gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Ritorno a scuola: come risparmiare sul kit scolastico

Tornare a scuola costerà circa 1000 euro tra libri e corredo scolastico e per far fronte agli aumenti previsti, pari al 3,2%, si moltiplicano i consigli per combattere il «salasso». Una vera caccia al risparmio che si trasforma a volte in un incubo

La fine dell'estate per molti bambini fa rima con l'inizio della scuola (LEGGI), e per noi genitori con il puntuale aumento dei costi per il materiale scolastico. Tornare a scuola costerà circa 1000 euro tra libri e corredo scolastico e per far fronte agli aumenti previsti, pari al 3,2%, si moltiplicano i consigli per combattere il «salasso». Una vera caccia al risparmio che si trasforma a volte in un incubo.

Come risparmiare sull'occorrente per la scuola dell'infanzia ed elementare

Secondo l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori, la spesa del materiale scolastico passerà da 461 euro dello scorso anno ai 488 di quest'anno (+6%). Ad aumentare in misura maggiore sono soprattutto i prezzi degli zaini trolley, gli astucci pieni (dei cartoni e di marca). Per i libri più 2 dizionari si spenderanno 507 euro per ogni ragazzo, il +5% rispetto allo scorso anno. Ma si può risparmiare! Basta seguire i consigli di siti specializzati come Studenti.it e della rivista "La tecnica della scuola".



LEGGI ANCHE: Tagli a scuola e ospedali



Il sito Studenti.it (LEGGI) ci segnala tutti i mercatini dell'usato contro la crisi. Inoltre occorre controllare che la vostra scuola abbia rispettato i tetti di spesa stabiliti dal Miur; evitare marche troppo costose; verificare se il testo è presente anche in versione di e-book o on-line e controlliamo il materiale che nostro figlio già possiede, per evitare inutili sprechi. Consigli e trucchetti per ridurre la spesa scolastica arrivano anche da chi non è coinvolto direttamente nella scuola. Secondo i responsabili del sito Spenderemeglio (LEGGI) quella chiesta alle famiglie italiane per libri e corredo è «una spesa davvero ingente, soprattutto in un periodo di crisi economica come questo.





Non facciamoci assalire dall'ansia, con qualche semplice attenzione è possibile risparmiare».  Per gli acquisti di zaini, astucci, diari, quaderni, matite e quant'altro meglio recarsi in un grande supermercato piuttosto che nella cartoleria sotto casa: in questo modo, rivolgendosi ai grandi distributori, si arriva ad abbattere il prezzo. Per quanto riguarda i testi l'indicazione è quella di «acquistare libri usati, anche on line». A tal proposito vale la pena ricordare l'iniziativa avviata un paio di anni fa dal Codacons: il portale «Libri Gratis»: per accedere al data base basta registrarsi gratuitamente, consultare gli annunci pubblicati o inserirne di nuovi.



LEGGI ANCHE: Tutti a scuola con gli zaini dei Sette Nani


Ma uno dei progetti più interessanti, a cui dovrebbero aderire tutte le scuole è "Book in Progress", avviato dall'istituto superiore Majorana di Brindisi, alla cui realizzazione partecipano on line oltre 300 autori-docenti. All'iniziativa, di recente ricordata anche dal ministro dell'Istruzione Francesco Profumo, hanno aderito quasi 30 scuole: sono loro stesse che provvedono a stampare i libri, per i quali si chiedono cifre non superiori ai 15-20 euro ciascuno

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0