gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I cibi che provocano le colichette

/pictures/20150609/i-cibi-che-provocano-le-colichette-2157627268[2455]x[1020]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Esistono alcuni cibi che favoriscono la formazione di gas nel pancino. Ma non sempre è giusto eliminarli dalla dieta

Cibi e gas nel bambino

Le colichette sono una delle principali cause di pianto e malessere dei bambini.

La loro origine non è ben chiara, ma ci sono indubbiamente alcuni alimenti che possono causare la formazione di gas nell’intestino e quindi provocare questi fastidiosi mal di pancia.

Gli alimenti a cui guardare con attenzione sono

  •     Fagioli
  •     Broccoli
  •     Cavoletti di Bruxelles
  •     Cavolo
  •     Cavolfiore
  •     Crusca
  •     Farina d'avena
  •     Albicocche
  •     Susine
  •     Pesche
  •     Pere
  •     Susine
  •     Agrumi


Questi cibi possono provocare la formazione di un’eccessiva quantità di gas, ma spesso non sono gli unici responsabili delle colichette.

gpt native-middle-foglia-bambino

L’intestino dei bambini piccoli è sempre in attività perché mangiano spesso e questo può essere una delle cause che favoriscono la formazione dei gas nel pancino.

Come spiega Jennifer Shu, pediatra e nutrizionista nonché autrice di alcuni libri sull’alimentazione dei bambini, il gas comincia a formarsi in un paio d’ore dall’assunzione dei cibi a rischio e possono volerci anche due o tre giorni prima che il cibo venga metabolizzato completamente dall’organismo.

E’ giusto eliminare questi cibi?

Secondo l’esperta no. Eliminarli vorrebbe dire privare il bambino di alimenti sani e preziosi dal punto di vista nutrizionale. I cibi ricchi di sostanze nutritive e fibre sono la scelta migliore per far sì che il bambino faccia la cacca regolarmente e che questa abbia una consistenza soffice. Nel momento in cui il bambino inizia lo svezzamento l’esplorazione dei vari alimenti è una grande sfida. Entusiasmante. Che non deve essere causa di stress e ansia ma che anzi va affrontata con serenità ed entusiasmo. Eliminare questi alimenti significa porre delle restrizioni all’alimentazione del bambino e non è una scelta vincente.

L’introduzione dei cibi solidi durante lo svezzamento costringe il sistema digestive a lavorare di più, ad imparare e adattarsi ad un’alimentazione diversificata e fare i conti con i gas che possono formarsi nella pancia è parte integrante di questa sorta di percorso formativo.

Cosa fare se il bambino ha le coliche

Se il bambino soffre regolarmente di coliche è bene chiedere al pediatra. E’ importante farlo quando si presentano diarrea e stitichezza, quando si sospetta che il bambino sia allergico al latte vaccino o quando non cresce come ci si aspetterebbe. Sarà solo il pediatra a studiare il caso ed eventualmente a proporre dei cambiamenti nella dieta del bambino.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0