Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Piccoli geni: a due anni come Einstein

Questa è la storia di Elise Tan-Roberts, una bella bimba di 2 anni e 4 mesi, diversa però dalle coetanee. Perché? Il suo quoziente intellettivo è di 156 e per questo è stata inserita di diritto nel Mensa, il club dei cervelloni

adsense-foglia-300
foto-bimba-genioQuesta è la bellissima (almeno così sembra) storia di Elise Tan-Roberts, una bella bimba di 2 anni e 4 mesi, diversa però dalle coetanee. Perché? Il suo quoziente intellettivo è pari a 156 e per questo è stata inserita di diritto nel Mensa, il club dei cervelloni.

Tutto ebbe inizio a soli 5 mesi quando la piccola guardando negli occhi suo padre disse “Papà”. Tre mesi dopo ha iniziato a parlare. A otto, camminava. A dieci era in grado di correre. E non è di certo finita così! Prima di compiere il suo primo anno di età già scriveva il suo nome e a sedici mesi era in gradi di contare fino a dieci. Oggi conosce ben 35 capitali, sa contare in spagnolo e corregge le amiche quando confondono un dinosauro con un  triceratopo.

Il suo quoziente intellettivo è pari a 156, tra gli adulti la media è di 100 e quello di Albert Einstein era di 160. Così il Mensa, che riunisce tutte le persone più intelligenti della Gran Bretagna, sebbene la piccola non abbia ancora l’età minima richiesta per farne parte ha deciso di fare uno strappo alla regola e di arruolarla (ispirandosi forse alla storia di Georgia Brown entrata nel Mensa anche lei a due anni).

Il padre di 34 anni è un uomo di colore che vende auto usate in cattive condizioni, la madre ha 28 anni, lavora part time e nessuno dei due è laureato. Tra i parenti ci sono medici e ingegneri ma nessuno con un’intelligenza da record come quelle di Elise. La piccola che è nata a Londra può vantare nel suo background, influenze dall’Inghilterra, Malesia, Cina, Nigeria e Sierra Leone.

La cosa più assurda e incredibile è che nessuna delle scuola che i genitori hanno contattato vuole avere a che fare con Elise almeno fino a quando non avrà compiuto 4 anni e mezzo. E se nel frattempo continuasse a vivere come una bimba di 2 anni? Insomma è un’età che non torna e anche se super intelligente vorrà anche giocare o no?

Foto e fonte:  http://www.dailymail.co.uk/home/index.html

Martina Braganti