gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Gioco dei travasi montessoriani per bambini dai 12 ai 24 mesi

/pictures/20151027/giochi-istruttivi-il-percorso-didattico-dai-12-ai-24-mesi-2903804147[1644]x[686]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Negli asili nido vengono proposti tanti giochi istruttivi e montessoriani per bambini piccoli, come il gioco dei travasi, perfetto tra i 12 e 24 mesi

Gioco dei travasi

Tutte le mamme che hanno bambini piccoli che frequentano il nido si domandano cosa fanno i bambini al nido, come occupino le loro giornate e quali attività svolgano. 

Al nido si fanno tanti giochi euristici e istruttivi per bambini piccoli, come il gioco dei travasi, perché in tutti gli asili nido la classe dei medi (12-24 mesi) segue un percorso pedagogico didattico particolare, mirato al gioco e al divertimento, alla manipolazione ed ai travasi.

gpt native-middle-foglia-bambino

Gioco euristico

Il gioco euristico è un'attività di esplorazione spontanea che il bambino compie su materiale di tipo naturale: oggetti d’uso domestico che il bambino utilizza come preferisce poiché non conosce ancora la destinazione d'uso di tutto ciò che lo circonda. Al nido si comincia a proporre intorno ai 18/24 mesi d'età. Tutti gli oggetti proposti devono essere di tipo naturale come legno, carta, sughero e poi oggetti in stoffa, gomma e metallo per le loro caratteristiche sensoriali.

Occorrente:

  • contenitori piccoli da inserire in quelli grandi
  • palline da impilare
  • oggetti che rotolano
  • rocchetti
  • tappi di sughero
  • mollette
  • passamaneria e stoffe
  • scatole S

Si possono mettere questi giochi dentro sacche divisi per tipo di materiale oppure dentro a scatole e si lascia che il bambino le esplori da solo, senza intervenire o dare consegne. In questa fase dell'età evolutiva i piccoli sono molto interessati da tutto ciò che fa rumore, che si può impilare, che si riesce ad incastrare. Proponendo questo gioco in modo costante sicuramente si migliorerà la concentrazione, ci sarà sempre più coinvolgimento oculo-motorio, si svilupperanno le capacità sensoriali-percettive (caldo del legno-freddo freddo del metallo), uditive (vari rumori), la nascita dei primi concetti logici (dentro-fuori, aperto-chiuso). Il bambino gioca con il materiale proposto e, gradatamente l’interesse e la concentrazione aumentano scoprendo l’uso e la funzione dell’oggetto in modo creativo. IMPORTANTE: anche rimettere il materiale nell'ordine in cui è stato trovato fa parte del gioco!

Anche in casa, le mamme che si occupano dei loro bimbi a tempo pieno, possono cimentarsi nell’avventura delle attività didattiche, seguendo alcuni semplici consigli:

  • L’attenzione di un bambino nella fascia d’età da 12 a 24 mesi, può variare tra i 15 e i 30 minuti, le attività che proponete devono essere racchiuse in quel lasso di tempo.

Ma soprattutto:

  • Proponete le attività in maniera gioiosa, come se fosse un evento “magico” speciale e irripetibile.
  • Spiegate al bambino cosa state per fare.
  • Divertitevi con il bambino.
Giochi e attività per il ritorno a scuola

Gioco dei travasi montessoriani

Il gioco dei travasi può essere fatto con qualunque tipo di sostanza, sia solida che liquida: acqua, sabbia, farina, pasta e riso sono perfetti per questo gioco. Maria Montessori studiò a lungo questa attività poiché permetteva ai piccoli, in modo stimolante, di imparare abilità come lo sviluppo della concentrazione, l'affinamento dei movimenti oculo-manuali, la ripetizione accurata di ogni gesto, in maniera naturale. Inoltre lei prevedeva di utilizzare un vassoio con gli oggetti disposti in ordine: quel vassoio permetteva ai bambini di delimitare lo spazio, noi a casa possiamo fare altrettanto oppure utilizzare una scatola. Maria Montessori lasciava inoltre che i piccoli, anche a questa età, manipolassero oggetti di vetro che, cadendo, potevano rompersi facendo capire ai suoi scolari l'autocorrezione del gesto che aveva portato alla rottura. I piccoli, una volta imparata la corretta posizione per afferrare una brocca o un bicchiere, diventano molto abili e difficilmente sbagliano! A seconda della sostanza prescelta si possono usare 

