NAVIGA IL SITO

Toscana: 5 bambini bocciati in prima elementare

A Pontremoli è caos: in una prima elementare cinque bambini bocciati. Tra di loro anche un bimbo disabile

Bambini che scrivono

Tutte le foto < 1 >

Vedi foto di: Bambini che scrivono

    bambini che scrivono06
    Francesca Capriati 11 giugno 2012
    A Pontremoli (Massa Carrara) è scoppiata la bufera dopo l'affissione degli scrutini di fine anno scolastico.

    In una classe di prima elementare dell'Istituto Giulio Tifoni sono stati bocciati (LEGGI) ben cinque bambini, dei quali uno è disabile e tre appartengono a famiglie di immigrati.

    All'inizio i genitori hanno pensato ad un errore. Ma poi la cruda realtà si è manifestata. In una sola classe, di prima elementare, ben cinque bambini non hanno superato l'anno.



    LEGGI: SPECIALE ESAMI DI MATURITA' 2012



    Una decisione difesa a spada tratta dal sindaco di Pontremoli, Lucia Baracchini, anche lei insegnante, che ha dichiarato che la decisione è stata presa dopo una valutazione attenta e dettagliata ed è finalizzata a salvaguardare il percorso formativo degli alunni (LEGGI), con la condivisione delle famiglie.


    LEGGI ANCHE: Cosa ha fatto? E' soltanto un bambino


    Ma proprio le famiglie non ci stanno e denunciano l'accaduto, precisando che questo sistema di certo non favorisce l'integrazione (LEGGI) di bambini così piccoli e che una bocciatura di questo tipo è ingiusta e rischia di essere dannosa per la psiche dei bambini.

    I genitori annunciano ricorso per chiedere l'annullamento della bocciatura e stanno valutando la possibilità di chiedere i danni al Ministero e ai dirigenti scolastici.


    LEGGI ANCHE: Nasce a Prato un asilo bilingue italo-cinese


    La scuola di Pontremoli era già stata al centro di aspre polemiche per le cosiddette classi-pollaio: le classi venivano formate anche con 30 bambini. Un elemento che rende ancora più difficile l'integrazione, l'apprendimento e l'attenzione da parte degli insegnanti. Contro le classi-pollaio poche settimane fa i genitori degli alunni hanno vinto il ricorso al Tar della Toscana.

    Ed è proprio al sovraffollamento delle classi che si appellano i genitori dei bambini respinti: il ricorso non è contro la professionalità dei docenti, quanto contro la reale impossibilità di seguire con attenzione trenta bambini di cinque o sei anni nella stessa classe, ciascuno dei quali ha delle proprie personali capacità di apprendimento.


    Caricamento in corso: attendere qualche istante...

    1
    Commenti

    martina martedì, 12 giugno 2012

    Ma fatemi il piacere

    Ma fatemi il piacere quando andavo alle elmentari io eravamo 34 in classe e non ci sono stati mai problemi.In questo caso ci devono essere problematiche più serie e non la mancata attenzione da parte del corpo docente e poi la famiglia dove era .... ma che non ti accorgi che tuo figlio non fà progressi???

    n° 1
    nina mercoledì, 20 giugno 2012

    R: Ma fatemi il piacere

    secondo me è giusto bocciare i bambini che in prima non hanno imparato. se non sanno ne leggere ne scrivere, come fano ad andare avanti? ci rendiamo conto che se cominciano le scuole con queste lacune , le porteranno sempre avanti? e poi non si discutono le decisioni degli insegnanti . è possibile che ai genitori, non va mai bene? poi però se andranno avanti e non sapranno fare niente con chi se la prenderanno? se hanno bocciato avranno avuto le loro buone ragioni. mia figlia ha fatto la prima elementare e dall'inizio dell'anno ne hanno fatto 5 di riunioni, quindi tutti sapevamo come andavano i figli a scuola . non ci si può lamentare quando le maestre prendono delle decisioni

    martino martedì, 12 giugno 2012

    R: Ma fatemi il piacere

    quando eri alle elementari tu, correva l'anno 1900 e qualcosa, cioè anni luce indietro: il mondo è CAMBIATO, e i nostri figli pure...

    nina mercoledì, 20 giugno 2012

    R: R: Ma fatemi il piacere

    si, ma è cambiato in male, se cominciano a promuovere bambini che in prima non hanno ne imparato a leggere ne a scrivere mi dici in seconda cosa faranno? andranno avanti essendo sempre in dietro e sarebbero anche un problema per gli altri alunni . è ora di finirla di andare contro le decisioni delle maestre , quello è il loro mestiere e loro sanno se i bambini sono in grado di affrontare la scuola successiva o no

    martina mercoledì, 13 giugno 2012

    caspita è gia passato un secolo

    grazie cara se aver compiuto da poco 30 anni vuoldire essere anziani be allora ....

    Chiudi
    Aggiungi un commento a Toscana: 5 bambini bocciati in prima elementare ...
    • * Nome:
    • Indirizzo E-Mail:
    • Notifica automatica:
    • Sito personale:
    • * Titolo:
    • * Avatar:
    • * Commento:
    • * Trascrivi questo codice:
    * campi obbligatori