gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Entrare al nido comunale: un miraggio!

Notizie incredibili e sconfortanti per quel che riguarda l'accesso dei bambini agli asili nido comunali: migliaia di famiglie che hanno fatto domanda di iscrizione all'asilo nido per il proprio figlio se la sono vista rifiutare

In questi giorni si apprendono sui quotidiana e nei blog delle mamme, notizie incredibili e sconfortanti per quel che riguarda l'accesso dei bambini agli asili nido comunali:, migliaia di famiglie che hanno fatto domanda di iscrizione all'asilo nido per il proprio figlio se la sono vista rifiutare (LEGGI).

Anche in realtà moderne ed evolute come Milano circa 1000 bimbi non trovano posto negli asili nido comunali. Non parliamo poi delle regioni meridionali, dove mancano posti da un lato, dall'altro vengono chiuse quelle poche strutture che l'anno prima ancora accoglievano i bambini.
Una delle situazioni migliori stranamente la troviamo nella caotica capitale. Calano infatti le liste d'attesa per i nido a Roma (LEGGI). Sono 12.800 i bimbi che potranno essere «accuditi» dal Comune, ma altri ottomila bambini circa rimarranno fuori dalle strutture comunali per l'infanzia. Rispetto all'anno scorso sono stati recuperati 972 posti. Ma a questi ultimi numeri si aggiungeranno in futuro altri 914 posti che verranno recuperati per l'apertura a ottobre di altri quattro nidi comunali e convenzionati.


LEGGI ANCHE: Il bambino non vuole andare all'asilo, che fare?


Per uno su dieci che vince, gli altri nove restano a casa. Loro sono i bambini più piccoli dei piccoli, esigua schiera che sulla popolazione nazionale non raggiunge nemmeno il 5%.
Rimane alto il numero dei bambini che devono andare in strutture private o rimanere a casa.

A Torino sono un migliaio in attesa per gli asili nido, ma il numero scenderà - spiega l'assessore comunale Beppe Borgogno - per le doppie richieste. I posti sono circa 6.000 dei quali 4.400 in asili nido gestiti dal Comune o in convenzione e gli altri privati. Nelle materne i posti sono circa 20 mila: 9.000 in istituti comunali, oltre 5.500 dalla Fism (Federazione italiana scuole materne cattoliche) circa 5.600 nelle statali.



Milano: alle materne si riuscirà a garantire un posto per tutti i bambini. Le comunali hanno 22.591 posti: sono soltanto 76 in lista di attesa (a cui si aggiungono 426 «anticipatari») che saranno assorbiti in statali e paritarie accreditate. Il sistema cittadino delle scuole d'infanzia riuscirà a garantire 33.536 posti, superiori ai 30.000 bambini dai 3 ai 5 anni residenti a Milano. Più critica la situazione dei nido: i 9.653 posti garantiti dalle 170 strutture del Comune hanno in attesa un migliaio di bimbi. L'offerta - ha detto l'assessore Mariolina Moioli - dà una copertura del 34,8%, superiore al 30% imposto dagli obiettivi di Lisbona. Gli stranieri sono 7.354, il 23,5% di tutti gli iscritti. Porte aperte nelle materne comunali anche per 17 figli di genitori irregolari, ma il Pd denuncia che sono ancora 273 i piccoli clandestini in attesa di un posto.

Bologna mette a disposizione 3.704 posti nei nido, fra comunali e convenzionati, pari a circa il 42% dell'utenza potenziale. In questi giorni sono in lista d'attesa circa 400 bambini. Per il 2010 il Comune ha l'obiettivo di rendere disponibili altri 612 posti, potenziando sia gli asili pubblici che quelli convenzionati, alcuni dei quali aziendali.


LEGGI ANCHE: Asilo nido, risorsa non ripiego



Nelle scuole d'infanzia del Comune di Reggio Emilia - al top per qualità e conosciute anche all'estero - i bimbi in lista d'attesa sono 224, nei nidi d'infanzia comunali 263. Al 5 settembre le domande ammesse nelle scuole d'infanzia sono 1067, i posti assegnati 643, ma 200 famiglie hanno ottenuto un posto alla scuola statale. Nei nidi le domande ammesse sono 1118 e i posti assegnati 855. Cresce il numero dei bambini e in ottobre è prevista l'apertura di una nuova scuola statale.

In Toscana, i bambini accolti nei nidi (pubblici e privati) sono stati 26.566 con 8.602 in lista di attesa. La Regione è (2008) al primo posto in Italia per numero di servizi alla prima infanzia: il 31% dei bimbi da 3 a 36 mesi residenti ne usufruiscono, più della media europea (28%)


LEGGI ANCHE: Mamme precarie, volere un figlio nell'incertezza


Napoli: sono 30 gli asili nido comunali più altri 2 che saranno inaugurati entro settembre. Le richieste di iscrizione giunte quest'anno alle strutture competenti sono state 2.418, di questi però solo 1.250 bambini sono stati ammessi.

Palermo: i 24 asili nido comunali hanno di 980 posti. Sono state presentate 1808 domande di cui 828, valide, ma non accolte per mancanza di posti. Inoltre altri 28 bimbi sono stati esclusi dopo che i genitori avevano presentato la domanda per due asili

Fonti:
Repubblica.it
Messaggero.it
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0