gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

In Svizzera maestri a 16 anni

/pictures/20151006/in-svizzera-maestri-a-16-anni-2841777378[1646]x[684]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Negli asili svizzeri gli insegnanti praticanti possono avere anche 16 anni. Ce lo racconta una mamma che abita lì e che elenca i vantaggi di questa opportunità

Insegnare in Svizzera a 16 anni

In Svizzera dove abitiamo, nell’asilo di mia figlia lavora un maestro di anni sedici. Sulla carta “solo” praticante, ma sono certa che un bambino di 8 mesi lo veda come il maestro e basta. E osservarlo all’opera mi ha fatto pensare che tutti gli adolescenti (le femmine certo, ma soprattutto è ai maschietti che mi rivolgo) dovrebbero farlo.

Un anno di leva obbligatoria, al posto del militare, ma presso un asilo nido, a prendersi cura di piccoli satana dai 5 mesi ai 5 anni. E badate bene, non sto facendo l’inflazionato discorso su questi giovani d’oggi che non sanno cos’è il sacrificio. Mi riferisco piuttosto alla tenerezza che mi ha ispirato un adolescente senza penne che si ritrova a dover cullare un neonato cantando fino a farlo addormentare.

Diciamo sempre che i bambini ci insegnano: a trenta, quarant’anni. Forse possono insegnarci molto anche a sedici: ad esempio, che l’essere maschio non ti rende automaticamente inetto al cambio del pannolino, o al trascorrere due ore la sera da solo con i bambini, mentre chi li ha fisicamente partoriti esce a mangiare una pizza, senza reclutare un nonno a caso per darti una mano. (Leggi: il nonno si occupa dei bambini mentre il padre guarda la tv.)

Avete mai fatto caso a quanto certi uomini, soprattutto in certi ambienti, siano completamente de-responsabilizzati riguardo alla gestione di gente da loro stessi messa al mondo? E spesso la colpa non è solo loro, ma delle madri stesse: “Non posso uscire se non c’è mia mamma/suocera, perché mio marito da solo non riesce a tenerne due.” (???) “Scusa, faccio un po’ tardi, ma ho dovuto dar da mangiare ai bambini e metterli a letto .” (A quanti bambini ti riferisci esattamente?).
Ecco perché sono convinta che ogni adolescente dovrebbe fare un anno di leva in un asilo nido.

  • La responsabilità

Curare un bambino piccolo - e penso soprattutto ai “terrible two”, quando rischiano di ammazzarsi da soli almeno tre volte al giorno - richiede maturità, fiducia in se’ stessi e responsabilità: si tratta di prendersi cura di un altro essere umano. Sono qualità che aiutano tanto, soprattutto un adolescente.

  • Nuove competenze

Lavorando in un asilo nido, specialmente in uno di chiaro stampo montessoriano, impari tante cose utili per avere a che fare con i bambini (e non solo). La costanza di spiegare a un nano di 18 mesi come spalmare la marmellata sul pane, senza farglielo tu solo perché non hai pazienza, per esempio.
Apprendi competenze di pronto soccorso e la capacità di chiedere una mano se ti trovi in un vicolo cieco.
E vogliamo parlare delle operazioni di riordino e pulizia? Il maestro di mia figlia lava le tazze della colazione e non si sognerebbe mai, per dire, di lasciare un vaso di yogurt aperto sul banco della cucina. Chi ha orecchie per intendere…

Le qualità che vorremmo avesse l'insegnante ideale di nostro figlio
  • La capacità di comunicare

... Che vuol dire sforzarsi di entrare in sintonia e comprendere un bambino di un anno quando improvvisamente fa una sceneggiata epica per motivi imperscrutabili, e a te tocca calmarlo - anche se saresti più tentato di scioglierlo nell’acido. Lavorare con i bambini ti tempra, ed è una palestra di vita vera e propria.

  • La positività

L’atteggiamento sempre positivo e sorridente è un requisito base per un insegnante di asilo nido. Perfino le critiche ad un bambino che ha appena fatto qualcosa di male devono essere espresse con tono incoraggiante. E vogliamo parlare con i genitori? La necessità di essere onesti con loro, ammettendo che il loro figlio ha avuto una giornata “difficile”, padroneggiando l’arte della diplomazia?
Insomma, normalmente i maschi di 16 anni non parlano proprio.
Lui, il maestro di mia figlia, non solo parla, ma canta. E, se deve, balla, pure.

  • La concentrazione

Il ruolo di un maestro di asilo nido è un larga parte quello di custode. E’ vietata qualsiasi distrazione, non esiste guardare il cellulare o pensare ai fatti tuoi mentre sei con i bambini.

  • Essere un modello

A 16 anni, maschio o femmina, generalmente non sai chi sei. Ora sei chiamato a diventare un modello, un punto di riferimento importante per dei bambini piccoli: devi necessariamente diventare la versione migliore di te stesso. Sorridere, essere gentile, paziente e ascoltare.
E chissà, magari ti avvicinerai a scoprire te stesso molto prima di chi passa le giornate in compagnia di videogiochi e amicizie virtuali.
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0