NAVIGA IL SITO

Aborto a 22 settimane: dopo il feto respirava ancora

È morto il feto di 22 settimane sopravvissuto ad un intervento per l'interruzione di gravidanza compiuto nell'ospedale di Rossarno. La donna aveva abortito perchè il feto era malformato

feto-22-settimaneÈ morto il feto di 22 settimane sopravvissuto ad un intervento per l'interruzione di gravidanza compiuto nell'ospedale di Rossarno, in Calabria. La donna aveva abortito perchè il feto era malformato.

Il feto di 22 settimane ha continuato a vivere anche dopo diverse ore dall'espulsione, nonostante fosse stato sistemato in un fagottino senza ricevere cure e assistenza. È stato il cappellano dell'ospedale ad accorgersi che respirava ancora, quando si è avvicinato per pregare. Il feto era affetto da una malformazione, per questo la famiglia aveva deciso per l'interruzione di gravidanza.

Dopo la scoperta il corpicino era stato trasferito nell'ospedale di Cosenza dove i sanitari, secondo quanto si è appreso, hanno tentato di tenerlo in vita con una serie di cure e interventi medici ma non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di Rossano hanno già acquisito la cartella clinica e nelle prossime ore saranno sentiti i medici che hanno effettuato l'intervento di interruzione di gravidanza e soprattutto il personale medico, che avrebbe dovuto accertarsi del decesso subito dopo l'interruzione di gravidanza

Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

3
Commenti

anto_060792 domenica, 16 gennaio 2011

Tanto amore quella povera creatura.

Io penso che le persone che abortiscono non conoscono il senso della vita. Io sono cristiana e penso che Dio ci abbia dato il diritto a "dare la vita" non a toglierla. Ma comunque, per quelli "non credenti", è lo stesso discorso: è naturale quando uno porta al mondo un figlio, il corpo femminile dà questo miracolo naturalmente, ma non dare alla luce UNA VITA, non è per niente naturale, e penso tante cose su quelle persone che lo fanno, tranne che sono "umane".
Io sono alla 26esima settimana, ho 18 anni, e dalla prima ecografia che ho fatto c'era solo un puntino, ma già si sentiva il cuore, ho capito da subito che avrei amato quella creatura, in qualunque modo e situazione.

n° 3
Elisa martedì, 24 maggio 2011

R: Tanto amore quella povera creatura.

Io penso che nessuno ha il diritto di giudicare la scelts do quella donna. E' comunque una scelta difficile e dolorosa

anto_060792 domenica, 16 gennaio 2011

R: Tanto amore quella povera creatura.

...L'amore è più forte di tutto, tutti hanno diritto ad essere amati...

tigre72 martedì, 27 aprile 2010

amore

Quando sono rimasta incinta non ho voluto fare nessun test...
mia figlia sarebbe stata mia in qualunque caso...
tanto amore a quell'angelo...

n° 2
Keirina82 martedì, 7 settembre 2010

R: amore

Io sono alla mia prima gravidanza,arrivata per miracolo visti i miei 3 gravissimi interventi in un solo anno e mezzo.........ora sono a 17 settimane e neanche io ho voluto fare nessun test......la nostra piccolina è nostra e lo sarà per sempre e in qualsiasi caso......

pippi martedì, 27 aprile 2010

riflessione

Propongo SOLO che si faccia 5 MINUTI DI SILENZIO per il rispetto di quella minuscola ma forte creatura

n° 1
Kiara giovedì, 5 gennaio 2012

R: riflessione

Io penso che nessuno si possa permettere di giudicare...sopratutto chi si definisce cristiano!Non possiamo sapere i motivi e lo stato d animo di una mamma che si trova a dover affrontare una simile scelta.Se siamo davvero tutti così perfetti proviamo per una volta ad avere rispetto per il dolore altrui..limitiamoci al silenzio e alla preghiera.

Chiudi
Aggiungi un commento a Aborto a 22 settimane: dopo il feto respirava ancora...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori