gpt
gpt
gpt
1 5

Testi scolastici: come risparmiare

La corsa all'acquisto dei testi scolastici è già partita e il costo sempre più oneroso dei libri di studio è diventato, soprattutto in tempo di crisi, un peso sempre meno sostenibile per le famiglie. Ecco qualche consiglio per risparmiare

Le campanelle che hanno segnato la fine della scuola sono suonate da circa un mese, ma è già partita la corsa all'acquisto dei testi scolastici. Il costo sempre più oneroso dei libri di studio è diventato, soprattutto in tempo di crisi, un peso sempre meno sostenibile per le famiglie. Se lo scorso anno il Codacons aveva calcolato un aumento medio di 100 euro per le tasche dei genitori, rispetto al 2011, c'è da aspettarsi anche per il 2013 l'ennesima stangata. Ecco qualche consiglio per risparmiare.



LEGGI ANCHE: Ritorno a scuola: come risparmiare sul kit scolastico



- Prima di acquistare, verificate che la nomina dei docenti sia stata confermata. Il docente che subentra all’inizio dell’anno scolastico, infatti, ha facoltà di adottare nuovi libri scolastici;
 
- Non comprate subito testi nuovi! provate a fare un giro nei mercatini di libri usati dove si trovano in genere libri a metà prezzo e potete vendere i manuali vecchi che non vi servono più. Inoltre ci sono moltissime librerie in tutta Italia con compravendita dell'usato, che in questi giorni sono prese d'assalto. File chilometriche che partono dalle 5 di mattina, come nel caso della libreria "Papiro" di via Grazioli a Trento, l'unica che vende libri di testo usati. Il 9 luglio, primo giorno utile per gli acquisti, quando il titolare alle 8h45 ha alzato la serranda c'erano già 118 persone in fila.



LEGGI ANCHE: Caro libri, per andare a scuola servono mille euro



Ci sono poi mercatini dell'usato interni all'istituto, come a Lecco, dove il comitato genitori del Liceo Artistico Medardo Rosso ha deciso di combattere il "caro libri" con un servizio dedicato agli iscritti della scuola. Finora sono circa 500 i testi usati consegnati al banchetto e sono già andati praticamente a ruba.

- Gli sconti sul nuovo: si risparmia il 15% del prezzo di copertina sui libri di testo in quasi tutte le catene di super i ipermercati (Esselunga, Conad, Bennet, Etc) con possibilità di prenotarli anche on line. Da Carrefour, Simply, Auchan Panorama lo sconto del 15% sui testi viene tradotto in buoni spesa una volta ritirati i libri.

- Low cost su internet: Anche in rete ci sono siti dedicati alla compravendita di libri usati e le inserzioni sono gratuite. Tra i siti più cliccati c'è Studenti (VAI AL MERCATINO DELL'USATO), riferimento numero uno per molti studenti su tutto ciò che riguarda il mondo della scuola.



LEGGI ANCHE: Scuola e taglio agli organici: a rischio gli insegnanti di sostegno



- Se si è in possesso di un reddito ISEE molto basso, attendete la circolare della scuola con la specifica del tetto ISEE al di sotto del quale è possibile usufruire del buono per l’acquisto dei libri e del corredo scolastico.
 

come-risparmiare-testi-scolastici



- C'è un limite alla spesa per i libri di testo stabilito dal Ministero dell'Istruzione per classe e tipo di scuola. Controllate che la lista data dalle scuole non lo superi. Se così fosse avanzate un reclamo al dirigente scolastico o rivolgetevi ad un'associazione consumatori

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt