gpt
gpt
gpt
1 5

Come scegliere la scrivania giusta per affrontare il ritorno a scuola

/pictures/20160822/come-scegliere-la-scrivania-giusta-per-affrontare-il-ritorno-a-scuola-3663138941[1661]x[692]780x325.jpeg

Come scegliere la scrivania per la cameretta dei bambini? I consigli per organizzare la cameretta con uno spazio dedicato allo studio

Come scegliere la scrivania per la cameretta dei bambini

Come organizzare la cameretta di un bambino che inizia la scuola? Oltre al materiale scolastico, a zaino e astuccio, dobbiamo preoccuparci anche di preparare la cameretta per lo studio. Avere uno spazio dedicato ai compiti aiuta i bambini a concentrarsi, insegna a prendersi cura delle proprie cose a dare importanza alla scuola. Ecco alcuni consigli per organizzare la cameretta con uno spazio studio.

  • L'importanza dello spazio per i compiti

Molti di noi hanno fatto i loro compiti sul tavolo della cucina per anni, ma uno spazio dedicato allo studio aiuta a riconoscere il ruolo che la scuola assume nella vita dei bambini. E' indubbiamente più facile dedicarsi al ripasso o a una curiosità se c'è un tavolo dedicato allo studio e non si deve aspettare che la cucina sia libera.

Come scegliere la scrivania adatta a un bambino?

Non basta un semplice tavolo come ci suggerisce Doimo City Line, azienda specializzata in prodotti di arredo. I bambini non hanno ancora l'altezza di un adulto e pur volendo guardare al loro futuro avranno bisogno di scrivanie adatte a loro ancora per molti anni. E' importante studiare l'ambiente di studio in base alla facilità del bambino a raggiungere tutto il necessario. La prima scrivania deve permettere al bambino di organizzare il suo spazio, in cui si possa muovere facilmente e si senta a suo agio, tanto da tornarci anche oltre i compiti.

Come personalizzare la cameretta di una femminuccia
  • Quali soluzioni per scrivanie in camere piccole?

E' lo spazio a disposizione a determinare la scelta della prima scrivania. Quando i bambini iniziano la scuola a sei anni hanno ancora tanta voglia di giocare. Dobbiamo lasciare lo spazio nella loro stanza per muoversi liberamente a terra e aprire i loro giochi. La soluzione per una scrivania quando c'è poco spazio può andare verso le strutture sospese, integrate nelle librerie o pieghevoli.

  • Come organizzare l'angolo studio?

La scrivania per un bambino può avere dimensioni contenute, come i banchi di scuola. E' importante che siano messi a disposizione cassetti, mensole e ripiani per organizzare il materiale scolastico. I bambini hanno bisogno di spazio per i quaderni che non servono, per le scorte di cancelleria, per gli strumenti che devono portare a scuola saltuariamente come il flauto, le tempere o le squadre.

  • Qual è il colore ideale per una cameretta?

Sappiamo che i colori riescono a influenzare i nostri stati d'animo. Se l'arancio stimola la creatività, l'azzurro ispira tranquillità e il verde aiuta a riposare la vista. La scelta del colore per le pareti della cameretta e l'arredamento va fatta considerando la luce naturale del locale. In una cameretta molto luminosa possiamo inserire elementi in tonalità del grigio e dell'azzurro. In locali meno illuminato possiamo giocare con i colori più accesi come l'arancione e il rosso da scegliere per alcuni elementi, ad esempio i frontali dei cassetti o delle mensole.

  • Cosa serve oltre alla scrivania in cameretta?

Spesso progettiamo un angolo studio pensando a una vera postazione di lavoro. In realtà i bambini quando iniziano la scuola non hanno bisogno di piani per le stampanti o archivi. E' meglio semplificare il loro angolo studio, ma senza dimenticare accessori che stimolano l'organizzazione come una bacheca dove appendere l'orario scolastico, un ripiano dove posizionare i dizionari, un cassetto ben organizzato dove riporre la cancelleria. Sfruttiamo l'occasione di organizzare bene la scrivania dei bambini per insegnare loro a organizzare anche i compiti e lo studio.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt