gpt
gpt
gpt
1 5

Come preparare l'ingresso alla scuola materna

/pictures/20160905/come-preparare-l-ingresso-alla-scuola-materna-2438701253[1668]x[693]780x325.jpeg

Per tutti i bambini l’ingresso alla scuola materna è un passaggio delicato e una conquista di autonomia. I consigli di una mamma su come preparare il bambino alla scuola materna

Come preparare il bambino alla scuola materna

L’ingresso alla scuola materna per molti bambini è la prima tappa importante. Soprattutto se sono sempre stati solo a casa con la mamma e con i nonni, entrare in un ambiente nuovo con nuovi adulti di riferimento può diventare un passaggio delicato. Per tutti i bambini l’ingresso alla scuola materna è una conquista di autonomia perché devono essere già autonomi in bagno e a tavola.



I genitori hanno un ruolo importante soprattutto nel periodo dell’inserimento, aiutando il proprio figlio a familiarizzare con i compagni, a instaurare un buon rapporto con l’educatrice di riferimento e a staccarsi dal genitore stesso. E’ un lungo lavoro a cui la programmazione scolastica dedicherà molto tempo, anche se qualche passo si può iniziare a compiere anche prima dell’inizio. Come prepararsi alla scuola materna? Cosa devono saper fare i bambini prima di andare alla materna? Come agevolare il momento del distacco?

  • Imparare a mangiare da solo

I bambini devono saper mangiare da soli alla scuola materna. Il rapporto insegnante-bambini è un numero elevato che non permette di imboccare tutti, ma non sarebbe nemmeno educativo. Il cibo viene già servito tagliato in piccole porzioni, quindi il bambino deve imparare a utilizzare correttamente la forchetta e il cucchiaio. In molti asili viene fornito a tavola il cucchiaino per aiutare i bambini piccoli a raccogliere il cibo con facilità.

  • Imparare a controllare la pipì

Togliere il pannolino è uno dei primi obiettivi per entrare alla scuola materna. Si può utilizzare il periodo estivo che precede l’inizio della scuola per insegnare ai bambini a controllare la pipì. Alla scuola materna difficilmente troveranno il vasino, ma un water di dimensioni ridotte. Sarà opportuno provare a usare quello di casa se il vasino è diventato una abitudine.

  • Separarsi dalla mamma

I bambini che non hanno frequentato il nido potrebbero avere più difficoltà a separarsi dalla mamma i primi giorni. Questa è la maggiore preoccupazione delle mamme che sono state a casa con il loro bambino da quando è nato. Ciò che la mamma comunica con il suo stato d’animo viene recepito dal figlio immediatamente: attenzione quindi a non trasmettere la propria preoccupazione, cercando invece di dimostrarsi positive e rassicuranti.

  • Stare con gli altri bambini

Frequentare giardinetti, cortili o ludoteche in cui si possano ritrovare spesso gli stessi bambini è importante per imparare a stare con bambini della stessa età o anche più grandi, come avverrà nella classe della scuola materna. Si impara a condividere, a giocare con gli altri, ad accettare le regole di gioco decise anche da un altro bambino.

Inserimento a scuola: cosa fare se piange ancora?
  • Accettare la nuova educatrice

Cambiare adulto di riferimento, accettare che sia una persona diversa dalla mamma o dalla nonna a dire cosa si deve fare è un altro piccolo ostacolo da superare. Ci può essere una reazione di timidezza verso l’estraneo che impedisce di chiedere di essere accompagnati in bagno. In altri casi ci può essere una reazione di rifiuto della nuova autorità che si manifesta non ascoltano le indicazioni dell’educatrice. Molto si può fare parlando con i bambini, anche se sono piccoli, o anche cercando occasioni in cui sia un adulto diverso dalla mamma a occuparsi di loro, come ad esempio una zia, la mamma di un amichetto, una educatrice di ludoteca.

  • Imparare nuove abitudini

Frequentando la scuola materna sarà importante adeguarsi ai nuovi orari per non arrivare tardi all’ingresso, per imparare ad aspettare l’ora di pranzo, per andare a fare la nanna pomeridiana. Si può chiedere in anticipo la programmazione della giornata per iniziare a provare questi orari anche a casa e abituarsi gradatamente.

  • Acquistare il materiale necessario

La lista del materiale necessario per la scuola materna viene fornita alla conferma di iscrizione. Si può coinvolgere il bambino nell’acquisto di grembiule, asciugamano, lenzuolino, bavaglia e sacca per il cambio. Se la mamma è brava a ricamare o a disegnare, potrà personalizzare il corredo con un piccolo disegno da scegliere con il bambino creando una atmosfera di attesa condivisa.

  • Scrivere il nome su tutti i capi

Ogni capo di abbigliamento deve essere nominativo, quindi deve avere una etichetta che indichi il nome del bambino. E’ una richiesta che si fa per evitare scambi e agevolare il lavoro dell’insegnante. Oltre al corredo scolastico dovranno essere contrassegnate le felpe, i cappelli, i guanti, le pantofole, l’eventuale ciuccio, la copertina e tutto quanto viene lasciato nella sacca del cambio.

Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt