Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Bambini e cibo: 10 consigli per crescere bene

Cosa mangiare per crescere bene? Di tutto un po’ e in giusto equilibrio ecco i dieci comandamenti giusti da seguire

adsense-foglia-300

bambinogelatoMangiare di tutto ed attingere alla variabilità di cibi presenti nel mondo animale ed in quello vegetale che la natura ci mette a disposizione

2° Mantenere una giusta proporzione tra gli alimenti di qui ci nutriamo, ricordando che questi contengono carboidrati, proteine, grassi, vitamine, minerali, altrimenti detti nutrimenti fondamentali. I carboidrati fanno la parte del leone; il 60% di tutta l’energia introdotta con gli alimenti la devono fornire i carboidrati

3° Non mangiare a merenda solo merendine e o pizzette, ma cominciare bene la giornata con una buona colazione, uno spuntino a metà mattina, un giusto e gustoso pranzetto, una mini merenda, una cenetta con mamma e papà. Per maggior precisione le calorie ed i nutrienti necessari alla crescita del vostro bambino dovrebbero essere così distribuite:
Prima colazione 15-20% 
seconda colazione o spuntino 5% 
Pranzo 40% 
Merenda 5% 
Cena 30-35%
Rilevamenti effettuati sulle abitudini alimentari sulla popolazione scolastica mettono in luce l’uso della prima colazione insufficiente e a volte inesistente. I genitori devono insegnare al bambino a fare colazione prima di andare a scuola; ne gioverà la sua crescita, il suo apprendimento e il suo umore.

4° Bisogna educare il bambino ad una adeguata masticazione poiché la prima digestione avviene in bocca. Masticare il boccone almeno 15 volte aumenta il senso di sazietà e diminuisce la fermentazione degli zuccheri nello stomaco. Anche in questo caso l’esempio dato dai genitori vale più di molte parole

Non abituate il bambino a mangiare davanti al televisore; poiché quando mangia deve essere pienamente consapevole di quello che fa e così svilupperà il senso del gusto e della sazietà

6° Pazienza e fantasia con quei bambini che storcono il naso e non vogliono assaggiare quello che la mamma ha preparato per loro. Il bambino mangia prima con la testa, poi con gli occhi e infine, se tutto fino a questo punto è di suo gradimento, con la bocca

Bambini piccoli, piatti piccoli: non spaventiamo i bambini con le stoviglie dei grandi o peggio ancora non riempiamo di cibi i piatti grandi con l’intento di far mangiare al bambino le porzioni dell’adulto

8° I bambini non gradiscono cibi troppo conditi, quindi usate poco sale, poco aceto e niente spezie. L’olio, preferibilmente a crudo, e il burro vanno bene, ma non per questo è meglio abbondare

9° I bambini percepiscono lo stato d’animo di chi gli porge il cibo e da questo atteggiamento dipende la loro condiscendenza verso il cibo

10° Il bambino non ha solo bisogno di cibo, ma anche di amore, di attenzione e di tempo. Se vuoi fare un piatto gradito dal tuo bambino aggiungi sempre l’amore