malattie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro, depressione, ecc..

La parola viene coniata per la prima volta da Michael F. Jacobson nel 1972. Se nel 2007 il British Journal of Nutrition ha pubblicato uno studio secondo il quale le madri che mangiano cibo spazzatura durante la gravidanza aumentano la probabilità di malattie nei figli, nel 2008 un articolo simile suggerisce che le madri che mangiano cibo spazzatura durante la gravidanza o in allattamento hanno figli che sono più inclini all'obesità, al diabete, al colesterolo e a problematiche riguardanti la circolazione, mentre lo Scripps Research Institute nel 2008 afferma che il consumo di cibo spazzatura può alterare l'attività cerebrale in modo simile a quello provocato dalle sostanze stupefacenti quali la cocaina o l'eroina.

Regole alimentari per le diverse fasce di età

Per ridurre il "cibo spazzatura" e la possibilità che i nostri figli abbiano compromessa la salute alcuni stati della Comunità Europea hanno messo delle tasse: dicembre 2011, la Danimarca ha introdotto la prima tassa su questi cibi tassando quelli che hanno più di 2,3% di grassi saturi; l'Ungheria, sulle bevande ritenute non salutari contenti oltre 20 mg di caffeina ogni 100 ml; nell'agosto del 2012 il nostro ministro della sanità Renato Balduzzi ha, o meglio aveva, proposto di tassare per tre anni le bottigliette da 33cl. di aranciata, gassosa o altre bevande gassate e zuccherate. Gran Bretagna, Svezia, Corea del Sud hanno vietata la pubblicità televisiva di junker food dannosi per la salute dei bambini.

Tutti sappiamo come il cibo spazzatura sia dannoso per i bambini più che gli adulti. La spiegazione è che i bambini hanno più bisogno di sostanze nutritive di buona qualità e meno calorie, inoltre, come afferma Christine Gerbstadt dell’American Dietetic Association, essi riescono facilmente a riempirsi di calorie cattive con cibo spazzatura e a non lasciare spazio ai cibi sani ricchi di nutrienti, generando di conseguenza un deficit nutrizionale che può anche ostacolare lo sviluppo fisiologico del bimbo in crescita.

I cibi da evitare nell'alimentazione del bambino

  1. Secondo un sondaggio dell’American Dietetic Association (ADA) nel 2009 la soda presente in alcune bibite, che viene offerta dai sette mesi di età, oltre a danneggiare i denti del bimbo porta a una riduzione dell’assunzione dei cibi buoni, poiché ricca di zuccheri; 
  2. il succo di frutta non è sinonimo di sano, infatti la fibra di frutta fresca in gran parte è persa nel processo di spremitura, e ciò che rimane è solo zucchero in grande quantità. L'uso di alcuni succhi, esempio mela e pera, per addolcire il cibo del bambino non è una buona idea, perché gli zuccheri in questi succhi accelerano il passaggio del cibo attraverso il tratto digestivo e quando il cibo passa troppo in fretta, il corpo non ha il tempo di assorbire tutti i nutrienti, e a volte si può manifestare anche una diarrea, inoltre va sfatato il mito che il succo di frutta fornisce Vit. C.
  3. È cibo spazzatura i crackers che le mamme tendono a offrire ai bimbi per sgranocchiare come spuntini, ma salati o non salati che essi siano non vanno bene in età pediatrica, sono definiti uno spreco di calorie per uno spuntino, mentre la frutta o i cereali basso contenuto di zucchero hanno un valore più nutritivo dei cracker.
  4. Junk food sono anche i pasti trasformati, ovvero i cibi manipolati che per la lavorazione e l’aggiunta di additivi perdono un notevole valore nutrizionale, mentre aumentano zucchero, sale, grassi; la gelatina utilizzata per preparare i dolci, anche se facile da digerire, perché non contiene proteine come potremmo pensare dal momento che deriva da ossa animali trasformate e cartilagine, bensì zucchero, colore e sapore artificiali, e solo una ridottissima quantità di gelatina. Molto meglio quindi una mousse di mele con una spolveratina di cannella, che oltre a essere naturalmente dolce ha una buona quantità di fibre, vitamine e una deliziosa consistenza morbida che invoglia a essere gustata.
  5. E poi non dimentichiamo le pizzette surgelate, i samosa, gli hamburger, i frankies, le patatine fritte, i panini, i tramezzini golosi che ci attirano per odore e colore, ecc., che possono essere una concausa e generare:

