gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Ritirano i figli dalla scuola perchè c'è un bambino autistico in classe

Un gruppo di genitori della scuola elementare, Gennaro Sequino, di un comune a nord di Napoli, avrebbe richiesto il nullaosta per trasferire i figli in un'altra scuola dopo aver saputo che in classe c'era un bambino autistico

BAMBINO AUTISTICO IN CLASSE - Un gruppo di genitori della scuola elementare, Gennaro Sequino, di un comune a nord di Napoli, avrebbe richiesto il nullaosta per trasferire i figli in un'altra sezione dopo aver saputo che in classe c'era un bambino autistico.

Una richiesta che è stata respinta dalla dirigente scolastica, che però di fronte all'insistenza si è vista costretta a concedere il benestare per il trasferimento degli alunni in altre scuole del territorio.

Al momento sono già sei, su venti, i bambini che avrebbero abbandonato l'istituto elementare per la presenza del bambino affetto da una forma di disabilità. La vicenda ha scatenato polemiche e critiche nei confronti dei genitori che avrebbero sottolineato che non si tratta di alcuna forma di discriminazione.

Sarebbero solo preoccupati, dicono, per le ripercussioni sotto il profilo didattico e la impossibilità di portare avanti alcuni programmi per effetto della presenza di uno studente con problemi.

L'autismo ha inizio in gravidanza?

Ed ecco la risposta del Ministro Carrozza alla vicenda, che leggiamo su Il Mattino

Sono solidale con la famiglia dell'alunno e con il dirigente scolastico....con il quale ho un appuntamento telefonico domani per approfondimenti". Il Ministro sottolinea inoltre che non è una soluzione quella di cambiare sezione perchè in classe c'è uno studente disabile. Si tratta di comportamenti che danneggiano gli italiani e la scuola

Fonte Credits| Il Mattino
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0