gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Cosa fare se nostro figlio non si trova bene a scuola

La scuola che avevamo scelto con fiducia per il nostro cucciolo non è quella giusta? Vediamo nel dettaglio quali sono i fattori di insoddisfazione della scuola e come affrontarli

COSA FARE SE FIGLIO NON SI TROVA BENE A SCUOLA - La Redazione di Pianetamamma riceve spesso mail e messaggi di genitori che non si sentono soddisfatti della scelta della scuola effettuata

Anche quando ormai sono passati sei mesi o più dal suono della prima campanella ci si può rendere conto che la scuola che avevamo scelto con fiducia per il nostro cucciolo non sia quella giusta.

Fino alle vacanze di Natale i genitori, un po' perplessi, alla prima esperienza, sperano solo che sia una questione di inserimento e che l'ambientamento del loro bambino sia stato un po' lento. Ma col passare delle settimane molti aspetti non riescono più a essere tollerati.

SCOPRI ANCHE: Fobia della scuola. Come nasce e come affrontarla

In questi casa cosa è giusto fare? Vediamo nel dettaglio quali sono i fattori di insoddisfazione della scuola e come affrontarli.

LE MAESTRE

Molto spesso, soprattutto nella scuola pubblica, le maestre non sono di ruolo, sono supplenti con incarico annuale o sostituiscono le colleghe in maternità. Se non ci troviamo in accordo con i metodi delle maestre di nostro figlio, la cosa migliore da fare è parlarne con loro.

Assumere un atteggiamento di confronto e non di scontro è fondamentale per garantire un buon funzionamento della macchina scuola-famiglia. Se abbiamo già tentato la via del dialogo e le cose non cambiano allora è il caso di parlarne con la preside.

LEGGI ANCHE: La scuola perde autorità: come intervenire?

Non chiedete il parere di altri genitori. Ogni bambino è a sé e ogni esperienza è assolutamente unica e non ripetibile. Quello che può essere giusto per alcuni genitori, per altri non lo è.

MENSA E SCUOLABUS

Questi servizi, spesso sottovalutati e dati per scontati, sono molto importanti per il benessere dei bambini. Soprattutto la mensa che oltre ad essere essenziale per la qualità dei cibi proposti, diventa un importante momento di socializzazione e aggregazione.

In ogni scuola esiste un comitato mensa con controlli che vengono effettuati diverse volte in un mese. Se qualcosa non ci convince o abbiamo bisogno di informazioni dettagliate possiamo chiedere al responsabile della mensa per capire meglio in che maniera è bene muoversi.

bambino-triste-scuola-problemi


LEGGI ANCHE: Inserimento a scuola: cosa fare se piange ancora?

Il servizio dello scuolabus è molto importante per quei genitori che non possono muoversi in automobile. Di solito, sia la mensa che lo scuolabus, sono servizi gestiti da ditte con appalto comunale. Se non siamo soddisfatti possiamo chiedere di parlare con il responsabile comunale che se ne occupa.

PRE SCUOLA E POST SCUOLA

I servizi di pre scuola e post scuola permettono ai genitori che lavorano di poter portare i propri figli in orari diversi da quelli del tempo scuola: di solito 30 minuti prima al mattino e 1 ora dopo al pomeriggio. Anche questi servizi vengono gestiti tramite appalti comunali.

Ma è anche possibile che i problemi siano altri. Gli scioperi, le assemblee, l'igiene e la pulizia, il rapporto con i compagni, uniti ad un senso di insoddisfazione generale, possono contribuire a darci un quadro che non corrisponde alle aspettative. 

A questo punto cosa è bene fare? Finire l'anno o cambiare immediatamente.

TI PUO' INTERESSARE ANCHE: Come affrontare il cambio di scuola con serenità

Se decadono i rapporti di fiducia stabiliti ad inizio anno e se noi genitori non ci sentiamo tranquilli nel lasciare il bambino in quella scuola, se il bambino non è sereno e non va a scuola volentieri, se possiamo permetterci il cambio in un'altra scuola allora tanto vale provare. 

Il messaggio che non deve assolutamente passare ai nostri figli, soprattutto a quelli più grandicelli, che già frequentano la scuola primaria è che alla prima difficoltà si può scappare. 

Se decidiamo di spostare i nostri figli da una scuola ad un altra i motivi devono essere seri. Non una lite con un compagno o un brutto voto. Spesso ci preoccupiamo dell'impatto emotivo del cambiamento sui piccoli: loro fanno presto ad abituarsi. Sta a noi spiegare i motivi del cambiamento.

E se nella scuola che lasciano non si trovavano bene, sicuramente andranno a stare meglio in un ambiente diverso.

a cura di Mariaelena La Banca

BAMBINI A SCUOLA (FOTO)


gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0