gpt native-middle-foglia-bambino

  • Diabete di tipo 2. Quando si segue una dieta sana, il corpo è rifornito costantemente di glucosio, che aiuta a mantenere la sensibilità all'insulina. Quando si mangia solo cibo spazzatura, l'eccessivo stress esercitato sul metabolismo influenza la capacità del corpo di utilizzare correttamente l'insulina. Il cibo spazzatura manca di un ottimale contenuto di fibre, il suo consumo si traduce direttamente in un picco dei livelli di zucchero. Inoltre, il consumo di cibo spazzatura porta all'obesità, uno dei principali motivi per la resistenza all'insulina e sviluppo del diabete.
  • Innescare problemi di digestione. Chi è dipendente dal cibo spazzatura grasso e fritto, è destinato a soffrire di problemi digestivi come la malattia da reflusso gastroesofageo e la sindrome dell'intestino irritabile. Infatti il cibo spazzatura è imbibito di olio che si deposita sulle pareti del rivestimento dello stomaco e aumenta la secrezione acida, le spezie solitamente presenti a rendere più gustoso il cibo irritano la mucosa gastrica, peggiorano la digestione e il reflusso, la loro mancanza di fibra ostacola la digestione e aumentano la stitichezza e le emorroidi.
  • Causare malattie renali. Il motivo per cui non si può mai dire di no a patatine fritte e chips è perché contengono elevate quantità di sale che aumenta la salivazione e la secrezione di enzimi che migliorano il desiderio di questi alimenti. L’elevata quantità di grassi cattivi e di sale rompe l'equilibrio sodio-potassio nel corpo e provoca ipertensione. Dal momento che il rene deve filtrare tutte le tossine dal sangue, mangiare molto di cibo spazzatura ha un effetto diretto sul funzionamento dei reni.
  • Provocare importanti variazioni della glicemia. Un junk food è ad alto contenuto di zucchero raffinato che esercita stress sul metabolismo. Lo zucchero raffinato induce il pancreas a secernere più quantità di insulina per evitare un drastico picco nei livelli di zucchero nel sangue. Il cibo spazzatura manca di livelli sufficienti di buoni carboidrati e proteine e la glicemia cade improvvisamente dopo i pasti. Questo ci rende irritabili e vogliosi di più cibo spazzatura.
  • Provocare stanchezza e debolezza. Questo cibo manca della maggior parte dei nutrienti essenziali come proteine ​e vitamine necessarie per il mantenimento della salute generale e il buon funzionamento di tutti i sistemi nel corpo. Anche se danno sazietà e soddisfazione, non forniscono energia immediata, ci si sente stanchi e deboli e se il loro consumo è quotidiano per un certo periodo di tempo, si può soffrire di stanchezza cronica.
La giornata alimentare del bambino
  • Causare depressione specie tra gli adolescenti. Gli adolescenti sono soggetti a cambiamenti ormonali, umorali e comportamentali, una dieta sana gioca un ruolo importante nel mantenere l'equilibrio di ciascun individuo.
  • Aumentare il rischio di malattie cardiache. I cibi spazzatura sono carichi di grassi saturi e grassi trans che aumentano i trigliceridi e il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, contribuendo alla formazione della placca ateromasica e le malattie cardiache.
  • Danneggiare il fegato. Il consumo ripetuto di cibo spazzatura può avere effetto nocivo sul fegato come se si consumasse alcol. Uno studio ha messo in luce come mangiare cibo spazzatura e la mancanza di attività fisica porti a variazione degli enzimi epatici entro quattro settimane esattamente come accade per chi consuma abbondantemente bevande alcoliche e conseguente deposito di grasso nel fegato.
  • Modificare la funzione del cervello. Uno studio pubblicato sulla rivista Brain, Behavior and Immunity dimostra che una settimana di cibo spazzatura è sufficiente a provocare disturbi della memoria nei ratti. Recenti ricerche suggeriscono che i grassi cattivi da cibo spazzatura tendono a sostituire i grassi sani nel cervello e interferiscono con il normale meccanismo di segnalazione. Inoltre i grassi del cibo spazzatura rallentano la capacità di apprendere nuove abilità.
  • Aumentare il rischio di cancro. La mancanza di fibra è la ragione principale per cui il consumo di cibo spazzatura è legata ad un aumentato rischio di tumori dell'apparato digerente. Uno studio pubblicato nel Journal of Cancer Prevention ha rivelato che consumare troppi cibi fast food, che sono ad alto contenuto di zuccheri e grassi, può aumentare le probabilità di sviluppare il cancro del colon-retto e il Fred Hutchinson Cancer Research Center, di Seattle, ha posto in evidenza come gli uomini che mangiano cibi fritti più di due volte al mese aumentano il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0