gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Strategie di sopravvivenza per il ritorno a scuola

/pictures/20160901/strategie-di-sopravvivenza-per-il-ritorno-a-scuola-4286038248[1970]x[822]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come sopravvivere al ritorno a scuola? Il ritorno alla routine può essere traumatico per una mamma. Ecco qualche consiglio per uscirne viva

Come sopravvivere al ritorno a scuola

La fine delle vacanze e il ritorno a scuola, al lavoro e alla vita quotidiana può essere traumatico da gestire per una mamma. Ecco qualche idea per sopravvivere.

  • Nervi saldi

Si tratta di riorganizzare la nostra vita e non è detto che in attimo si riuscirà subito a riprendere il ritmo. Quindi, stabiliamo delle priorità, e sforziamoci di non entrare nel panico al cospetto delle 3 valigie di panni sporchi da lavare, stirare e riordinare. (Per qualche giorno, basterà ignorarle).

Come preparare il ritorno a scuola

  • Delegare

Ecco un buon proposito che può funzionare. Si rientra a scuola, ciò significa che i bambini sono anche un po’ più grandi, nonché dotati di manine e piedini, abili a svolgere tutta una serie di mansioni che non si capisce perché siano di esclusiva pertinenza della colf mamma. Impariamo a rispondere un bel Sì a tutti coloro che si offrono di darci una mano: la vicina, i nonni, le amiche.

  • Pensare fuori dagli schemi

In questo periodo un po’ traumatico, tutto ciò che ci fa risparmiare tempo ed energie è bene accetto. Perché girare come matte ad acquistare tutto il materiale scolastico, quando lo si può fare con un click? Facciamo una bella lista chiara e completa su ciò che ci serve, poi aspettiamo che vadano a letto la sera e procediamo. Già che ci siamo, perché non fare online anche la spesa alimentare?

  • Lunedì di “riposo”

Anche lavorando fuori casa, se abbiamo un minimo di autonomia nell’organizzazione della nostra settimana cerchiamo di rendere il lunedì un giorno più “tranquillo”, riservando le mansioni è più impegnative, le riunioni importanti etc. al resto della settimana.

  • La sveglia 5 minuti prima

L’idea di puntare la sveglia mezz’ora prima ci risulta semplicemente rivoltante? Allora abbassiamo il tiro: bastano cinque minuti per andare in bagno, bere un caffè o semplicemente fare mente locale prima di essere assalite dai piccoli selvaggi urlanti.

  • Nuove regole per tutti

Quali sono le piccole cose che rendono le nostre giornate oltremodo stressanti? Scarpe scalciate via in mezzo al salotto? Panni sporchi sotto il letto? Tazze abbandonate sul tavolo anziché nel lavandino? Forse è ora di mettere tutti un po’ in riga. Anno nuovo, vita nuova: scriviamo le nostre regole e appendiamo un bel cartello sul frigo.

  • Organizzazione

Invece, cosa possiamo fare NOI per rendere la nostra vita meno faticosa? Dedichiamo un weekend all’organizzazione della casa: nuovi contenitori per i giocattoli, una seggiola dove appoggiare gli zaini di scuola all’ingresso, un nuovo armadietto in bagno se ogni mattina per trovare il mascara dobbiamo prima raspare per ore nell’unico cassetto stracolmo.

  • Coccoliamoci

Un bel regalino per noi, come incoraggiamento verso l’anno scolastico che inizia, è una buona idea per darci un po’ di carica e soddisfazione: una maglia, un rossetto, un paio di orecchini. A volte basta pochissimo per iniziare la giornata con un pizzico di buonumore in più

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0