gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Alimentazione estiva per i bambini e non solo

Cosa dobbiamo mangiare d'estate per stare meglio e non rischiare si appesantirci eccessivamente e cosa è meglio offrire ai nostri bambini?

Per aiutare il nostro organismo a termoregolarsi, a seconda della stagione in cui ci si trova, d'inverno è fondamentale offrirgli molte calorie mentre d'estate si devono ridurre e variare e sopratutto integrare con molti liquidi. D'estate poi, per evitare le tossinfezioni, molto frequenti con il caldo, è consigliato consumare cibi freschi e possibilmente mangiarli subito dopo la cottura proprio per evitare che le alte temperature li facciano andar subito male.

In estate si dovrebbe ridurre l'apporto calorico di circa 200/300 kcalorie e ridurre il piu' possibile gli alimenti ricchi di grassi compresi la carne, gli insaccati e i formaggi non freschi. Sarebbe bene preferire uova, formaggi freschi o pesce a questi ultimi, proprio il pesce è un ottima variante poichè di facile digestione e ricco di acidi grassi polinsaturi che aiutano il sistema cardiovascolare.
Anche la frutta e la verdura sono molto importanti e specialmente nel periodo estivo se ne dovrebbero consumare grabdi quantita' per aiutare l'organismo a reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione, quindi via libera a macedonie insalate e scorpacciate di frutta fresca e matura al punto giusto. Ricordiamoci che il consumo di frutta e verdura ci aiutera' anche ad avere un'abbronzatura piu' bella e una pelle perfetta, frutta e verdura rossa, gialla e arancione (peperoni,carote,pesche,ciliegie ecc) infatti stimolano la melanina mentre quelli di colore verde (es. zucchine,spinaci ecc) o la frutta secca, contenenti Vitamine antiossidanti A-C-E , ci aiutano a rafforzare le difese della pelle e ad assorbire il betacarotene.
Per noi adulti assolutamente da eliminare o ridurre drasticamente alcolici e superalcolici, amari e aperitivi: questi infatti non solo non dissetano, ma hanno un grosso apporto calorico, rallentano la digestione e creano torpore e sonnolenza; da eliminare o ridurre anche cibi elaborati, grassi, pesanti e fritti in generale.

baby_eating_fruit_in_gardenBisogna bere almeno 2 litri d'acqua al giorno ed offrirla spesso sopratutto ad anziani e bambini, anche se questi non sembrano mostrare sete: spesso la sensazione di sete si manifesta proprio quando la disidratazione è gia' al 2%. Bisogna bere anche quando ci si sente stanchi, spossati o sotto sforzo perchè potrebbero essere anche questi dei segnali del corpo che richiede liquidi. Naturalmente si deve bere anche quando ci sono grosse perdite di liquidi, sia tramite la sudorazione che con vomito e/o diarrea. Sono da evitare le bevande zuccherine e quelle gassate perchè aumentano la diuresi e quindi il rischio di disidratazione.

Anche  ai nostri bambini, che d'estate vediamo stanchi e inappetenti, l'organismo da ordini diversi: necessita liquidi e vuole ridurre l'apporto calorico, cosi' il bambino mangia di meno. Ci stressiamo, ci preoccupiamo e spesso cerchiamo di farli mangiare in tutti i modi quello che abbiamo cucinato. Ma è sbagliato.
Il bambino mangera' esattamente quello di cui l'organismo ha bisogno quindi stara' a noi lavorare su una dieta sana, equilibrata e varia, leggera ma ricca di vitamine e liquidi, offrendo acqua in primis, succhi di frutta poco zuccherati o senza zucchero e spremute di frutta casalinghe; per cominciare bene la giornata si' a yogurt, frutta, latte fresco magari con cereali (che aiutano l'intestino a lavorare bene) e questi li potremo proporre anche a merenda con la variante del gelato; per i pasti principali daremo la carne non piu' di 3/4 volte alla settimana offrendo piu' spesso formaggi freschi, pesce e uova senza far mancare i carboidrati, quindi si a pasta e riso anche nelle varianti di "insalate" servite fredde; le verdure (e la frutta) da prediligere saranno come per noi grandi, quelle rosse, gialle e arancioni, per proteggere la pelle. E non dimentichiamoci di far bere spesso i bambini, anche quelli molto piccoli che non sono in grado di comunicare la sete e quelli che sembra non abbiano sete. I bambini sudano molto e si devono reintegrare i liquidi

Ingrid Busonera
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0