  •  brocchette
  • pentoline
  • vasetti
  • ciotole
  • mestoli
  • cucchiai
  • vasetti
  • brocche
  • colini
  • imbuti 

Maria Montessori prevedeva anche l'utilizzo di due spugnette per ripulire il vassoio

Gioco dei travasi all'asilo nido

Ecco alcuni giochi di travaso da fare con il bebè a casa o all'asilo.

  • Travasi con l’acqua

A scuola vengono predisposte delle bacinelle con contenitori di recupero per le attività di travaso: bottiglie, bicchieri, imbuti, tazze, vaschette.
Ai bambini vengono messi abiti comodi e idonei, che possono essere tolti con facilità…tutto deve essere facilmente maneggiabile e sicuro per garantire sicurezza ed esperienze gratificanti. I bambini si dedicano ai travasi con grande entusiasmo e sperimentano una legge fondamentale dei corpi liquidi, cioè pur avendo un volume proprio, prendono la forma del recipiente che li contengono.

  • Travasi con la sabbia

Travasare la sabbia e la farina con gli imbuti e con una vaschetta relativamente ampia che possa contenere tutto l’occorrente per il travaso: bicchierini, tazzine, pentoline, imbuti, palette, cucchiai….
Nella preparazione dell’attività di travaso un ruolo significativo assumono gli oggetti che fungono da contenitore e quelli che possono essere contenuti.

  1. Possiamo scegliere tra vari materiali: sabbia, farina, farina di mais, mais
  2. Come contenitori: scatole, borse, barattoli, secchielli, imbuti, vasi, tazze, bicchieri, bottiglie etc.
  • Travasi con la pasta

I travasi con la pasta sono sempre di grande gradimento per i piccini!!! Si propone loro un elemento “conosciuto” da manipolare a loro piacimento!!! 

  • Travasi con le scatole e altro

I contenitori non si riempiono soltanto di materiali come farina e sabbia…ci sono possibilità di inserimento e di incastro che favoriscono un gioco nettamente esplorativo: come scatole di dimensioni diverse per riempire, svuotare, scuotere, far cadere.
Si mettono poi a disposizione del bambino materiali che li sollecitano a confrontare dimensioni, a sperimentare incastri a scoprire che il più grande non entra nel più piccolo.
Scatole di legno e di cartone robusto in una serie che va dal grande al piccolo, bicchieri di plastica di dimensioni diverse etc.. sono perfetti come giochi per bambini.
Trovo che sia anche un modo intelligente di “riciclare” le scatole dei cereali, quelle della pasta, i vasetti dello yogurt, i tappi degli omogeneizzati e molto altro.
Inoltre i bambini imparano molto in fretta che ogni materiale non è destinato solo all’uso canonico ma che, con un pizzico di fantasia, può essere plasmato e manipolato a suo piacimento.

Obiettivi del gioco dei travasi al nido

L'obiettivo primario del gioco dei travasi al nido è quello di far sperimentare ai piccoli, toccando con mano, materiali di diversa forma, colore e consistenza in modo che interiorizzino concetti astratti in maniera per loro naturale. Il tatto e la vista, la capacità oculo-manuale di coordinare i movimenti sono alla base di questa attività
Ma il materiale in assoluto preferito da tutti i bambini è il pop-corn. Quando utilizziamo questo materiale a scuola tutti sono felici: i bambini che lo manipolano e lo assaggiano e le maestre che non devono preoccuparsi di pulire!!!
Oltre alla pasta ed al pop corn, si possono proporre travasi con tappi di sughero, bacche, fagioli…insomma con ogni materiale che possa essere manipolato e assaggiato in totale serenità.

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0