Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Ritorno a scuola: come risparmiare sul kit scolastico

Tornare a scuola costerà circa 1000 euro tra libri e corredo scolastico e per far fronte agli aumenti previsti, pari al 3,2%, si moltiplicano i consigli per combattere il «salasso». Una vera caccia al risparmio che si trasforma a volte in un incubo

La fine dell'estate per molti bambini fa rima con l'inizio della scuola (LEGGI), e per noi genitori con il puntuale aumento dei costi per il materiale scolastico. Tornare a scuola costerà circa 1000 euro tra libri e corredo scolastico e per far fronte agli aumenti previsti, pari al 3,2%, si moltiplicano i consigli per combattere il «salasso». Una vera caccia al risparmio che si trasforma a volte in un incubo.



LEGGI ANCHE: Caro libri, per andare a scuola servono mille euro



Secondo l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori, la spesa del materiale scolastico passerà da 461 euro dello scorso anno ai 488 di quest'anno (+6%). Ad aumentare in misura maggiore sono soprattutto i prezzi degli zaini trolley, gli astucci pieni (dei cartoni e di marca). Per i libri più 2 dizionari si spenderanno 507 euro per ogni ragazzo, il +5% rispetto allo scorso anno. Ma si può risparmiare! Basta seguire i consigli di siti specializzati come Studenti.it e della rivista "La tecnica della scuola".



LEGGI ANCHE: Tagli a scuola e ospedali



Il sito Studenti.it (LEGGI) ci segnala tutti i mercatini dell'usato contro la crisi. Inoltre occorre controllare che la vostra scuola abbia rispettato i tetti di spesa stabiliti dal Miur; evitare marche troppo costose; verificare se il testo è presente anche in versione di e-book o on-line e controlliamo il materiale che nostro figlio già possiede, per evitare inutili sprechi. Consigli e trucchetti per ridurre la spesa scolastica arrivano anche da chi non è coinvolto direttamente nella scuola. Secondo i responsabili del sito Spenderemeglio (LEGGI) quella chiesta alle famiglie italiane per libri e corredo è «una spesa davvero ingente, soprattutto in un periodo di crisi economica come questo.





Non facciamoci assalire dall'ansia, con qualche semplice attenzione è possibile risparmiare».  Per gli acquisti di zaini, astucci, diari, quaderni, matite e quant'altro meglio recarsi in un grande supermercato piuttosto che nella cartoleria sotto casa: in questo modo, rivolgendosi ai grandi distributori, si arriva ad abbattere il prezzo. Per quanto riguarda i testi l'indicazione è quella di «acquistare libri usati, anche on line». A tal proposito vale la pena ricordare l'iniziativa avviata un paio di anni fa dal Codacons: il portale «Libri Gratis»: per accedere al data base basta registrarsi gratuitamente, consultare gli annunci pubblicati o inserirne di nuovi.



LEGGI ANCHE: Tutti a scuola con gli zaini dei Sette Nani



Ma uno dei progetti più interessanti, a cui dovrebbero aderire tutte le scuole è "Book in Progress", avviato dall'istituto superiore Majorana di Brindisi, alla cui realizzazione partecipano on line oltre 300 autori-docenti. All'iniziativa, di recente ricordata anche dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo, hanno aderito quasi 30 scuole: sono loro stesse che provvedono a stampare i libri, per i quali si chiedono cifre non superiori ai 15-20 euro ciascuno