gpt
gpt
gpt
1 5

Guida ai misteri della rigatura dei quaderni a scuola

/pictures/20150805/guida-ai-misteri-della-rigatura-dei-quaderni-a-scuola-3754172110[2684]x[1119]780x325.jpeg

Alle scuole elementari si utilizzano quaderni con rigature particolari e adatte ad accompagnare l’apprendimento della scrittura, ma nello specifico può essere difficile orientarsi. Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza sull’argomento

Quaderni di scuola

L’inizio della scuola è un momento emozionante per tutti, per i bambini che diventano protagonisti di questa nuova avventura e naturalmente anche per i genitori. Accanto all’eccitazione e a un briciolo di nostalgia ben presto trova posto la necessità di occuparsi della questioni pratiche, come l'acquisto del materiale scolastico.

Certo, chiunque di noi ha una vaga rimembranza che alle scuole elementari si utilizzano quaderni con rigature particolari e adatte ad accompagnare l’apprendimento della scrittura, ma nello specifico può essere difficile orientarsi. E se optiamo per l’acquisto online, la confusione aumenta al cospetto dei codici con cui vengono indicati i diversi tipi di rigatura. Vediamo quindi di fare un po’ di chiarezza sull’argomento.

Quando inizia la scuola

I quaderni esistono di due dimensioni, quaderni piccoli (formato A5 – 15×21 cm) e quaderni maxi (formato A4 – 21×29,7 cm). Solitamente sono le maestre stesse a comunicare di quali dimensioni deve essere il quaderno, e generalmente ce n'è uno diverso per ogni materia. Di solito, alle elementari vengono usati quaderni con carta spessa e resistente, intorno ai 100 gr, per evitare di strappare i fogli a causa delle cancellature con la gomma: un dettaglio a cui fare caso se, ad esempio, notiamo offerte al supermercato con quaderni a prezzo stracciato. In questi casi è possibile che la carta sia di grammatura più bassa o ancora che abbiano meno pagine delle canoniche 42, e quindi che durino di meno.

Ma vediamo più nel dettaglio le rigature e quadrettature per le varie classi della scuola primaria.

  • Per la prima e la seconda elementare

In questo caso la riga è la 0A o A (con margine) mentre per quanto riguarda il quaderno a quadretti, bisogna acquistare il 10MM (quadretto da 1 cm senza margine) durante la prima elementare, mentre nella seconda viene sostituito dal modello 0Q (quadretto da 5 mm con margine)

  • Per la terza elementare

Il tipo di rigatura è denominato 0B o B: più sottile rispetto al suo predecessore, ha anch’esso il margine. La quadrettatura resta la stessa della seconda elementare, ovvero il modello 0Q, 5 mm con margine.

  • Quarta e quinta elementare

Si usa il quaderno con rigatura detta 0C o C (con margine) che verrà poi sostituita, durante le medie e le superiori, da un’analoga rigatura ma senza margine. Per quanto riguarda i quadretti, si utilizza di solito sempre il modello 0Q o Q da 5 MM, ma in alcuni casi il 4F: si tratta della quadrettatura da 4 mm che poi verrà usata anche alle medie e superiori, ma alle elementari è ancora con il margine.

Inoltre, esistono quaderni con rigature o quadrettature particolari: forse il più usato è il quaderno di musica, con il classico pentagramma, che viene indicato con il codice “IN”, ma in alcune scuole elementari viene anche utilizzata la carta millimetrata, che ha come codice “MM”.

Ecco tutti i tipi di rigature e quadrettature per i quaderni scolastici

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt